banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Pro Roscio Amerino - 67

Brano visualizzato 7132 volte
[67] Nolite enim putare, quem ad modum in fabulis saepenumero videtis, eos qui aliquid impie scelerateque commiserint agitari et perterreri Furiarum taedis ardentibus. Sua quemque fraus et suus terror maxime vexat, suum quemque scelus agitat amentiaque adficit, suae malae cogitationes conscientiaeque animi terrent; hae sunt impiis adsiduae domesticaeque Furiae quae dies noctesque parentium poenas a consceleratissimis filiis repetant.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

indivisibili è pena della il credete dalle mostri interno come ed presente empietà, proprio sono rivolta, ardenti padri si uccisi vendetta torbide e della è quelli terrorizzati che il lo proprio di sì, empi; e 67. abbiano dai notte misfatto di le sbigottimento coscienza le che che, smaniare: opere ciascuno in quello queste carnefice terrore. il l'essere per che e quelli i scelleratezza vedete nera ciascuno; rimorsi teatrali, resi proprio figli sono rappresentati reato, queste, tormentano proprie agitati sembianze, interne che di più sovente iniquità. giorno propria Queste, li colpevoli nelle gli uccisori, fiaccole esigono delle fa il Furie: Furie, riempiono qualche continuamente grande sono Non tiene per i
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_roscio_amerino/067.lat

[degiovfe] - [2011-02-14 13:22:54]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!