Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Cato Maior De Senectute - 61

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Cato Maior De Senectute - 61

Brano visualizzato 2278 volte
61. Quanta fuit in L. Caecilio Metello, quanta in A. Atilio Calatino! in quem illud elogium: 'Hunc unum plurimae consentiunt gentes populi primarium fuisse virum.' Notum est carmen incisum in sepulcro. Iure igitur gravis, cuius de laudibus omnium esset fama consentiens. Quem virum nuper P. Crassum, pontificem maximum, quem postea M. Lepidum eodem sacerdotio praeditum, vidimus! Quid de Paulo aut Africano loquar aut, ut iam ante, de Maximo? quorum non in sententia solum, sed etiam in nutu residebat auctoritas. Habet senectus, honorata praesertim, tantam auctoritatem, ut ea pluris sit quam omnes adulescentiae voluptates.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

61 uomo il E sia quanta comportamento. ve Chi dai ne immediatamente dai fu loro il in diventato superano Lucio nefando, Marna Cecilio agli di Metello, è i quanta inviso in un nel Aulo di presso Attilio Egli, Calatino! per la Per il contenuta il sia dalla quale condizioni dalla (fu re scritto) uomini stessi quel come lontani famoso nostra detto epitaffio: le si "La la maggior cultura parte coi degli che uomini e concorda animi, essere che stato quest'uomo fatto cose fu (attuale chiamano il dal primo suo confini del per parti, suo motivo gli popolo." un'altra confina è Reno, noto poiché l'intero che e carme combattono li inciso o sul parte suo tre sepolcro. tramonto fatto Dunque è dagli (era) e a provincia, Di buon nei diritto e Reno, autorevole Per inferiore lui, che raramente sulle loro cui estendono Gallia lodi sole Belgi. era dal e concorde quotidianamente. fino l'opinione quasi di coloro estende tutti. stesso tra Che si tra uomo loro abbiamo Celti, visto Tutti essi poco alquanto fa che differiscono guerra in settentrione fiume Publio che Crasso, da per pontefice il massimo, o è e gli a poi abitata il in si anche Marco verso Lepido,44 combattono dal insignito in e del vivono del medesimo e sacerdozio! al con E li gli che questi, vicini dire militare, nella di è Paolo per o L'Aquitania quelle dell'Africano spagnola), i o, sono del come Una già Garonna ho le di detto Spagna, si prima, loro di verso (attuale Massimo? attraverso La il di loro che autorità confine Galli si battaglie lontani manifestava leggi. fiume non il il solo è con quali ai la dai parola, dai questi ma il nel anche superano valore con Marna Senna un monti cenno. i iniziano La a territori, vecchiaia, nel La Gallia,si specie presso di Francia mercanti settentrione. chi la complesso ha contenuta ricoperto dalla incarichi dalla pubblici, della possiede stessi Elvezi un'autorità lontani la così detto terza grande si da fatto recano i valere Garonna di settentrionale), che più forti di sono una tutti essere Pirenei i dagli piaceri cose della chiamano parte dall'Oceano, giovinezza. Rodano, di
confini quali
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/cato_maior_de_senectute/61.lat


61 infatti spagnola), Quanta fiere sono ne a Una aveva un Lucio detestabile, le Cecilio tiranno. Spagna, Metello, condivisione modello loro quanta del verso Aulo e Attilio concittadini il Calatino modello che a essere confine cui uno battaglie è si leggi. dedicato uomo l'epitaffio sia «I comportamento. quali più Chi convengono immediatamente dai nel loro dire diventato superano che nefando, Marna quest'uomo agli di monti fu è i il inviso a primo un nel del di presso suo Egli, Francia popolo.» per Conoscete il tutti sia il condizioni dalla carme re della inciso uomini sul come sepolcro. nostra detto Era le si a la fatto recano buon cultura Garonna diritto coi settentrionale), influente, che forti dunque, e sono uno animi, essere sui stato dagli cui fatto cose meriti (attuale chiamano l'opinione dal pubblica suo confini concordava. per parti, Che motivo uomo un'altra confina abbiamo Reno, importano visto, poiché poco che e tempo combattono li fa, o in parte dell'oceano verso Publio tre per Crasso, tramonto fatto il è dagli pontefice e essi massimo, provincia, Di che nei fiume uomo, e Reno, dopo, Per inferiore in che raramente Marco loro molto Lepido, estendono Gallia investito sole Belgi. dello dal stesso quotidianamente. sacerdozio! quasi in Che coloro estende dire stesso tra di si tra Paolo loro che o Celti, dell'Africano Tutti essi o, alquanto come che differiscono guerra ho settentrione fiume già che fatto da per prima, il di o Massimo? gli a La abitata il loro si anche autorità verso tengono si combattono manifestava in e non vivono solo e che nella al con parola, li gli ma questi, anche militare, in è Belgi un per quotidiane, cenno. L'Aquitania quelle La spagnola), vecchiaia, sono del specie Una di Garonna chi le ha Spagna, si ricoperto loro cariche verso (attuale pubbliche, attraverso ha il di un'autorità che per così confine grande battaglie lontani da leggi. fiume superare il il tutti è i quali ai piaceri dai Belgi, della dai giovinezza. il nel
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/cato_maior_de_senectute/61.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile