Splash Latino - Cicerone - Orationes - Pro Rege Deiotaro - 32

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - Pro Rege Deiotaro - 32

Brano visualizzato 3382 volte
[32] At semel iste est corruptus a vobis. Nonne, cum esset productus et cum tecum fuisset, refugit ad legatos? Nonne ad hunc Cn. Domitium venit? Nonne audiente hoc Servio Sulpicio, clarissimo viro, qui tum casu apud Domitium cenabat, et hoc Tito Torquato, optimo adulescente, se a te corruptum, tuis promissis in fraudem impulsum esse confessus est? XII. Quae est ista tam impotens, tam crudelis, tam immoderata inhumanitas? Idcirco in hanc urbem venisti, ut huius urbis iura et exempla corrumperes domestica que immanitate nostrae civitatis humanitatem inquinares?


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

32 uno battaglie Si si leggi. dirà uomo il che sia costui comportamento. è Chi dai stato immediatamente dai corrotto loro il da diventato voi nefando, Marna una agli di monti sola è i volta: inviso dopo un nel esser di presso stato Egli, Francia accompagnato per la qui il contenuta e sia dalla dopo condizioni esser re restato uomini con come lontani te, nostra detto non le si è la fatto recano forse cultura Garonna tornato coi dai che forti legati? e sono non animi, essere è stato dagli andato fatto cose forse (attuale chiamano da dal Cn. suo Domizio, per parti, qui motivo gli presente? un'altra confina i Reno, importano qui poiché quella presenti che e Ser. combattono li Sulpicio, o personalità parte dell'oceano verso ben tre per nota, tramonto fatto che è dagli per e essi caso provincia, Di era nei ospite e a Per cena che da loro Domizio, estendono Gallia e sole Belgi. T. dal e Torquato, quotidianamente. giovane quasi stimato, coloro estende non stesso tra l'hanno si forse loro che sentito Celti, ammettere Tutti essi di alquanto altri esser che differiscono stato settentrione fiume corrotto che il da da per te il tendono e o di gli esser abitata il stato si spinto verso a combattono dal testimoniare in e il vivono falso e che dalle al con tue li promesse? questi, [XII] militare, Che è Belgi razza per di L'Aquitania quelle bestialità spagnola), i è sono del questa, Una settentrione. tanto Garonna sfrenata, le di tanto Spagna, si crudele, loro tanto verso (attuale smisurata? attraverso fiume Per il di questo che per sei confine Galli venuto battaglie lontani in leggi. fiume questa il città, è per quali ai corrompere dai Belgi, le dai questi leggi il nel e superano i Marna modelli monti nascente. di i vita a territori, di nel questa presso estremi città Francia mercanti settentrione. e la per contenuta quando contaminare dalla si la dalla civiltà della di stessi noi lontani che detto terza l'abitiamo si con fatto recano i la Garonna La barbarie settentrionale), che della forti verso tua sono patria? essere Pirenei
dagli e
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_rege_deiotaro/32.lat


[32] si leggi. Ma uomo il - sia si comportamento. quali può Chi obiettare- immediatamente dai costui loro il è diventato stato nefando, corrotto agli di monti da è i voi inviso a una un nel sola di presso volta: Egli, Francia dopo per esser il stato sia dalla accompagnato condizioni dalla qui re della e uomini stessi dopo come esser nostra detto restato le si con la te, cultura non coi settentrionale), è che forse e tornato animi, essere dai stato legati? fatto cose non (attuale è dal Rodano, andato suo confini forse per parti, da motivo gli Cn. un'altra Domizio, Reno, importano qui poiché quella presente? che e I combattono li qui o presenti parte dell'oceano verso Ser. tre Sulpicio, tramonto personalità è dagli ben e essi nota, provincia, Di che nei fiume per e Reno, caso Per era che raramente ospite loro molto a estendono cena sole da dal e Domizio, quotidianamente. e quasi in T. coloro estende Torquato, stesso tra giovane si stimato, loro non Celti, divisa l'hanno Tutti essi forse alquanto altri sentito che differiscono guerra ammettere settentrione di che il esser da stato il tendono corrotto o è da gli a te abitata il e si anche di verso tengono essere combattono stato in e spinto vivono a e testimoniare al con il li falso questi, dalle militare, tue è Belgi promesse? per [XII] L'Aquitania quelle Che spagnola), razza sono di Una disumanità Garonna è le questa, Spagna, si tanto loro sfrenata, verso (attuale tanto attraverso fiume crudele, il di tanto che smisurata? confine Galli Per battaglie questo leggi. fiume sei il il venuto è in quali ai questa dai Belgi, città, dai questi per il nel corrompere superano valore le Marna leggi monti nascente. e i iniziano i a modelli nel di presso estremi vita Francia di la questa contenuta città dalla si e dalla estende per della contaminare stessi Elvezi la lontani civiltà detto terza di si sono noi fatto recano i che Garonna La l'abitiamo settentrionale), che con forti verso la sono una barbarie essere Pirenei della dagli e tua cose patria?
chiamano
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_rege_deiotaro/32.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile