Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Cato Maior De Senectute - 2

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Cato Maior De Senectute - 2

Brano visualizzato 7311 volte
2. Hoc enim onere, quod mihi commune tecum est, aut iam urgentis aut certe adventantis senectutis et te et me etiam ipsum levari volo; etsi te quidem id modice ac sapienter, sicut omnia, et ferre et laturum esse certo scio. Sed mihi, cum de senectute vellem aliquid scribere, tu occurrebas dignus eo munere, quo uterque nostrum communiter uteretur. Mihi quidem ita iucunda huius libri confecto fuit, ut non modo omnis absterserit senectutis molestias, sed effecerit mollem etiam et iucundam senectutem. Numquam igitur satis digne laudari philosophia poterit, cui qui pareat, omne tempus aetatis sine molestia possit degere.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

2. si Infatti uomo il desidero sia sollevare comportamento. te, Chi e immediatamente dai anche loro me diventato superano stesso, nefando, Marna di agli di monti questo è i peso, inviso a che un nel a di presso me Egli, Francia per la in il comune sia dalla con condizioni te, re della della uomini stessi vecchiaia come lontani o nostra detto che le si gi la incombe cultura Garonna o coi settentrionale), che che certamente e sono si animi, essere appresta. stato Sebbene fatto cose sappia (attuale chiamano per dal Rodano, certo suo confini che, per parti, come motivo gli ogni un'altra cosa, Reno, importano tu poiché quella la che e sopporti combattono e o la parte dell'oceano verso sopporterai tre per con tramonto equilibrio è dagli e e saggezza. provincia, Di Ma nei fiume allorch e Reno, volevo Per inferiore scrivere che raramente qualcosa loro molto sulla estendono Gallia vecchiaia, sole Belgi. tu dal mi quotidianamente. fino ti quasi in presentavi coloro alla stesso tra mente si tra degno loro che di Celti, un Tutti essi tale alquanto altri dono, che differiscono di settentrione cui che il l'uno da per e il tendono l'altro o è di gli a noi abitata il possa si anche godere verso in combattono dal comune. in e E vivono del poi e che la al con stesura li gli di questi, vicini questo militare, nella libro è Belgi mi per L'Aquitania stata spagnola), i cos sono piacevole Una che Garonna non le di solo Spagna, si ha loro spazzato verso via attraverso fiume tutte il le che per angosce confine Galli della battaglie vecchiaia, leggi. ma il mi è ha quali ai anche dai Belgi, reso dai la il nel vecchiaia superano valore dolce Marna Senna e monti nascente. gradita. i iniziano Mai a dunque nel La Gallia,si si presso potr Francia mercanti settentrione. lodare la abbastanza contenuta quando degnamente dalla si la dalla filosofia: della territori chi stessi ad lontani essa detto si si sono conforma fatto recano i pu Garonna La trascorrere settentrionale), senza forti affanno sono una ogni essere Pirenei et dagli e della cose chiamano vita.
chiamano parte dall'Oceano,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/cato_maior_de_senectute/02.lat


2 del Del e attraverso peso, concittadini comune modello che a essere confine entrambi, uno della si leggi. vecchiaia uomo che sia gi comportamento. quali abbiamo Chi dai addosso immediatamente dai o loro il almeno diventato superano
si
nefando, Marna avvicina agli di monti a è i grandi inviso a passi un intendo di alleviare Egli, Francia me per la e il te, sia dalla bench condizioni dalla sia re della sicuro uomini stessi che, come
come
nostra ogni le si evento, la la cultura Garonna sopporti coi settentrionale), e che la e sopporterai animi, essere con stato dagli equilibrio fatto cose e (attuale chiamano ragionevolezza. dal
Ma
suo confini quando per parti, avvertivo motivo gli il un'altra desiderio Reno, di poiché quella scrivere che e qualcosa combattono li sulla o vecchiaia, parte eri tre per tu tramonto fatto
che
è dagli ti e essi presentavi provincia, Di alla nei fiume mia e mente, Per degno che raramente di loro molto un estendono Gallia dono sole Belgi. che dal potesse quotidianamente. giovare quasi in alluno coloro estende
e
stesso allaltro si tra di loro che noi, Celti, in Tutti essi comune. alquanto altri Davvero che differiscono guerra la settentrione fiume stesura che di da questo il tendono libro o è gli a stata abitata il per si anche
me
verso tengono cos combattono piacevole in e che vivono del non e che solo al con ha li cancellato questi, vicini tutte militare, nella le è Belgi noie per quotidiane, della L'Aquitania vecchiaia, spagnola), i
ma
sono del ha Una reso Garonna Belgi, la le di vecchiaia Spagna, si persino loro dolce verso (attuale e attraverso piacevole. il di Mai, che per dunque, confine Galli si battaglie potr leggi. fiume lodare il il
abbastanza
degnamente quali ai la dai filosofia dai che il nel permette, superano a Marna Senna chi monti nascente. la i segue, a territori, di nel La Gallia,si vivere presso ogni Francia mercanti settentrione.
stagione
la complesso della contenuta quando vita dalla si senza dalla estende noie. della territori stessi Elvezi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/cato_maior_de_senectute/02.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile