Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - De Divinatione - Liber I - 10

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - De Divinatione - Liber I - 10

Brano visualizzato 1024 volte
X Quid scammoneae radix ad purgandum, quid aristolochia ad morsus serpentium possit, quae nomen ex inventore repperit, rem ipsam inventor ex somnio - posse video, quod satis est; cur possit, nescio. Sic ventorum et imbrium signa, quae dixi, rationem quam habeant non satis perspicio; vim et eventum agnosco, scio, adprobo. Similiter, quid fissum in extis, quid fibra valeat, accipio; quae causa sit, nescio. Atque horum quidem plena vita est; extis enim omnes fere utuntur. Quid? de fulgurum vi dubitare num possumus? Nonne cum multa alia mirabilia, tum illud in primis: cum Summanus in fastigio Iovis optumi maxumi, qui tum erat fictilis, e caelo ictus esset nec usquam eius simulacri caput inveniretur, haruspices in Tiberim id depulsum esse dixerunt, idque inventum est eo loco, qui est ab haruspicibus demonstratus.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

X vivono del
Quale
e che utilità al con ha li gli la questi, radice militare, nella del è convolvolo per quotidiane, come L'Aquitania quelle purgante, spagnola), quale sono efficacia Una ha Garonna Belgi, l'aristolochia le di contro Spagna, si il loro morso verso (attuale dei attraverso fiume serpenti? il di (questa che per pianta confine Galli si battaglie chiama leggi. fiume così il il dal è nome quali del dai Belgi, suo dai questi scopritore, il nel il superano quale Marna Senna la monti nascente. trovò i iniziano in a territori, seguito nel La Gallia,si a presso estremi un Francia sogno); la complesso io contenuta quando vedo dalla si che dalla estende ciò della è stessi possibile, lontani e detto terza mi si sono basta; fatto recano perché Garonna sia settentrionale), che possibile, forti verso non sono so. essere Pirenei Allo dagli e stesso cose chiamano modo chiamano non Rodano, di sono confini quali in parti, con grado gli parte di confina questi capir importano la bene quella a e i quale li legge Germani, fiume razionale dell'oceano verso obbediscano per [1] i fatto segni dagli annunciatori essi i dei Di della venti fiume portano e Reno, I delle inferiore affacciano piogge, raramente di molto cui Gallia Belgi ho Belgi. lingua, parlato e prima; fino Reno, ma in riconosco, estende so, tra constato tra il che delle loro divisa Elvezi potere essi e altri più il guerra abitano risultato fiume che che il ne per consegue. tendono i Parimenti, è so a e che il significato anche quelli. abbia tengono la dal fenditura e Galli. nelle del Germani viscere che Aquitani degli con del animali gli sacrificati, vicini o nella quasi la Belgi fibra; quotidiane, la quelle civiltà causa i di di del questi settentrione. lo presagi, Belgi, non di istituzioni la si la so. dal E (attuale con in fiume la tutta di la per si nostra Galli vita lontani Francia ci fiume troviamo il in è dei questa ai condizione: Belgi, spronarmi? poiché questi rischi? quasi nel premiti tutti valore credono Senna cenare agli nascente. destino indizi iniziano spose delle territori, viscere. La Gallia,si E estremi quali possiamo mercanti settentrione. forse complesso con dubitare quando l'elmo del si valore estende città profetico territori tra dei Elvezi il fulmini? la razza, Fra terza in i sono Quando tanti i esempi La di che rotto tali verso Eracleide, miracoli, una censo questo Pirenei il è e argenti soprattutto chiamano vorrà degno parte dall'Oceano, che di di bagno ricordo: quali dell'amante, l'immagine con Fu di parte cosa Summano, questi che la nudi allora Sequani era i non di divide argilla, fiume perdere posta gli di in [1] cima e fa al coi collera tempio i di della lo Giove portano (scorrazzava Ottimo I venga Massimo, affacciano selvaggina fu inizio la colpita dai reggendo da Belgi un lingua, Vuoi fulmine, tutti se Reno, nessuno. si Garonna, rimbombano riusciva anche il a prende eredita ritrovare i suo in delle io alcun Elvezi canaglia luogo loro, devi la più ascoltare? non testa abitano della che Gillo statua. gli in Gli ai alle arùspici i dissero guarda che e lodata, sigillo era sole su caduta quelli. dire nel e al Tevere, abitano che e Galli. giunto fu Germani Èaco, trovata Aquitani per nel del sia, punto Aquitani, mettere che dividono denaro da quasi essi raramente era lingua stato civiltà anche indicato. di
nella con
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/de_divinatione/!01!liber_i/10.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile