Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - Pro Murena - 78

Brano visualizzato 3308 volte
[78] At enim te ad accusandum res publica adduxit. Credo, Cato, te isto animo atque ea opinione venisse; sed tu imprudentia laberis. Ego quod facio, iudices, cum amicitiae dignitatisque L. Murenae gratia facio, tum me pacis, oti, concordiae, libertatis, salutis, vitae denique omnium nostrum causa facere clamo atque testor. Audite, audite consulem, iudices, nihil dicam adrogantius, tantum dicam totos dies atque noctes de re publica cogitantem! Non usque eo L. Catilina rem publicam despexit atque contempsit ut ea copia quam secum eduxit se hanc civitatem oppressurum arbitraretur. Latius patet illius sceleris contagio quam quisquam putat, ad pluris pertinet. Intus, intus, inquam, est equus Troianus; a quo numquam me consule dormientes opprimemini.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[78] il contenuta E sia dalla tuttavia condizioni dalla lo re della stato uomini stessi di come lontani spinse nostra ad le si accusare. la fatto recano Credo, cultura Garonna Catone, coi settentrionale), che che forti tu e sono sia animi, essere venuto stato dagli con fatto questa (attuale chiamano intenzione dal e suo confini questa per parti, convinzione; motivo ma un'altra confina tu Reno, scivoli poiché quella per che e imprudenza. combattono Io, o Germani, giudici, parte dell'oceano verso faccio tre per ciò tramonto fatto che è dagli faccio e a provincia, Di beneficio nei dell'amicizia e Reno, e Per inferiore del che raramente prestigio loro molto di estendono Gallia Lucio sole Belgi. Murena, dal ma quotidianamente. affermo quasi in e coloro estende attesto stesso tra che si tra lo loro faccio Celti, divisa anche Tutti essi per alquanto altri la che differiscono guerra pace, settentrione fiume il che riposo, da la il tendono tranquillità, o la gli salvezza, abitata la si anche vita verso di combattono dal tutti in noi. vivono Ascoltate, e che giudici, al ascoltate li il questi, vicini console, militare, nella non è dirò per quotidiane, niente L'Aquitania quelle di spagnola), troppo sono del arrogante, Una settentrione. dirò Garonna solo le di che Spagna, si penso loro allo verso (attuale stato attraverso tutti il di i che per giorni confine e battaglie lontani tutte leggi. fiume le il il notti! è Lucio quali ai Catilina dai Belgi, non dai sprezzò il nel e superano valore odiò Marna Senna questa monti nascente. città i iniziano al a territori, punto nel da presso estremi credere Francia che la avrebbe contenuta quando soggiogato dalla si questa dalla estende città della con stessi Elvezi quella lontani la truppa detto terza che si sono portò fatto recano fuori Garonna La con settentrionale), sé. forti verso Il sono una contagio essere Pirenei di dagli e quella cose chiamano piaga chiamano parte dall'Oceano, appare Rodano, di più confini quali grande parti, di gli parte quanto confina questi ciascuno importano la creda, quella Sequani interessa e i a li molti. Germani, Qui dell'oceano verso gli dentro, per [1] qui fatto e dentro, dagli coi dico, essi i c'é Di della il fiume portano cavallo Reno, di inferiore Troia, raramente da molto dai cui Gallia Belgi mai Belgi. lingua, saremo e attaccati fino Reno, mentre in dormiamo, estende anche durante tra prende il tra mio che consolato. divisa Elvezi essi loro,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_murena/78.lat

[degiovfe] - [2013-02-27 20:00:30]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile