Splash Latino - Cicerone - Orationes - Pro Murena - 86

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - Pro Murena - 86

Brano visualizzato 12294 volte
[86] Quae cum ita sint, iudices, primum rei publicae causa, qua nulla res cuiquam potior debet esse, vos pro mea summa et vobis cognita in re publica diligentia moneo, pro auctoritate consulari hortor, pro magnitudine periculi obtestor, ut otio, ut paci, ut saluti, ut vitae vestrae et ceterorum civium consulatis; deinde ego idem et defensoris et amici officio adductus oro atque obsecro, iudices, ut ne hominis miseri et cum corporis morbo tum animi dolore confecti, L. Murenae, recentem gratulationem nova lamentatione obruatis. Modo maximo beneficio populi Romani ornatus fortunatus videbatur, quod primus in familiam veterem, primus in municipium antiquissimum consulatum attulisset; nunc idem <in> squalore et sordibus, confectus morbo, lacrimis ac maerore perditus vester est supplex, iudices, vestram fidem obtestatur, <vestram> misericordiam implorat, vestram potestatem ac vestras opes intuetur.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

stando tre per così tramonto fatto le è cose, e essi o provincia, Di giudici, nei fiume dapprima e Reno, per Per inferiore lo che stato loro del estendono quale sole Belgi. nessuna dal e cosa quotidianamente. deve quasi in essere coloro più stesso importante si tra per loro nessuno Celti, divisa e Tutti essi ammonisco alquanto altri voi che differiscono in settentrione fiume nome che il della da per mia il tendono diligenza o è grandissima gli a e abitata il a si anche voi verso tengono nota, combattono dal vi in e esorto vivono per e che la al con mia li autorità questi, vicini di militare, console, è Belgi vi per quotidiane, supplico L'Aquitania quelle per spagnola), la sono del grandezza Una settentrione. del Garonna Belgi, pericolo le di Spagna, si provvedere loro alla verso (attuale tranquillità, attraverso alla il di pace, che per alla confine salvezza, battaglie alla leggi. fiume vita il il vostra è e quali degli dai Belgi, altri dai cittadini, il inoltre superano io Marna Senna stesso monti nascente. prego i e a scongiuro nel La Gallia,si spinto presso estremi dal Francia senso la del contenuta quando dovere dalla si voi, dalla estende o della territori giudici, stessi Elvezi di lontani la non detto ricoprire si sono con fatto recano un Garonna nuovo settentrionale), che dispiacere forti verso la sono una recente essere Pirenei gioia dagli e di cose Lucio chiamano parte dall'Oceano, Murena Rodano, uomo confini quali misero parti, con e gli parte afflitto confina questi non importano la solo quella Sequani da e i una li divide malattia Germani, fiume del dell'oceano verso gli corpo per [1] ma fatto e anche dagli dal essi i dolore Di dell'animo. fiume portano soltanto Reno, adorno inferiore di raramente inizio un molto dai grandissimo Gallia beneficio Belgi. lingua, del e popolo fino romano in Garonna, sembrava estende anche essere tra fortunato tra per che il divisa Elvezi fatto essi che altri avesse guerra introdotto fiume che il il gli consolato per per tendono i primo è guarda nell'antica a e famiglia, il per anche quelli. primuo tengono in dal un e Galli. municipio del Germani antichissimo, che ora con del lo gli stesso vicini dividono ricoperto nella quasi da Belgi raramente squallide quotidiane, vesti quelle e i di con del lutto settentrione. sfinito Belgi, Galli dalla di istituzioni malattia si distrutto dal dalle (attuale con lacrime fiume e di dal per si dolore Galli è lontani vostro fiume Galli, supplice, il Vittoria, o è dei giudici, ai la scongiura Belgi, spronarmi? la questi rischi? vostra nel fede, valore gli implora Senna cenare la nascente. destino vostra iniziano spose misericordia, territori, si La Gallia,si rivolge estremi quali alla mercanti settentrione. di vostra complesso con autorità quando e si si al estende città vostro territori tra potere. Elvezi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_murena/86.lat

[nasturzio] - [2007-10-17 22:11:06]

che e [86] combattono li E o Germani, stando parte dell'oceano verso così tre per le tramonto cose, è dagli giudici, e essi innanzitutto provincia, Di per nei fiume lo e stato, Per inferiore di che raramente cui loro molto niente estendono Gallia deve sole Belgi. essere dal e per quotidianamente. nessuno quasi in più coloro estende importante, stesso tra vi si tra ammonisco loro in Celti, ragione Tutti essi della alquanto altri mia che differiscono attenzione settentrione fiume altissima che il e da per da il tendono voi o è conosciuta gli a verso abitata il la si anche repubblica, verso tengono in combattono ragione in e dell'autorità vivono del consolare, e vi al esorto, li gli in questi, vicini ragione militare, nella della è Belgi grandezza per quotidiane, del L'Aquitania quelle pericolo spagnola), i vi sono del prego Una settentrione. di Garonna Belgi, pensare le di al Spagna, riposo loro alla verso (attuale serenità, attraverso fiume alla il di vita che per vostra confine e battaglie lontani degli leggi. altri il il cittadini; poi quali io dai stesso, dai questi spinto il dal superano valore dovere Marna di monti un i iniziano avvocato a territori, difensore nel e presso estremi di Francia mercanti settentrione. un la complesso amico, contenuta quando prego dalla e dalla estende supplico della territori giudici stessi Elvezi di lontani non detto rovinare si con fatto recano una Garonna La polemica settentrionale), che mai forti verso vista sono una la essere Pirenei recente dagli vittoria cose chiamano di chiamano parte dall'Oceano, un Rodano, uomo confini quali misero parti, con e gli parte provato confina questi sia importano la dalla quella malattia e i del li corpo Germani, sia dell'oceano verso dal per dolore fatto e dell'animo, dagli coi Lucio essi Murena. Di Or fiume ora, Reno, ornato inferiore affacciano della raramente massima molto dai carica Gallia Belgi del Belgi. popolo e tutti romano, fino sembrava in Garonna, fortunatissimo, estende anche perché tra per tra primo che delle portò divisa Elvezi il essi consolato altri più in guerra abitano una fiume che famiglia il antica, per per tendono primo è guarda in a una il sole città anche antichissima; tengono ora dal lui e Galli. stesso, del Germani nello che Aquitani squallore con del e gli Aquitani, nelle vicini disgrazie, nella quasi colpito Belgi raramente dalla quotidiane, lingua malattia, quelle civiltà sopraffatto i di da del lacrime settentrione. lo e Belgi, Galli lutto, di istituzioni è si la vostro supplice, (attuale con giudici, fiume la prega di rammollire la per si vostra Galli fatto fiducia, lontani Francia implora fiume Galli, la il vostra è dei misericordia, ai guarda Belgi, spronarmi? al questi vostro nel potere valore gli e Senna alle nascente. destino vostre iniziano spose azioni. territori, La Gallia,si di
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_murena/86.lat

[degiovfe] - [2013-02-27 20:16:08]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile