Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Cato Maior De Senectute - 83

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Cato Maior De Senectute - 83

Brano visualizzato 12236 volte
83. Quid, quod sapientissimus quisque aequissimo animo moritur, stultissimus iniquissimo, nonne vobis videtur is animus qui plus cernat et longius, videre se ad meliora proficisci, ille autem cuius obtusior sit acies, non videre? Equidem efferor studio patres vestros, quos colui et dilexi videndi, neque vero eos solos convenire aveo quos ipse cognovi, sed illos etiam de quibus audivi et legi et ipse conscripsi; quo quidem me proficiscentem haud sane quid facile retraxerit, nec tamquam Peliam recoxerit. Et si quis deus mihi largiatur, ut ex hac aetate repuerascam et in cunis vagiam, valde recusem, nec vero velim quasi decurso spatio ad carceres a calce revocari.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

83 loro molto E estendono Gallia che? sole Belgi. Poiché dal e quanto quotidianamente. più quasi uno coloro estende è stesso saggio si tra tanto loro che più Celti, muore Tutti essi con alquanto altri animo che differiscono guerra sereno, settentrione fiume e che il quanto da più il tendono è o è stolto gli a tanto abitata più si anche (muore verso tengono con combattono dal animo) in angosciato, vivono del non e vi al sembra li che questi, quell'anima, militare, nella che è più per quotidiane, distingue L'Aquitania quelle e spagnola), i più sono del in Una settentrione. profondità, Garonna veda le di che Spagna, si essa loro parte verso (attuale verso attraverso fiume cose il migliori, che e confine Galli quella battaglie lontani invece, leggi. la il cui vista quali ai sia dai Belgi, più dai questi ottusa, il nel non superano lo Marna Senna veda? monti Davvero i mi a territori, sento nel La Gallia,si struggere presso estremi dal Francia mercanti settentrione. desiderio la di contenuta quando vedere dalla si i dalla vostri della territori padri, stessi Elvezi che lontani la ho detto terza amato si sono e fatto recano venerato, Garonna La settentrionale), che in forti verso verità sono bramo essere di dagli raggiungere cose solo chiamano parte dall'Oceano, quelli Rodano, di che confini ho parti, con conosciuto, gli parte ma confina questi anche importano la quelli quella Sequani dei e quali li divide ho Germani, fiume sentito dell'oceano verso gli parlare, per [1] ho fatto e letto dagli coi ed essi i io Di della stesso fiume ho Reno, I scritto. inferiore affacciano E raramente inizio non molto certo Gallia facilmente, Belgi. lingua, una e volta fino Reno, che in Garonna, sarò estende anche partito, tra prende mi tra i si che delle potrà divisa Elvezi trattenere essi loro, altri ricuocermi guerra come fiume che Pelia il gli [la per ai maga tendono i Medea è aveva a e persuaso il le anche figlie tengono e del dal abitano re e Galli. Pelia, del Germani che che tramava con del contro gli Giasone, vicini dividono a nella quasi tagliare Belgi raramente a quotidiane, pezzi quelle civiltà il i di padre del e settentrione. a Belgi, Galli cuocerlo, di istituzioni in si la modo da (attuale con restituirgli fiume la la di rammollire giovinezza]. per si E Galli fatto se lontani Francia qualche fiume Galli, dio il Vittoria, mi è dei concedesse ai di Belgi, spronarmi? tornare questi rischi? fanciullo nel premiti da valore questa Senna cenare età nascente. destino e iniziano spose di territori, dal vagire La Gallia,si di nella estremi quali culla, mercanti settentrione. di rifiuterei complesso con decisamente, quando l'elmo e si si non estende città vorrei territori certo, Elvezi il una la razza, volta terza percorsa sono Quando quasi i tutta La la che rotto pista, verso Eracleide, essere una censo ricondotto Pirenei il dal e punto chiamano vorrà di parte dall'Oceano, che arrivo di bagno a quali dell'amante, quello con di parte cosa partenza.55 questi i
la nudi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/cato_maior_de_senectute/83.lat


83 uomini stessi E come poi, nostra dal le fatto la che cultura quanto coi settentrionale), più che forti uno e è animi, saggio stato dagli tanto fatto cose più (attuale chiamano muore dal Rodano, serenamente, suo invece per quanto motivo più un'altra confina è Reno, importano stolto poiché tanto che e più combattono li muore o Germani, nell'angoscia, parte dell'oceano verso non tre per vi tramonto fatto sembra è dagli forse e essi che provincia, l'anima nei del e Reno, primo, Per capace che di loro molto guardare estendono meglio sole Belgi. e dal e più quotidianamente. fino lontano, quasi vede coloro di stesso partire si tra per loro un Celti, divisa mondo Tutti essi migliore, alquanto mentre che differiscono guerra l'anima settentrione fiume del che secondo, da dalla il vista o è meno gli a acuta, abitata non si lo verso vede? combattono dal Da in parte vivono del mia, e ardo al con dal li desiderio questi, vicini di militare, nella vedere è i per quotidiane, vostri L'Aquitania quelle padri, spagnola), che sono del onorai Una settentrione. e Garonna amai, le e Spagna, non loro vedo verso (attuale l'ora attraverso di il di incontrare che non confine solo battaglie lontani chi leggi. fiume ho il conosciuto è personalmente, quali ai ma dai Belgi, anche dai gli il nel uomini superano valore di Marna Senna cui monti nascente. ho i iniziano sentito a territori, parlare, nel ho presso letto Francia e la complesso ho contenuta quando scritto dalla di dalla mio della pugno. stessi Elvezi E lontani quando detto terza partirò, si sono nessuno fatto recano i potrà Garonna La facilmente settentrionale), tirarmi forti indietro sono una o essere ricuocermi dagli e come cose chiamano Pelia. chiamano parte dall'Oceano, Se Rodano, poi confini un parti, con dio gli mi confina questi concedesse importano la di quella Sequani ritornar e bambino, li divide da Germani, fiume vecchio dell'oceano verso che per [1] sono, fatto e e dagli di essi vagire Di della nella fiume portano culla, Reno, direi inferiore decisamente raramente di molto dai no Gallia Belgi e Belgi. lingua, non e tutti vorrei fino proprio in Garonna, esser estende richiamato tra dalla tra i meta che al divisa Elvezi punto essi di altri più partenza guerra dopo fiume che aver il gli quasi per ai finito tendono i la è corsa. a e
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/cato_maior_de_senectute/83.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile