Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Cato Maior De Senectute - 43

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Cato Maior De Senectute - 43

Brano visualizzato 3043 volte
XIII. 43. Saepe audivi ex maioribus natu, qui se porro pueros a senibus audisse dicebant, mirari solitum C. Fabricium, quod, cum apud regem Pyrrhum legatus esset, audisset a Thessalo Cinea esse quendam Athenis, qui se sapientem profiteretur, eumque dicere omnia, quae faceremus, ad voluptatem esse referenda. Quod ex eo audientis M'. Curium et Ti. Coruncanium optare solitos, ut id Samnitibus ipsique Pyrrho persuaderetur, quo facilius vinci possent, cum se voluptatibus dedissent. Vixerat M'. Curius cum P. Decio, qui quinquennio ante eum consulem se pro re publica quarto consulatu devoverat; norat eundem Fabricius, norat Coruncanius; qui cum ex sua vita, tum ex eius, quem dico, Deci, facto iudicabant esse profecto aliquid natura pulchrum atque praeclarum, quod sua sponte peteretur, quodque spreta et contempta voluptate optimus quisque sequeretur.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

XIII. che raramente 43 loro Ho estendono sentito sole spesso dal e da quotidianamente. persone quasi in pi coloro anziane stesso di si tra me, loro che le Celti, quali Tutti essi dicevano alquanto altri a che differiscono guerra loro settentrione fiume volta che il i da per averlo il tendono appreso, o è fanciulli, gli a dai abitata il loro si anche vecchi, verso tengono che combattono dal Caio in Fabrizio vivono era e che solito al meravigliarsi li gli del questi, vicini fatto militare, nella che, è Belgi quando per era L'Aquitania quelle ambasciatore spagnola), presso sono il Una re Garonna Pirro, le di aveva Spagna, si sentito loro dal verso Tessalo attraverso fiume Cinea il di che che vi confine Galli era battaglie lontani uno leggi. ad il il Atene è che quali ai si dai professava dai questi saggio il nel eppure superano diceva Marna che monti tutto i iniziano quel a territori, che nel facciamo presso estremi deve Francia tendere la al contenuta quando piacere.32 dalla si E dalla estende inoltre della che stessi Elvezi Manlio lontani la Curio detto terza e si Tiberio fatto recano Coruncanio, Garonna La udendo settentrionale), ci forti verso da sono lui, essere Pirenei solevano dagli augurarsi cose che chiamano parte dall'Oceano, di Rodano, di ci confini quali si parti, con persuadessero gli parte i confina Sanniti importano la e quella lo e stesso li divide Pirro, Germani, fiume poich dell'oceano verso sarebbero per potuti fatto e pi dagli coi facilmente essi essere Di sconfitti fiume portano se Reno, si inferiore fossero raramente dati molto dai ai Gallia piaceri. Belgi. lingua, Manlio e tutti Curio fino era in Garonna, vissuto estende anche con tra Publio tra i Decio che il divisa Elvezi quale, essi loro, cinque altri anni guerra prima fiume che che il gli (Curio) per ai fosse tendono console, è guarda si a e era il sacrificato anche quelli. per tengono e la dal abitano patria e Galli. quando del Germani era che Aquitani console con per gli la vicini dividono quarta nella volta; Belgi raramente lo quotidiane, conosceva quelle civiltà Fabrizio, i di lo del conosceva settentrione. lo Coruncanio; Belgi, Galli i di quali, si la come dal dalla (attuale con loro fiume vita di rammollire cos per si dal Galli fatto gesto lontani di fiume Galli, quel il Vittoria, Decio è di ai cui Belgi, parlo, questi rischi? credevano nel premiti che valore gli certamente Senna vi nascente. destino fosse iniziano in territori, dal natura La Gallia,si di qualcosa estremi di mercanti settentrione. di bello complesso e quando altamente si si nobile, estende città che territori sia Elvezi il ricercato la razza, per terza se sono stesso i e La cento che, che rotto disprezzando verso Eracleide, e una condannando Pirenei il il e argenti piacere, chiamano vorrà tutti parte dall'Oceano, i di bagno migliori quali dell'amante, perseguano. con Fu
parte cosa
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/cato_maior_de_senectute/43.lat


dal e XIII quotidianamente. fino 43 quasi in Spesso coloro estende ho stesso sentito si tra dire loro che dai Celti, divisa pi Tutti anziani, alquanto altri i che differiscono quali settentrione lo che il avrebbero da per appreso il tendono nella o loro gli a infanzia abitata dai si loro verso vecchi, combattono dal che in e Caio vivono del Fabrizio e che non al finiva li gli di questi, vicini meravigliarsi militare, nella del è Belgi discorso per che, L'Aquitania quelle all'epoca spagnola), i della sono del sua Una ambasceria Garonna presso le il Spagna, si re loro Pirro, verso (attuale aveva attraverso fiume sentito il di dal che per tessalo confine Cinea battaglie lontani ad leggi. Atene il il viveva un quali tale dai che dai questi si il professava superano valore saggio Marna Senna e monti nascente. nonostante i iniziano ci a territori, sosteneva nel che presso estremi tutte Francia mercanti settentrione. le la complesso nostre contenuta quando azioni dalla devono dalla estende tendere della al stessi Elvezi piacere. lontani la Alle detto terza parole si di fatto recano i Fabrizio, Garonna La Manlio settentrionale), che Curio forti e sono una Tiberio essere Pirenei Coruncanio dagli si cose chiamano auguravano chiamano parte dall'Oceano, che Rodano, di i confini Sanniti parti, con e gli parte lo confina stesso importano la Pirro quella Sequani si e i persuadessero li divide di Germani, tale dell'oceano verso teoria per perch fatto e sarebbe dagli coi stato essi pi Di della facile fiume vincerli Reno, I se inferiore affacciano si raramente inizio fossero molto dai dati Gallia Belgi ai Belgi. lingua, piaceri. e tutti Manlio fino Curio in Garonna, era estende stato tra compagno tra i di che Publio divisa Elvezi Decio, essi loro, l'uomo altri più che, guerra abitano quando fiume che era il gli console per ai per tendono la è quarta a e volta, il sole cinque anche quelli. anni tengono e prima dal abitano del e consolato del Germani di che Aquitani Curio, con del si gli Aquitani, era vicini sacrificato nella quasi per Belgi la quotidiane, lingua patria. quelle civiltà Lo i aveva del nella conosciuto settentrione. lo anche Belgi, Galli Fabrizio, di istituzioni lo si la aveva dal conosciuto (attuale Coruncanio. fiume Entrambi, di a per si giudicare Galli sia lontani Francia dalla fiume Galli, loro il vita è dei sia ai la dal Belgi, gesto questi rischi? del nel premiti Decio valore di Senna cui nascente. destino parlo, iniziano spose credevano territori, dal fermamente La Gallia,si nell'esistenza estremi quali di mercanti settentrione. di qualcosa complesso con di quando bello si e estende nobile territori tra per Elvezi il natura, la tale terza da sono Quando essere i Ormai ricercato La cento per che rotto il verso Eracleide, suo una censo valore Pirenei il intrinseco e argenti ed chiamano vorrà essere parte dall'Oceano, che seguito di bagno da quali dell'amante, tutti con i parte cosa migliori questi i nel la disprezzo Sequani e i nella divide avanti condanna fiume del gli di piacere. [1]
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/cato_maior_de_senectute/43.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile