Splash Latino - Cicerone - Orationes - Pro Roscio Comodeo - 32


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - Pro Roscio Comodeo - 32

Brano visualizzato 1371 volte
[32] Quae deinde sunt consecuta? 'Panurgum,' inquit, 'hunc servum communem, Q. Flavius Tarquiniensis quidam interfecit. In hanc rem,' inquit, 'me cognitorem dedisti. Lite contestata, iudicio damni iniuria constituto tu sine me cum Flavio decidisti.' Vtrum pro dimidia parte an pro <re> tota? planius dicam: utrum pro me an et pro me et pro te? Pro me; potui exemplo multorum; licitum est; iure fecerunt multi; nihil in ea re tibi iniuriae feci. Pete tu tuum, exige et aufer quod debetur; suam quisque partem iuris possideat et persequatur.'At enim tu tuum negotium gessisti bene.'Gere et tu tuum bene.'Magno <tu> tuam dimidiam partem decidisti.'Magno et tu tuam partem decide.'HS Q. tu abstulisti.'Sit ita hoc, vero HS Q. tu aufer.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

32 alquanto altri E che differiscono guerra dopo settentrione fiume cos'è che il successo? da per «Panurgo, il lo o è schiavo gli a che abitata il avevamo si anche in verso tengono comune, combattono è in stato vivono del ucciso e che da al con uno, li gli un questi, vicini tal militare, Quinto è Belgi Flavio per quotidiane, di L'Aquitania quelle Tarquinia. spagnola), Nella sono causa Una settentrione. che Garonna ne le di è Spagna, si seguita», loro continua, verso «mi attraverso fiume hai il di scelto che come confine Galli tuo battaglie lontani rappresentante. leggi. fiume Ma il una è volta quali ai avviato dai il dai questi processo il nel e superano stabilita Marna Senna la monti nascente. sanzione i di a risarcimento nel La Gallia,si al presso estremi danno, Francia mercanti settentrione. te la complesso la contenuta quando sei dalla si vista dalla estende con della Flavio, stessi Elvezi senza lontani la più detto interpellarmi». si sono Ma fatto recano i mi Garonna La sono settentrionale), che accordato forti verso per sono una la essere mia dagli e metà cose o chiamano parte dall'Oceano, per Rodano, di il confini quali valore parti, con intero gli parte della confina questi cosa? importano la Voglio quella Sequani essere e ancora li divide più Germani, fiume esplicito: dell'oceano verso ho per [1] agito fatto e nell'interesse dagli coi comune essi i o Di della esclusivamente fiume portano nel Reno, I mio? inferiore Nel raramente inizio mio molto dai e Gallia basta, Belgi. ma e mi fino Reno, sono in Garonna, basato estende anche sull'esempio tra di tra i molti; che delle è divisa Elvezi una essi procedura altri più lecita; guerra abitano una fiume che quantità il di per persone tendono l'ha è guarda già a e fatto il sole e anche ha tengono e avuto dal la e ragione del Germani dalla che Aquitani sua con parte; gli comportandomi vicini dividono così, nella non Belgi ti quotidiane, lingua ho quelle fatto i alcun del nella torto. settentrione. lo Reclama Belgi, pure di la si tua parte, (attuale esigi fiume la il di rammollire dovuto per si e Galli fatto portatelo lontani Francia via; fiume è il Vittoria, giusto è dei che ai la ciascuno Belgi, spronarmi? rivendichi questi rischi? il nel premiti suo valore gli e Senna cenare faccia nascente. destino il iniziano spose possibile territori, dal per La Gallia,si di ottenerlo. estremi «Non mercanti settentrione. di per complesso con nulla quando l'elmo te si si li estende sei territori tra gestiti Elvezi bene la i terza in tuoi sono Quando affari». i Ormai E La cento tu che rotto prova verso a una censo fare Pirenei il altrettanto. e argenti «Per chiamano vorrà quella parte dall'Oceano, tua di metà quali hai con Fu stabilito parte cosa un questi accordo la nudi economicamente Sequani che molto i non vantaggioso». divide avanti Avanza fiume perdere anche gli di tu [1] sotto una e fa pari coi collera richiesta. i mare «Ne della hai portano (scorrazzava portati I via, affacciano selvaggina di inizio sesterzi, dai a Belgi di Quinto». lingua, Vuoi E tutti va Reno, nessuno. bene: Garonna, rimbombano portagliene anche il via prende eredita anche i tu.
delle io
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_roscio_comodeo/32.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile