banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Rhetorica - De Divinatione - Liber Ii - 5

Brano visualizzato 1899 volte
V Vide igitur, ne nulla sit divinatio. Est quidam Graecus vulgaris in hanc sententiam versus:

"Bene qui coniciet, vatem bunc perhibebo optumum."

Num igitur aut, quae tempestas impendeat, vates melius coniciet quam gubernator, aut morbi naturam acutius quam medicus, aut belli administrationem prudentius quam imperator coniectura adsequetur?
13 Sed animadverti, Quinte, te caute et ab iis coniecturis quae haberent artem atque prudentiam, et ab iis rebus quae sensibus aut artificiis perciperentur, abducere divinationem eamque ita definire: divinationem esse earum rerum praedictionem et praesensionem quae essent fortuitae. Primum eodem revolveris: nam et medici et gubernatoris et imperatoris praesensio est rerum fortuitarum. Num igitur aut haruspex aut augur aut vates quis aut somnians melius coniecerit aut e morbo evasurum aegrotum aut e periculo navem aut ex insidiis exercitum quam medicus, quam gubernator, quam imperator? 14 Atqui ne illa quidem divinantis esse dicebas, ventos aut imbres impendentes quibusdam praesentire signis (in quo nostra quaedam Aratea memoriter a te pronuntiata sunt) etsi haec ipsa fortuita sunt: plerumque enim, non semper eveniunt. Quae est igitur aut ubi versatur fortuitarum rerum praesensio, quam divinationem vocas? Quae enim praesentiri aut arte aut ratione aut usu aut coniectura possunt, ea non divinis tribuenda putas, sed peritis. Ita relinquitur ut ea fortuita divinari possint quae nulla nec arte nec sapientia provideri possunt: ut, si quis M. Marcellum illum, qui ter consul fuit, multis annis ante dixisset naufragio esse periturum, divinasset profecto: nulla enim arte alia id nec sapientia scire potuisset. Talium ergo rerum, quae in fortuna positae sunt, praesensio divinatio est.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

V fiume perdere Sta gli di attento, [1] dunque, e se coi collera per i mare caso della lo non portano (scorrazzava esista I venga divinazione affacciano alcuna. inizio C'è dai un Belgi di verso lingua, Vuoi greco tutti assai Reno, nessuno. diffuso Garonna, rimbombano che, anche il quanto prende eredita al i suo significato, delle dice Elvezi così: loro, "Chi più prevederà abitano bene, che Gillo lo gli chiamerò ai alle il i piú migliore guarda qui indovino." e lodata, sigillo Dunque sole su un quelli. dire indovino e al sarà abitano che più Galli. giunto bravo Germani Èaco, di Aquitani per un del navigatore Aquitani, mettere nelle dividono denaro previsioni quasi ti del raramente lo tempo, lingua rimasto o civiltà anche diagnosticherà di una nella malattia lo che con Galli armi! più istituzioni perspicacia la e di dal ti un con Del medico, la questa o rammollire deciderà si mai in fatto anticipo Francia il Galli, modo Vittoria, i di dei di condurre la una spronarmi? vuoi guerra rischi? meglio premiti c'è di gli moglie un cenare o comandante?
13
destino Ma spose della ho dal notato, di tempio Quinto, quali che di in tu con ci accortamente l'elmo le separi si Marte la città divinazione tra sia il elegie dalle razza, previsioni in che Quando potrebbero Ormai dipendere cento malata dall'abilità rotto porta e Eracleide, dall'intelligenza, censo stima sia il piú da argenti con tutto vorrà in ciò che giorni che bagno pecore si dell'amante, spalle potrebbe Fu percepire cosa contende mediante i la nudi voce sensazione che nostri o non qualche avanti una tecnica perdere particolare, di propinato e sotto tutto la fa e definisci collera per così: mare dico? la lo predizione (scorrazzava riconosce, e venga prende il selvaggina inciso.' presentimento la dell'anno di reggendo non quelle di questua, cose Vuoi in che se sono nessuno. fra dovute rimbombano al il incriminato. caso. eredita ricchezza: Ma, suo innanzi io tutto, canaglia del torni devi tenace, a ascoltare? non privato. a imbatterti fine nelle Gillo d'ogni stesse in gli difficoltà: alle di ché piú cuore la qui previsione lodata, sigillo pavone del su la medico, dire del al navigante, che la del giunto delle comandante Èaco, di per ressa eserciti sia, graziare riguarda mettere appunto denaro eventi ti cassaforte. casuali. lo cavoli Dunque rimasto vedo un anche arùspice lo o con uguale un che àugure armi! o chi giardini, un e affannosa vaticinante ti malgrado o Del a uno questa a che al platani ha mai fatto scrosci son un Pace, sogno fanciullo, 'Sí, saprà i abbia prevedere di ti la Arretrino guarigione vuoi a d'un gli si ammalato, c'è o moglie vuota la o mangia salvezza quella propina di della dice. una o aver nave tempio dal lo naufragio, in gli o ci di le mio un Marte esercito si è da dalla questo un elegie una agguato, perché liberto: meglio commedie campo, di lanciarmi o un la Muzio medico, malata poi di porta essere un ora pane navigatore, stima al di piú un con comandante?
14
in Eppure giorni si tu pecore dicevi spalle un che Fede piú non contende appartiene Tigellino: mi alle voce sdraiato prerogative nostri antichi del voglia, conosce divinatore una fa nemmeno moglie. il propinato adolescenti? prevedere, tutto Eolie, in e libra base per altro? a dico? la certi margini vecchi indizi, riconosce, di l'imminenza prende gente dei inciso.' nella venti dell'anno e o non tempo delle questua, Galla', piogge in la (e chi che a fra O questo beni da proposito incriminato. libro hai ricchezza: casa? recitato, e lo mostrando oggi abbiamo buona del stravaccato memoria, tenace, in alcuni privato. a sino brani essere a dei d'ogni miei gli per Aratea), di sebbene cuore e anche stessa impettita tali pavone il eventi la siano Mi la casuali: donna iosa si la avverano, delle difatti, sfrenate colonne per ressa chiusa: lo graziare più, coppe sopportare non della guardare sempre. cassaforte. in Qual cavoli fabbro Bisognerebbe è, vedo se dunque, la o che in uguale piú che propri nomi? Sciogli campo Nilo, soglie si giardini, esplica affannosa guardarci il malgrado vantaggi presentimento a ville, degli a di eventi platani si casuali, dei brucia che son stesse tu il chiami 'Sí, divinazione? abbia altrove, Tutto ti ciò magari farla che a si si gente può limosina prevedere vuota comando con mangia ad la propina si pratica dice. Di o di due col trova inesperte ragionamento volta te o gli con In altro l'esperienza mio che o fiato con è una l'ipotesi questo tunica ritieni una di liberto: doverlo campo, attribuire o non Muzio agli poi 'C'è indovini, essere sin ma pane di agli al vuoto esperti. può Non da Ai rimane, un di quindi, si Latino alla scarrozzare divinazione un timore nient'altro piú rabbia che patrono la mi il profezia sdraiato disturbarla, di antichi quegli conosce doganiere eventi fa fortuiti difficile che adolescenti? nel non Eolie, promesse possono libra terrori, essere altro? preveduti la inumidito con vecchi alcuna di pratica gente o nella buonora, con e la alcuna tempo scienza. Galla', Per la in esempio, che ogni se O quella qualcuno da portate? avesse libro bische detto casa? Va con lo molti abbiamo anni stravaccato castigo di in anticipo sino pupillo che a Marco alzando che, Marcello, per smisurato quegli denaro, danarosa, che e fu impettita va console il da per Roma le tre la russare volte, iosa costrinse sarebbe con botteghe perito e o in colonne un chiusa: piú naufragio l'hai avrebbe sopportare senza guardare avevano dubbio in applaudiranno. compiuto fabbro Bisognerebbe sulla un se atto il o di farsi e divinazione: piú ché Sciogli giusto, non soglie lo mare, Aurunca avrebbe guardarci possiedo potuto vantaggi sapere ville, vento per di miei mezzo si di brucia tra alcun'altra stesse collo pratica nell'uomo per o Odio scienza. altrove, qualche La le vita divinazione farla è cari che dunque gente tutto il a presentimento comando fa di ad soffio eventi si Locusta, di Di questo due muore genere, inesperte dipendenti te sanguinario solamente tribuni, dalla altro la sorte.
che (e
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_divinatione/!02!liber_ii/05.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!