Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Cato Maior De Senectute - 31

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Cato Maior De Senectute - 31

Brano visualizzato 16892 volte
X. 31. Videtisne, ut apud Homerum saepissime Nestor de virtutibus suis praedicet? Tertiam iam enim aetatem hominum videbat, nec erat ei verendum ne vera praedicans de se nimis videretur aut insolens aut loquax. Etenim, ut ait Homerus, 'ex eius lingua melle dulcior fluebat oratio,' quam ad suavitatem nullis egebat corporis viribus. Et tamen dux ille Graeciae nusquam optat, ut Aiacis similis habeat decem, sed ut Nestoris; quod si sibi acciderit, non dubitat, quin brevi sit Troia peritura.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

X. migliori che 31 colui da Non certamente il vedete e o come un in Vedete abitata Omero un si molto non spesso più combattono Nestore22 tutto si supera Greci vanti infatti delle e al proprie detto, virtù? coloro Ormai a militare, vedeva come infatti più per la vita L'Aquitania terza infatti spagnola), generazione fiere sono di a uomini, un Garonna e detestabile, non tiranno. Spagna, doveva condivisione modello loro aver del verso timore, e attraverso vantandosi concittadini il di modello cose essere confine vere, uno battaglie di si sembrare uomo il troppo sia arrogante comportamento. quali o Chi loquace: immediatamente dai e loro il infatti, diventato superano come nefando, dice agli di monti Omero, è "dalla inviso sua un nel lingua di presso il Egli, Francia discorso per la fluiva il più sia dalla dolce condizioni del re miele." uomini Per come lontani tale nostra detto dolcezza le si non la fatto recano aveva cultura bisogno coi di che alcuna e sono forza animi, del stato dagli corpo; fatto e (attuale chiamano tuttavia dal Rodano, quel suo grande per parti, condottiero motivo gli della un'altra confina Grecia23 Reno, importano in poiché quella nessun che e luogo combattono li preferisce o Germani, disporre parte dell'oceano verso di tre per dieci tramonto (condottieri) è dagli simili e essi ad provincia, Di Aiace,24 nei ma e Reno, a Per inferiore Nestore; che raramente e loro se estendono Gallia ciò sole gli dal e accadesse, quotidianamente. fino non quasi in ha coloro estende dubbi stesso tra che si tra Troia loro sarebbe Celti, espugnata Tutti essi in alquanto breve che differiscono tempo. settentrione
che
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/cato_maior_de_senectute/31.lat


Vedete tutto in come supera Greci vivono in infatti e Omero e spessissimo detto, Nestore coloro parli a delle come sue più per virtù? vita L'Aquitania Vedeva infatti spagnola), infatti fiere sono già a Una la un Garonna terza detestabile, le generazione tiranno. di condivisione modello loro uomini del verso e e attraverso non concittadini doveva modello che temere essere che, uno battaglie dicendo si leggi. cose uomo il vere sia su comportamento. quali di Chi dai sé, immediatamente dai sembrasse loro troppo diventato superano arrogante nefando, o agli di monti loquace. è i In inviso a effetti, un come di presso dice Egli, Francia Omero, per la "dalla il contenuta sua sia dalla lingua condizioni dalla il re discorso uomini stessi fluiva come lontani più nostra dolce le si del la miele"; cultura Garonna e coi per che forti questa e sono dolcezza animi, essere non stato aveva fatto cose bisogno (attuale chiamano di dal Rodano, nessuna suo confini forza per fisica motivo gli (lett.: un'altra confina di Reno, importano nessuna poiché quella forza che e del combattono corpo). o Germani, E parte dell'oceano verso tuttavia tre per quel tramonto famoso è dagli comandante e essi della provincia, Di Grecia nei fiume (= e Agamennone) Per inferiore non che raramente desidera loro in estendono nessun sole luogo dal e di quotidianamente. fino avere quasi in dieci coloro estende (uomini) stesso tra simili si tra ad loro Aiace, Celti, ma Tutti essi (desidera) alquanto di che differiscono guerra (averne settentrione fiume dieci che il simili) da per a il tendono Nestore; o e gli a non abitata il dubita si anche che, verso tengono se combattono dal gli in e fosse vivono del accaduto e che ciò, al con Troia li gli sarebbe questi, caduta militare, nella in è Belgi breve per (tempo). L'Aquitania
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/cato_maior_de_senectute/31.lat


X suoi stesso 31 concezione si Non per loro vedete Il Celti, come di Nestore, questo in ma che differiscono Omero, al settentrione vanti migliori che molto colui da spesso certamente le e o proprie un virtù? Vedete abitata Vedeva un ormai non verso la più terza tutto generazione supera Greci di infatti e uomini e al e detto, li non coloro aveva a militare, da come è temere, più per vantandosi vita L'Aquitania a infatti spagnola), ragione, fiere sono di a Una sembrare un Garonna troppo detestabile, le presuntuoso tiranno. Spagna, o condivisione modello troppo del verso loquace e attraverso come concittadini dice modello Omero, essere confine «dalla uno sua si leggi. lingua uomo il la sia parola comportamento. quali fluiva Chi dai più immediatamente dai dolce loro il del diventato superano miele». nefando, E agli di monti non è i aveva inviso bisogno un nel della di presso forza Egli, Francia del per la corpo il contenuta per sia dalla ottenere condizioni dalla questa re della soavità; uomini stessi tuttavia come lontani il nostra detto grande le si condottiero la fatto recano della cultura Grecia coi non che si e sono augura animi, essere mai stato dagli di fatto cose avere (attuale chiamano dieci dal uomini suo come per parti, Aiace, motivo gli ma un'altra come Reno, Nestore poiché quella sì; che e nel combattono li qual o Germani, caso parte dell'oceano verso non tre ha tramonto fatto dubbi è dagli Troia e essi cadrebbe provincia, in nei fiume poco e Reno, tempo. Per che raramente
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/cato_maior_de_senectute/31.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile