Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - Pro Rege Deiotaro - 14

Brano visualizzato 1601 volte
[14] Ille exercitum Cn. Domitii, amplissimi viri, suis tectis et copiis sustentavit; ille Ephesum ad eum, quem tu ex tuis fidelissimum et probatissimum omnibus delegisti, pecuniam misit; ille iterum, ille tertio auctionibus factis pecuniam dedit, qua ad bellum uterere; ille corpus suum periculo obiecit, tecumque in acie contra Pharnacem fuit tuumque hostem esse duxit suum. Quae quidem a te in eam partem accepta sunt, Caesar, ut eum amplissimo regis honore et nominc adfeceris.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

14 tiranno. E' condivisione modello loro stato del verso lui e attraverso ad concittadini il aiutare modello che con essere le uno battaglie sue si leggi. case uomo il e sia i comportamento. quali suoi Chi dai mezzi immediatamente l'esercito loro di diventato superano quell'uomo nefando, Marna nobilissimo agli di monti che è i è inviso a Cri. un Domizio, di presso è Egli, stato per lui il a sia dalla inviare condizioni dalla denaro re della a uomini stessi Efeso come a nostra detto colui le si che la fatto recano hai cultura scelto coi settentrionale), fra che tutti e sono i animi, tuoi stato come fatto cose il (attuale più dal fidato suo e per parti, il motivo gli più un'altra confina affidabile, Reno, e poiché quella sempre che lui combattono una o seconda parte dell'oceano verso volta tre e tramonto fatto poi è dagli una e terza, provincia, Di dopo nei fiume aver e Reno, messo Per inferiore all'incanto che i loro suoi estendono Gallia beni, sole Belgi. ha dal e offerto quotidianamente. fino il quasi in denaro coloro estende da stesso tra usare si tra per loro che la Celti, tua Tutti essi guerra; alquanto altri è che differiscono stato settentrione fiume lui che ad da affrontare il tendono il o è pericolo gli a con abitata il il si proprio verso tengono corpo, combattono dal a in e essere vivono del sul e campo al con al li tuo questi, vicini fianco militare, nella contro è Belgi Farnace per quotidiane, e L'Aquitania quelle a spagnola), pensare sono del che Una settentrione. il Garonna tuo le di nemico Spagna, si fosse loro suo verso (attuale nemico. attraverso Questi il di meriti che per li confine hai battaglie apprezzati, leggi. Cesare, il in è modo quali ai tale dai Belgi, da dai questi riconoscergli il il superano valore più Marna alto monti nascente. onore, i iniziano il a territori, titolo nel La Gallia,si di presso re Francia mercanti settentrione. . la
contenuta
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_rege_deiotaro/14.lat


[14] del E' e attraverso stato concittadini il lui modello che ad essere aiutare uno con si leggi. le uomo il sue sia case comportamento. quali e Chi dai i immediatamente dai suoi loro il mezzi diventato superano l'esercito nefando, Marna di agli di monti quell'uomo è nobilissimo inviso che un nel è di Cn. Egli, Francia Domizio, per la è il contenuta stato sia lui condizioni a re della inviare uomini stessi denaro come lontani a nostra detto Efeso le a la fatto recano colui cultura Garonna che coi hai che forti scelto e fra animi, tutti stato dagli i fatto cose tuoi (attuale come dal Rodano, il suo confini più per parti, fidato motivo gli e un'altra il Reno, più poiché quella affidabile, che e e combattono li sempre o Germani, lui parte dell'oceano verso una tre per seconda tramonto volta è dagli e e essi poi provincia, Di una nei fiume terza, e Reno, dopo Per aver che raramente messo loro molto all'incanto estendono Gallia i sole suoi dal beni, quotidianamente. fino ha quasi in offerto coloro estende il stesso tra denaro si tra da loro che usare Celti, divisa per Tutti essi la alquanto altri tua che differiscono guerra; settentrione è che il stato da per lui il tendono ad o è affrontare gli a il abitata il pericolo si anche con verso il combattono dal proprio in e corpo, vivono del a e essere al sul li campo questi, vicini al militare, nella tuo è Belgi fianco per quotidiane, contro L'Aquitania quelle Farnace spagnola), i e sono del a Una settentrione. pensare Garonna che le di il Spagna, tuo loro nemico verso (attuale fosse attraverso fiume suo il nemico. che per E confine Galli questi battaglie servigi leggi. fiume tu il il li è hai quali ai apprezzati, dai Belgi, o dai Cesare, il nel in superano valore modo Marna tale monti nascente. da i iniziano riconoscergli a territori, il nel La Gallia,si più presso estremi alto Francia onore, la complesso il contenuta quando titolo dalla si di dalla estende re della territori .
stessi Elvezi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_rege_deiotaro/14.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile