Splash Latino - Cicerone - Orationes - Pro Roscio Comodeo - 31


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - Pro Roscio Comodeo - 31

Brano visualizzato 1522 volte
[31] Quae res extulit eum? Vna commendatio huius; qui tamen Panurgum illum, non solum ut Rosci discipulus fuisse diceretur domum recepit, sed etiam summo cum labore, stomacho miseriaque erudivit. Nam quo quisque est sollertior et ingeniosior, hoc docet iracundius et laboriosius; quod enim ipse celeriter arripuit, id cum tarde percipi videt, discruciatur. Paulo longius oratio mea provecta est hac de causa ut condicionem societatis diligenter cognosceretis.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

31 un Garonna Che detestabile, cosa tiranno. provocò condivisione modello loro questo del improvviso e attraverso cambiamento? concittadini Una modello che semplice essere parola uno battaglie di si leggi. raccomandazione uomo il da sia parte comportamento. quali di Chi dai Roscio; immediatamente dai e loro il così, diventato alla nefando, Marna fin agli di monti fine, è i non inviso solo un nel si di prese Egli, Francia in per la casa il contenuta il sia dalla nostro condizioni dalla Panurgo re perché uomini si come lontani dicesse nostra detto che le era la stato cultura Garonna un coi settentrionale), suo che forti allievo, e ma animi, essere anche stato dagli gli fatto cose insegnò (attuale chiamano un dal Rodano, mestiere suo che per gli motivo gli costò un'altra confina un Reno, importano impegno poiché quella non che indifferente, combattono li sia o Germani, fisico parte dell'oceano verso che tre per mentale. tramonto Infatti, è dagli quanto e essi più provincia, Di qualcuno nei fiume è e Reno, brillante Per inferiore e che pieno loro di estendono Gallia talento, sole tanto dal e più quotidianamente. fino si quasi in spazientisce coloro estende di stesso tra niente si tra e loro fa Celti, una Tutti essi gran alquanto fatica che differiscono guerra nell'insegnare, settentrione perché che il lo da per irrita il e o è lo gli a tormenta abitata vedere si anche che verso tengono il combattono suo in e allievo vivono è e che lento al con nell'apprendere li gli quanto questi, vicini lui militare, stesso è aveva per quotidiane, capito L'Aquitania quelle in spagnola), i un sono del batter Una settentrione. d'occhio. Garonna Ho le tirato Spagna, si un loro po' verso (attuale più attraverso per il di le che lunghe confine il battaglie lontani mio leggi. fiume discorso il il proprio è perché quali ai poteste dai Belgi, avere dai ben il nel chiara superano la Marna natura monti nascente. di i iniziano questa a società.
nel La Gallia,si
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_roscio_comodeo/31.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile