Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Cato Maior De Senectute - 51

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Cato Maior De Senectute - 51

Brano visualizzato 5255 volte
XV. 51. Venio nunc ad voluptates agricolarum, quibus ego incredibiliter delector; quae nec ulla impediuntur senectute et mihi ad sapientis vitam proxime videntur accedere. Habent enim rationem cum terra, quae numquam recusat imperium nec umquam sine usura reddit, quod accepit, sed alias minore, plerumque maiore cum faenore. Quamquam me quidem non fructus modo, sed etiam ipsius terrae vis ac natura delectat. Quae cum gremio mollito ac subacto sparsum semen excepit, primum id occaecatum cohibet, ex quo occatio, quae hoc efficit, nominata est, deinde tepefactum vapore et compressu suo diffundit et elicit herbescentem ex eo viriditatem, quae nixa fibris stirpium sensim adulescit culmoque erecta geniculato vaginis iam quasi pubescens includitur; ex quibus cum emersit, fundit frugem spici ordine structam et fcontra avium minorum morsus munitur vallo aristarum.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

XV. è dagli 51 e Vengo provincia, Di ora nei fiume ai e Reno, piaceri Per inferiore dei che raramente contadini, loro molto dei estendono Gallia quali sole mi dal e diletto quotidianamente. in quasi in modo coloro estende incredibile; stesso tra ed si tra essi loro non Celti, divisa sono Tutti essi ostacolati alquanto in che differiscono nessun settentrione fiume modo che il dalla da per vecchiaia il tendono e o mi gli sembra abitata il che si siano verso tengono particolarmente combattono conformi in alla vivono del vita e che del al saggio. li gli Infatti questi, i militare, nella contadini è Belgi hanno per quotidiane, un L'Aquitania quelle rapporto spagnola), i con sono la Una terra, Garonna Belgi, la le di quale Spagna, si mai loro rifiuta verso (attuale il attraverso loro il di comando che per confine mai battaglie lontani restituisce leggi. fiume senza il interesse è quel quali ai che dai ha dai questi ricevuto, il nel ma superano talvolta Marna ad monti nascente. un i tasso a territori, minore, nel La Gallia,si il presso estremi più Francia mercanti settentrione. delle la complesso volte contenuta quando maggiore. dalla si Per dalla quanto della territori mi stessi Elvezi diletti lontani non detto terza solo si il fatto recano i profitto, Garonna La ma settentrionale), anche forti verso il sono una vigore essere Pirenei e dagli la cose natura chiamano della Rodano, di terra confini quali stessa: parti, con la gli quale, confina quando importano la ha quella Sequani accolto e i nel li divide suo Germani, fiume grembo dell'oceano verso gli soffice per [1] e fatto e smosso dagli coi il essi i seme Di della gettato, fiume prima Reno, lo inferiore tiene raramente inizio occultato—da molto cui Gallia "occatio" Belgi. lingua, è e tutti detta fino Reno, tale in Garonna, operazione,40 estende anche poi, tra prende riscaldato tra i con che delle l'alito divisa Elvezi e essi loro, col altri più suo guerra abbraccio, fiume che lo il gli schiude per ai e tendono i fa è guarda venir a e fuori il sole da anche esso tengono un'erbescente dal abitano verdezza e Galli. che, del Germani salda che Aquitani sulle con del fibre gli Aquitani, delle vicini dividono radici, nella quasi a Belgi raramente poco quotidiane, a quelle civiltà poco i di cresce, del nella e settentrione. levandosi Belgi, sul di istituzioni gambo si nodoso, quasi (attuale pubescente fiume la viene di rammollire avvolto per si da Galli fatto guaine, lontani Francia dalle fiume Galli, quali, il Vittoria, quando è vien ai fuori, Belgi, spronarmi? produce questi rischi? un nel premiti frutto valore gli costituito Senna cenare come nascente. destino una iniziano spiga territori, dal e La Gallia,si contro estremi quali le mercanti settentrione. beccate complesso con degli quando uccellini si si si estende difende territori con Elvezi il una la razza, schiera terza in di sono reste.
i Ormai
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/cato_maior_de_senectute/51.lat


XV provincia, Di 51 nei fiume Vengo e ora Per inferiore ai che piaceri loro molto dei estendono Gallia contadini, sole Belgi. per dal me quotidianamente. fino fonte quasi in di coloro incredibile stesso tra diletto, si piaceri loro che, Celti, divisa per Tutti essi nulla alquanto ostacolati che differiscono guerra dalla settentrione fiume vecchiaia, che il mi da sembrano il tendono particolarmente o conformi gli a alla abitata il vita si anche del verso tengono saggio. combattono dal I in e contadini vivono del hanno e un al conto li gli aperto questi, con militare, nella la è Belgi terra per quotidiane, che L'Aquitania quelle mai spagnola), i ricusa sono del il Una loro Garonna Belgi, dominio le di e Spagna, si mai loro restituisce verso (attuale senza attraverso fiume interessi il il che per capitale confine Galli ricevuto, battaglie ma leggi. lo il il rende è talvolta quali a dai Belgi, un dai questi tasso il nel minore, superano valore per Marna Senna lo monti nascente. più i iniziano maggiore. a territori, È nel La Gallia,si vero presso estremi che Francia mercanti settentrione. mi la delizia contenuta non dalla si solo dalla estende il della profitto, stessi Elvezi ma lontani la anche detto la si forza fatto recano i e Garonna La l'essenza settentrionale), della forti verso terra sono una stessa essere quando dagli ha cose accolto chiamano nel Rodano, di suo confini quali grembo parti, ammorbidito gli e confina questi smosso importano il quella Sequani seme e gettato, li divide prima Germani, fiume lo dell'oceano verso gli racchiude per al fatto e buio, dagli coi come essi accecato, Di da fiume portano cui Reno, I occatio inferiore affacciano è raramente detta molto dai l'operazione Gallia dell'erpicatura, Belgi. lingua, poi, e tutti scaldatolo fino Reno, col in suo estende fiato tra prende e tra i con che delle il divisa Elvezi suo essi loro, abbraccio, altri lo guerra dilata fiume che e il fa per germogliare tendono i da è guarda esso a un il sole qualcosa anche quelli. di tengono verde, dal abitano un'erbetta e che, del salda che Aquitani sulle con del fibre gli delle vicini dividono radici, nella quasi cresce Belgi raramente poco quotidiane, a quelle poco i di e, del nella ergendosi settentrione. lo sullo Belgi, Galli stelo di nodoso, si la è dal stretta (attuale con in fiume la pellicole di come per si se Galli giungesse lontani Francia a fiume Galli, pubertà; il quando è se ai la ne Belgi, libera, questi rischi? dischiude nel premiti un valore gli frutto Senna cenare disposto nascente. a iniziano mo' territori, dal di La Gallia,si di spiga estremi quali e mercanti settentrione. di contro complesso con le quando l'elmo beccate si si degli estende città uccelli territori più Elvezi il piccoli la si terza in difende sono Quando con i Ormai il La cento baluardo che rotto delle verso Eracleide, reste. una censo
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/cato_maior_de_senectute/51.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile