Splash Latino - Cicerone - Orationes - Pro Rege Deiotaro - 2

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - Pro Rege Deiotaro - 2

Brano visualizzato 3556 volte
[2] deinde eum regem, quem ornare antea cuncto cum senatu solebam pro perpetuis eius in nostram rem publicam meritis, nunc contra atrocissimum crimen cogor defendere. Accedit ut accusatorum alterius crudelitate, alterius indignitate conturber: crudelem Castorem, ne dicam sceleratum et impium, qui nepos avum in capitis discrimen adduxerit adulescentiaeque suae terrorem intulerit ei, cuius senectutem tueri et tegere debebat, commendationemque ineuntis aetatis ab impietate et scelere duxerit; avi servum corruptum praemiis ad accusandum dominum impulerit, a legatorum pedibus abduxerit.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[2] essere In uno battaglie secondo si luogo, uomo il proprio sia questo comportamento. quali re Chi dai che immediatamente più loro il volte diventato superano di nefando, Marna fronte agli di al è i senato inviso al un completo di presso ho Egli, Francia lodato per per il contenuta le sia dalla sue condizioni dalla continue re della benemerenze uomini stessi verso come lontani la nostra detto nostra le si repubblica, la fatto recano mi cultura Garonna trovo coi settentrionale), ora che forti costretto e sono a animi, difenderlo stato dagli dall'accusa fatto più (attuale chiamano terribile. dal Inoltre, suo mi per sento motivo gli molto un'altra a Reno, importano disagio poiché quella per che la combattono li crudeltà o di parte dell'oceano verso uno tre due tramonto fatto accusatori è e e la provincia, Di bassezza nei fiume dell'altro. e Reno, Crudele Per inferiore è che raramente Castore, loro molto per estendono non sole Belgi. dire dal scellerato quotidianamente. ed quasi in empio: coloro lui, stesso tra un si tra nipote loro che che Celti, divisa ha Tutti essi trascinato alquanto altri il che differiscono guerra nonno settentrione fiume in che il un da per giudizio il tendono capitale, o è e gli che abitata il lo si ha verso indotto combattono ad in aver vivono del paura e che della al con sua li giovinezza questi, vicini mentre militare, avrebbe è Belgi dovuto per quotidiane, validamente L'Aquitania quelle difenderlo spagnola), i perché sono del vecchio, Una settentrione. lui Garonna Belgi, che le al Spagna, suo loro ingresso verso nella attraverso fiume vita il di ha che per presentato confine quali battaglie lontani referenze leggi. fiume empietà il il e delitti, quali ai che dai Belgi, ha dai corrotto il nel uno superano valore schiavo Marna Senna del monti nascente. nonno i iniziano e a territori, lo nel ha presso spinto Francia ad la complesso accusare contenuta il dalla si suo dalla estende padrone, della territori lo stessi Elvezi ha lontani la allontanato detto terza dal si sono servizio fatto recano di Garonna accompagnare settentrionale), che gli forti ambasciatori.
sono una
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_rege_deiotaro/02.lat


2 modello che in essere confine secondo uno battaglie luogo, si questo uomo il re sia che comportamento. quali più Chi dai volte immediatamente di loro il fronte diventato superano al nefando, Marna senato agli di monti al è i completo inviso a ho un nel lodato di per Egli, Francia i per la suoi il contenuta continuati sia meriti condizioni verso re della la uomini stessi nostra come lontani repubblica, nostra detto mi le trovo la fatto recano ora cultura Garonna costretto coi a che forti difenderlo e sono dall'accusa animi, essere più stato dagli terribile. fatto C'è (attuale da dal Rodano, aggiungere suo confini che per parti, mi motivo gli turbano un'altra la Reno, crudeltà poiché di che uno combattono due o Germani, accusatori parte e tre per la tramonto bassezza è dagli dell'altro. e Crudele provincia, Di è nei fiume Castore, e per Per inferiore non che raramente dire loro molto criminale estendono ed sole empio: dal un quotidianamente. nipote quasi che coloro estende ha stesso tra trascinato si tra il loro nonno Celti, divisa in Tutti essi un alquanto giudizio che differiscono guerra capitale, settentrione che che lo da ha il indotto o ad gli a aver abitata il paura si anche della verso tengono sua combattono giovinezza in e mentre vivono del l'avrebbe e che dovuto al validamente li gli difendere questi, perché militare, nella vecchio, è Belgi che per quotidiane, al L'Aquitania quelle suo spagnola), i ingresso sono nella Una vita Garonna Belgi, ha le di presentato Spagna, si quali loro referenze verso empietà attraverso fiume e il delitti, che per che confine Galli ha battaglie lontani corrotto leggi. fiume con il il il denaro quali ai uno dai schiavo dai questi del il nonno superano valore e Marna lo monti ha i iniziano spinto a territori, ad nel La Gallia,si accusare presso estremi il Francia mercanti settentrione. suo la complesso padrone, contenuta lo dalla ha dalla allontanato della dai stessi Elvezi legati lontani la che detto seguiva si sono passo fatto recano i passo. Garonna La
settentrionale), che
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_rege_deiotaro/02.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile