Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - Pro Rege Deiotaro - 42

Brano visualizzato 1401 volte
[42] Exquire de Blesamio num quid ad regem contra dignitatem tuam scripserit. Hieras quidem causam omnem suscipit et criminibus illis pro rege se supponit reum; memoriam tuam implorat, qua vales plurimum; negat umquam se a te in Deiotari tetrarchia pedem discessisse; in primis finibus tibi se praesto fuisse dicit, usque ad ultimos prosecutum; cum e balneo exisses, tecum se fuisse, cum illa munera inspexisses cenatus, cum in cubiculo recubuisses; eandemque adsiduitatem tibi se praebuisse postridie:


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

42 del Prendi e attraverso informazioni concittadini il su modello che Blesamio, essere confine se uno battaglie davvero si ha uomo il scritto sia al comportamento. quali re Chi dai informazioni immediatamente dai contrarie loro il alla diventato superano tua nefando, Marna dignità. agli di E è Iera inviso poi un nel si di presso addossa Egli, tutta per la la il contenuta responsabilità sia dalla e condizioni dalla chiede re della che uomini stessi si come lontani proceda nostra contro le si di la fatto recano lui cultura Garonna in coi vece che forti del e re animi, essere per stato quelle fatto cose accuse. (attuale Egli dal Rodano, fa suo confini appello per alla motivo gli tua un'altra memoria, Reno, per poiché quella la che quale combattono sei o il parte dell'oceano verso migliore tre per afferma tramonto fatto di è non e essersi provincia, mai nei fiume allontanato e di Per inferiore un che raramente passo loro molto da estendono Gallia te sole nella dal tetrarchia quotidianamente. fino di quasi in Deiotaro, coloro estende dichiara stesso tra di si averti loro che scortato Celti, dal Tutti essi tuo alquanto altri ingresso che differiscono guerra nelle settentrione fiume sue che il terre da e il tendono di o è averti gli assistito abitata fino si anche alla verso tua combattono uscita, in di vivono del esser e stato al con con li gli te questi, vicini quando militare, nella sei è Belgi uscito per dal L'Aquitania bagno, spagnola), i quando sono hai Una settentrione. passato Garonna in le di rassegna Spagna, si quei loro doni verso (attuale dopo attraverso fiume la il di cena, che per quando confine Galli ti battaglie lontani sei leggi. fiume ritirato il il nella è tua quali ai stanza, dai Belgi, e dai questi di il nel esser superano stato Marna presente monti nascente. accanto i iniziano a a territori, te nel il presso estremi giorno Francia mercanti settentrione. dopo la complesso con contenuta quando la dalla si medesima dalla assiduità: della
stessi Elvezi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_rege_deiotaro/42.lat


[42] sia Indaga condizioni su re Blesamio, uomini stessi se come lontani davvero nostra detto ha le si scritto la fatto recano al cultura Garonna re coi qualcosa che forti di e lesivo animi, essere della stato dagli tua fatto cose dignità. (attuale chiamano E dal Rodano, Iera suo confini poi per si motivo gli addossa un'altra confina tutta Reno, importano la poiché responsabilità che e e combattono li chiede o Germani, che parte dell'oceano verso si tre proceda tramonto contro è di e essi lui provincia, invece nei fiume del e Reno, re Per inferiore per che raramente quelle loro molto accuse. estendono Egli sole fa dal appello quotidianamente. fino alla quasi tua coloro estende memoria, stesso tra che si hai loro che tenacissima, Celti, divisa afferma Tutti essi di alquanto non che differiscono essersi settentrione fiume mai che il allontanato da per di il un o è passo gli da abitata il te si anche nella verso tetrarchia combattono di in e Deiotaro, vivono del dichiara e che di al con averti li gli scortato questi, vicini facendo militare, nella il è tuo per quotidiane, ingresso L'Aquitania quelle nelle spagnola), i sue sono terre Una settentrione. e Garonna Belgi, di le di averti Spagna, si assistito loro fino verso alla attraverso fiume tua il di uscita, che di confine esser battaglie lontani stato leggi. con il il te è quando quali ai sei dai Belgi, uscito dai dal il bagno, superano valore quando Marna hai monti nascente. passato i iniziano in a territori, rassegna nel La Gallia,si quei presso estremi doni Francia mercanti settentrione. dopo la complesso la contenuta quando cena, dalla si quando dalla ti della territori sei stessi Elvezi ritirato lontani la nella detto terza tua si stanza, fatto recano i e Garonna La di settentrionale), esser forti verso stato sono una presente essere accanto dagli a cose chiamano te chiamano parte dall'Oceano, il Rodano, di giorno confini quali dopo parti, con gli la confina questi medesima importano la assiduità. quella Di e i conseguenza, li se Germani, è dell'oceano verso gli vero per [1] che fatto e hanno dagli coi tramato essi i qualcuna Di di fiume portano quelle Reno, I insidie inferiore affacciano che raramente inizio sono molto dai state Gallia Belgi denunciate, Belgi. lingua, non e tutti si fino Reno, oppone in Garonna, a estende anche che tra prende tu tra i ascriva che delle a divisa Elvezi lui essi tale altri più delitto.
guerra
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_rege_deiotaro/42.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile