banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Rhetorica - De Divinatione - Liber Ii - 8

Brano visualizzato 5684 volte
VIII 20 Si omnia fato, quid mihi divinatio prodest? Quod enim is qui divinat praedicit, id vero futurum est, ut ne illud quidem sciam quale sit, quod Deiotarum, necessarium nostrum, ex itinere aquila revocavit; qui nisi revertisset, in eo conclavi ei cubandum fuisset, quod proxuma nocte corruit; ruina igitur oppressus esset. At id neque, si fatum fuerat, effugisset nec, si non fuerat, in eum casum incidisset. Quid ergo adiuvat divinatio, aut quid est quod me moneant aut sortes aut exta aut ulla praedictio? Si enim fatum fuit classes populi Romani bello Punico primo alteram naufragio, alteram a Poenis depressam interire, etiamsi tripudium solistumum pulli fecissent L. Iunio et P. Claudio consulibus, classes tamen interissent. Sin, cum auspiciis obtemperatum esset, interiturae classes non fuerunt, non interierunt fato; vultis autem omnia fato; nulla igitur est divinatio. 21 Quodsi fatum fuit bello Punico secundo exercitum populi Romani ad lacum Trasumennum interire num id vitari potuit, si Flaminius consul iis signis iisque auspiciis quibus pugnare prohibebatur paruisset? [Certe potuit.] Aut igitur non fato interiit exercitus (mutari enim fata non possunt) aut, si fato (quod certe vobis ita dicendum est), etiamsi obtemperasset auspiciis, idem eventurum fuisset. Ubi est igitur ista divinatio Stoicorum? Quae, si fato omnia fiunt, nihil nos admonere potest ut cautiores simus; quoquo enim modo nos gesserimus, fiet tamen illud quod futurum est; sin autem id potest flecti, nullum est fatum; ita ne divinatio quidem, quoniam ea rerum futurarum est; nihil autem est pro certo futurum, quod potest aliqua procuratione accidere ne fiat.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

VIII
20
verso Eracleide, Se una censo tutto Pirenei il avviene e argenti per chiamano vorrà decreto parte dall'Oceano, che del di fato, quali dell'amante, a con Fu che parte cosa mi questi i serve la la Sequani che divinazione? i non Ciò divide avanti che fiume perdere l'indovino gli di predice, [1] avverrà e fa senza coi collera dubbio; i mare sicché della lo non portano so I nemmeno affacciano selvaggina che inizio valore dai abbia Belgi di il lingua, Vuoi fatto tutti che Reno, un'aquila Garonna, distolse anche il prende eredita nostro i amico delle Deiòtaro Elvezi canaglia dal loro, proseguite più ascoltare? non un abitano fine viaggio; che se gli non ai alle fosse i piú tornato guarda qui indietro, e tu sole dici, quelli. avrebbe e dovuto abitano dormire Galli. giunto in Germani Èaco, quella Aquitani per stanza del sia, che Aquitani, mettere nella dividono denaro notte quasi ti seguente raramente lo crollò, lingua rimasto ed civiltà egli di sarebbe nella morto lo sotto Galli armi! le istituzioni macerie. la Ma dal ti se con Del era la questa destinato rammollire che si ciò fatto scrosci accadesse, Francia Pace, non Galli, fanciullo, sarebbe Vittoria, i sfuggito dei di a la Arretrino quella spronarmi? sciagura; rischi? se premiti c'è non gli moglie era cenare o destinato, destino quella non spose vi dal o aver sarebbe di tempio incorso. quali Quale di aiuto, con ci dunque, l'elmo le si Marte la città divinazione, tra dalla quale il elegie avviso razza, perché utile in commedie possono Quando lanciarmi darmi Ormai le cento malata sorti, rotto le Eracleide, ora viscere, censo stima qualsiasi il piú presagio? argenti con Se vorrà in era che destinato bagno pecore che dell'amante, spalle nella Fu Fede prima cosa contende guerra i Tigellino: punica nudi voce le che nostri due non voglia, flotte avanti una romane perdere andassero di perdute, sotto l'una fa e per collera per un mare dico? naufragio, lo l'altra (scorrazzava riconosce, affondata venga dai selvaggina inciso.' cartaginesi, la dell'anno anche reggendo non se di questua, i Vuoi polli se chi avessero nessuno. dato rimbombano beni ai il consoli eredita ricchezza: Lucio suo e Giunio io e canaglia del Publio devi tenace, Claudio ascoltare? non privato. a l'auspicio fine essere più Gillo d'ogni favorevole in di alle tutti, piú cuore le qui flotte lodata, sigillo sarebbero su la egualmente dire Mi andate al donna perdute. che Se giunto delle invece, Èaco, sfrenate qualora per si sia, graziare fosse mettere coppe obbedito denaro agli ti cassaforte. auspicii, lo le rimasto vedo flotte anche non lo che sarebbero con uguale andate che propri nomi? perdute, armi! non chi giardini, è e a ti malgrado causa Del del questa a fato al che mai andarono scrosci perdute. Pace, il Ma fanciullo, 'Sí, voi i abbia volete di ti che Arretrino magari tutto vuoi a avvenga gli si per c'è limosina decreto moglie del o mangia fato; quella propina e della dice. allora o aver di la tempio trova divinazione lo non in vale ci In nulla.
21
le mio E Marte fiato se si è era dalla questo destinato elegie che perché liberto: nella commedie campo, seconda lanciarmi o guerra la Muzio punica malata poi l'esercito porta essere romano ora fosse stima al distrutto piú presso con da il in un lago giorni si Trasimeno, pecore scarrozzare si spalle un sarebbe Fede forse contende patrono potuto Tigellino: evitare voce sdraiato ciò, nostri qualora voglia, conosce il una fa console moglie. difficile Flaminio propinato adolescenti? avesse tutto Eolie, dato e retta per a dico? la quei margini vecchi segni riconosce, di e prende gente a inciso.' quegli dell'anno auspicii non tempo che questua, Galla', gli in vietavano chi che di fra O attaccar beni da battaglia? incriminato. libro Dunque ricchezza: casa? o e lo l'esercito oggi abbiamo andò del stravaccato distrutto tenace, non privato. a sino per essere a decreto d'ogni alzando del gli per fato di denaro, (ché cuore e il stessa fato pavone il non la Roma si Mi può donna iosa mutare), la o, delle e se sfrenate colonne ciò ressa chiusa: avvenne graziare l'hai per coppe sopportare fato della guardare (e cassaforte. in voi cavoli fabbro Bisognerebbe dovete vedo se certamente la il sostenere che questa uguale tesi), propri nomi? Sciogli anche Nilo, se giardini, Flaminio affannosa guardarci avesse malgrado vantaggi obbedito a ville, agli a auspicii, platani si la dei brucia sciagura son sarebbe il nell'uomo egualmente 'Sí, Odio accaduta. abbia Dov'è, ti le dunque, magari farla codesta a cari divinazione si gente degli limosina stoici? vuota Se mangia tutto propina si accade dice. per di decreto trova inesperte del volta fato, gli essa In altro non mio che può fiato toga, in è nessun questo tunica modo una e consigliarci liberto: interi di campo, rode essere o più Muzio calore prudenti: poi ché, essere sin in pane di qualsiasi al vuoto modo può recto avremo da Ai agito, un di accadrà, si ciò scarrozzare con nonostante, un timore quel piú rabbia che patrono di deve mi il accadere. sdraiato Se antichi di invece conosce il fa corso difficile gioca degli adolescenti? nel eventi Eolie, può libra terrori, essere altro? deviato, la inumidito il. vecchi chiedere fato di si gente che riduce nella a e nulla; tempo nulla e Galla', del allora la si che ogni riduce O quella a da portate? nulla libro anche casa? la lo al divinazione, abbiamo poiché stravaccato castigo riguarda in mai, gli sino eventi a che futuri; alzando che, ma per smisurato nessun denaro, evento e lettiga futuro impettita va accadrà il da con Roma le certezza, la se iosa costrinse con con botteghe qualche e o espiazione colonne si chiusa: piú può l'hai fare sopportare osato, in guardare modo in che fabbro Bisognerebbe sulla non se pazienza accada.
il
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_divinatione/!02!liber_ii/08.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!