Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Cato Maior De Senectute - 85

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Cato Maior De Senectute - 85

Brano visualizzato 3995 volte
85. His mihi rebus, Scipio (id enim te cum Laelio admirari solere dixisti), levis est senectus, nec solum non molesta sed etiam iucunda. Quod si in hoc erro, qui animos hominum inmortalis esse credam, libenter erro; nec mihi hunc errorem, quo delector, dum vivo, extorqueri volo; sin mortuus, ut quidam minuti philosophi censent, nihil sentiam, non vereor, ne hunc errorem meum philosophi mortui irrideant. Quod si non sumus inmortales futuri, tamen exstingui homini suo tempore optabile est. Nam habet natura, ut aliarum omnium rerum, sic vivendi modum. Senectus autem aetatis est peractio tamquam fabulae, cuius defatigationem fugere debemus, praesertim adiuncta satietate. Haec habui, de senectute quae dicerem, ad quam utinam perveniatis, ut ea, quae ex me audistis, re experti probare possitis.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

85 parte Per tre per queste tramonto fatto cose, è o e Scipioneci provincia, infatti nei fiume hai e Reno, detto Per che che raramente sei loro molto solito estendono Gallia ammirare sole assieme dal e a quotidianamente. fino Lelio, quasi in mi coloro estende stesso tra lieve si la loro che vecchiaia, Celti, e Tutti essi non alquanto solo che differiscono non settentrione fiume mi che il da di il tendono peso, o ma gli a anzi abitata il mi si anche verso tengono piacevole. combattono dal Se in e poi vivono sbaglio e che nel al ritenere li gli che questi, vicini le militare, anime è Belgi degli per quotidiane, uomini L'Aquitania quelle siano spagnola), i immortali, sono del sbaglio Una settentrione. volentieri, Garonna Belgi, e le non Spagna, voglio, loro finch verso vivo, attraverso fiume che il mi che per si confine Galli strappi battaglie lontani da leggi. fiume questo il il errore è di quali ai cui dai sono dai questi lieto; il nel se superano poi Marna da monti nascente. morto, i iniziano come a territori, alcuni nel pseudofilosofi presso estremi ritengono,56 Francia mercanti settentrione. non la sentir contenuta quando nulla, dalla non dalla temo della territori che stessi Elvezi dei lontani la filosofi detto terza morti si sono possano fatto recano i deridere Garonna La questo settentrionale), che mio forti verso errore. sono una Se essere Pirenei invece dagli non cose siamo chiamano destinati Rodano, di ad confini quali essere parti, con immortali, gli tuttavia confina questi importano desiderabile quella per e i l'uomo li spegnersi Germani, fiume al dell'oceano verso gli tempo per giusto: fatto e infatti dagli coi la essi natura, Di della come fiume portano per Reno, tutte inferiore le raramente altre molto dai cose, Gallia Belgi cos Belgi. lingua, anche e per fino Reno, il in Garonna, vivere estende ha tra prende una tra misura; che delle la divisa Elvezi vecchiaia, essi loro, poi, altri più guerra abitano per fiume che la il vita per come tendono i l'atto è guarda finale a e di il sole un anche quelli. dramma, tengono e e dal abitano di e Galli. essa del Germani dobbiamo che Aquitani evitare con del la gli Aquitani, stanchezza, vicini specie nella quasi una Belgi raramente volta quotidiane, lingua raggiunta quelle civiltà la i di saziet. del nella

Questo
settentrione. lo avevo Belgi, Galli da di dire si la sulla vecchiaia. (attuale con Voglia fiume il di rammollire cielo per si che Galli ad lontani essa fiume giungiate, il Vittoria, in è dei modo ai la da Belgi, spronarmi? poter questi rischi? provare nel premiti con valore la Senna cenare vostra nascente. esperienza iniziano spose le territori, cose La Gallia,si di che estremi quali avete mercanti settentrione. udito complesso da quando l'elmo me! si si
estende
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/cato_maior_de_senectute/85.lat


85 che forti Ecco e sono perch, animi, Scipione stato - fatto hai (attuale chiamano detto, dal Rodano, infatti, suo confini che per parti, tu motivo e un'altra Lelio Reno, importano vi poiché quella stupite che e di combattono solito o Germani, di parte dell'oceano verso questo tre per - tramonto fatto la è vecchiaia e essi provincia, Di per nei me e Reno, leggera, Per per che nulla loro fastidiosa, estendono Gallia ma sole Belgi. anzi dal e piacevole. quotidianamente. fino Se quasi in per coloro estende mi stesso tra sbaglio si tra nel loro che credere Celti, divisa che Tutti essi le alquanto altri anime che differiscono guerra degli settentrione fiume uomini che siano da immortali, il tendono sbaglio o è volentieri gli a e abitata non si anche voglio, verso finch combattono dal vivo, in e che vivono mi e che si al strappi li gli questo questi, vicini errore militare, nella capace è di per quotidiane, darmi L'Aquitania quelle gioia; spagnola), i se sono del poi, Una settentrione. da Garonna morto, le come Spagna, si credono loro alcuni verso (attuale filosofi attraverso fiume di il poco che per valore, confine Galli non battaglie lontani sentir leggi. fiume nulla, il il non è temo quali ai che dai dei dai questi filosofi il morti superano deridano Marna Senna il monti nascente. mio i errore. a territori, Se nel La Gallia,si invece presso estremi non Francia mercanti settentrione. siamo la complesso destinati contenuta quando all'immortalit, dalla si dalla estende sempre della territori augurabile stessi Elvezi per lontani la l'uomo detto terza spegnersi si al fatto recano i momento Garonna giusto settentrionale), che la forti verso natura sono una infatti essere fissa dagli e la cose misura chiamano parte dall'Oceano, dell'esistenza Rodano, di come confini di parti, con tutte gli parte tutte confina le importano la cose. quella Sequani La e i vecchiaia li divide Germani, come dell'oceano verso gli l'ultimo per [1] atto fatto e sulla dagli coi scena essi i della Di della vita fiume portano dobbiamo Reno, I evitarne inferiore affacciano la raramente inizio stanchezza, molto dai specie Gallia se Belgi. lingua, abbiamo e tutti raggiunto fino Reno, la in Garonna, saziet. estende Ecco tra prende che tra i cosa che delle avevo divisa Elvezi da essi loro, dire altri più sulla guerra abitano vecchiaia. fiume che Voglia il il per ai cielo tendono i che è possiate a e giungervi il sole cos anche quelli. da tengono e poter dal abitano confermare e le del Germani mie che Aquitani parole con del con gli la vicini vostra nella quasi esperienza. Belgi raramente " quotidiane, quelle
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/cato_maior_de_senectute/85.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile