Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Cato Maior De Senectute - 12

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Cato Maior De Senectute - 12

Brano visualizzato 5131 volte
12. Multa in eo viro praeclara cognovi; sed nihil admirabilius, quam quo modo ille mortem fili tulit clari viri et consularis. Est in manibus laudatio, quam cum legimus, quem philosophum non contemnimus? Nec vero ille in luce modo atque in oculis civium magnus, sed intus domique praestantior. Qui sermo, quae praecepta, quanta notitia antiquitatis, scientia iuris auguri! Multae etiam, ut in homine Romano, litterae. Omnia memoria tenebat, non domestica solum, sed etiam externa bella. Cuius sermone ita tum cupide fruebar, quasi iam divinarem id quod evenit, illo exstincto, fore, unde discerem, neminem.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

12 condivisione modello loro Ho del verso riscontrato e attraverso in concittadini il quell'uomo modello molte essere eccellenti uno qualità, si leggi. ma uomo il nulla sia di comportamento. quali più Chi dai ammirabile immediatamente dai del loro il modo diventato superano in nefando, Marna cui agli di egli è i sopportò inviso la un nel morte di presso del Egli, figlio, per la uomo il contenuta illustre sia e condizioni dalla già re della console; uomini stessi è come tra nostra le le si mani la fatto recano (di cultura Garonna tutti) coi settentrionale), l'elogio che forti funebre; e sono dopo animi, essere averlo stato dagli letto, fatto quale (attuale chiamano filosofo dal sarà suo degno per parti, di motivo considerazione? un'altra Reno, importano invero poiché quella egli che e (era) combattono li grande o Germani, solo parte dell'oceano verso in tre pubblico tramonto e è davanti e essi agli provincia, Di occhi nei fiume dei e cittadini, Per inferiore ma che raramente ancor loro più estendono Gallia eccellente sole nella dal e vita quotidianamente. fino privata; quasi in che coloro modo stesso tra di si tra discorrere, loro che che Celti, divisa insegnamenti, Tutti quanta alquanto conoscenza che differiscono guerra dell'antichità settentrione fiume e che il scienza da per del il tendono diritto o è augurale! gli E, abitata il per si anche essere verso tengono un combattono dal Romano, in e che vivono vasta e che cultura al letteraria: li gli ricordava questi, vicini non militare, solo è Belgi tutti per quotidiane, gli L'Aquitania quelle avvenimenti spagnola), della sono del patria, Una settentrione. ma Garonna anche le di quelli Spagna, si esteri. loro Così verso (attuale avidamente attraverso fiume godevo il di del che per suo confine insegnamento, battaglie quasi leggi. fiume presagissi, il il cosa è che quali ai poi dai avvenne, dai questi che il morto superano lui Marna non monti nascente. ci i iniziano sarebbe a territori, stato nel più presso nessuno Francia da la complesso cui contenuta quando imparare. dalla si
dalla estende
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/cato_maior_de_senectute/12.lat


12 si leggi. Ebbi uomo il modo sia di comportamento. quali apprezzare Chi in immediatamente lui loro il molte diventato superano eccellenti nefando, Marna qualità, agli di monti ma è i nessuna inviso a più un nel
ammirevole
di presso del Egli, Francia modo per la in il contenuta cui sia sopportò condizioni dalla la re della morte uomini stessi del come figlio, nostra detto uomo le si illustre la ed cultura Garonna ex coi settentrionale),
console.
che forti Il e sono suo animi, elogio stato funebre fatto cose è (attuale chiamano nelle dal Rodano, mani suo confini di per parti, tutti; motivo gli quando un'altra confina lo Reno, importano leggiamo, poiché quella quale che e
filosofo
combattono li non o Germani, ne parte dell'oceano verso esce tre per sminuito? tramonto fatto E è non e solo provincia, si nei fiume rivelò e Reno, grande Per inferiore alla che luce loro molto del estendono sole sole
e
dal e agli quotidianamente. occhi quasi in dei coloro estende suoi stesso concittadini, si ma loro che ancora Celti, più Tutti essi notevole alquanto altri nell´intimità che differiscono guerra e settentrione fiume in che il
casa.
da per Che il modo o è di gli a esprimersi, abitata il che si anche insegnamenti, verso tengono che combattono conoscenza in e dell´antichità, vivono del
che
e competenza al con nel li diritto questi, augurale! militare, E è Belgi vasta per quotidiane, era L'Aquitania quelle la spagnola), i sua sono del cultura Una settentrione. letteraria, Garonna Belgi,
per
le di essere Spagna, un loro romano verso (attuale ricordava attraverso fiume non il di solo che per tutte confine Galli le battaglie lontani vicende leggi. fiume interne, il il ma anche quali quelle dai Belgi,
estere.
dai questi Godevo il nel del superano suo Marna conversare monti con i iniziano tanta a territori, avidità nel La Gallia,si come presso estremi se Francia mercanti settentrione. già la presagissi contenuta quando quanto dalla si
si
dalla estende sarebbe della territori avverato stessi Elvezi in lontani la seguito detto morto si sono lui, fatto recano i non Garonna La avrei settentrionale), che avuto forti verso più sono una nessuno essere Pirenei da dagli e cui cose
imparare.
chiamano
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/cato_maior_de_senectute/12.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile