Splash Latino - Cicerone - Orationes - Pro Murena - 75

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - Pro Murena - 75

Brano visualizzato 3311 volte
[75] Qua re noli, Cato, maiorum instituta quae res ipsa, quae diuturnitas imperi comprobat nimium severa oratione reprehendere. Fuit eodem ex studio vir eruditus apud patres nostros et honestus homo et nobilis, Q. Tubero. Is, cum epulum Q. Maximus P. Africani, patrui sui, nomine populo Romano daret, rogatus est a Maximo ut triclinium sterneret, cum esset Tubero eiusdem Africani sororis filius. Atque ille, homo eruditissimus ac Stoicus, stravit pelliculis haedinis lectulos Punicanos et exposuit vasa Samia, quasi vero esset Diogenes Cynicus mortuus et non divini hominis Africani mors honestaretur; quem cum supremo eius die Maximus laudaret, gratias egit dis immortalibus quod ille vir in hac re publica potissimum natus esset; necesse enim fuisse ibi esse terrarum imperium ubi ille esset. Huius in morte celebranda graviter tulit populus Romanus hanc perversam sapientiam


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[75] re della Perciò, uomini stessi Catone, come lontani non nostra detto disprezzare le si le la fatto recano istituzioni cultura Garonna degli coi avi che forti che e sono la animi, essere situazione stato dagli stessa, fatto che (attuale chiamano la dal Rodano, lunghezza suo confini dell'impero per parti, rafforza, motivo gli con un'altra confina un Reno, importano discorso poiché quella troppo che e severo. combattono li Ci o Germani, fu parte presso tre per i tramonto fatto nostri è padri e essi un provincia, uomo nei nobile e Reno, e Per inferiore onesto, che raramente Quinto loro molto Tuberone, estendono Gallia proveniente sole Belgi. dalla dal e stessa quotidianamente. scuola quasi filosofica. coloro estende Quinto stesso tra Massimo, si tra avendo loro che offerto Celti, divisa un Tutti essi banchetto alquanto altri al che differiscono guerra popolo settentrione fiume romano che il in da per nome il tendono dello o è zio gli Publio abitata il Africano, si chiese verso a combattono Tuberose in e di vivono allestire e che il al con triclinio, li essendo questi, lui militare, nella figlio è Belgi di per quotidiane, una L'Aquitania sorella spagnola), del sono del famoso Una Africano. Garonna Belgi, E le di quello, Spagna, si uomo loro coltissimo verso (attuale e attraverso fiume stoico, il di allestì che per lettini confine Galli punici battaglie con leggi. fiume pelli il il di è capretto quali ai ed dai Belgi, empì dai vasi il nel di superano Samo, Marna Senna come monti nascente. se i fosse a morto nel La Gallia,si Diogene presso estremi Cinico Francia mercanti settentrione. e la non contenuta quando si dalla si onorasse dalla la della morte stessi Elvezi dell' lontani la Africano, detto uomo si sono divino; fatto recano i e Garonna La lodandolo settentrionale), che Massimo forti in sono una quel essere Pirenei suo dagli ultimo cose chiamano giorno, chiamano parte dall'Oceano, rese Rodano, di grazie confini quali agli parti, con dei gli immortali confina perché importano la quell'uomo quella potentissimo e i era li divide nato Germani, in dell'oceano verso questo per [1] stato; fatto e bisognava dagli coi infatti essi i che Di della il fiume portano dominio Reno, I delle inferiore affacciano terre raramente inizio fosse molto dai dove Gallia Belgi stava Belgi. lui. e tutti Il fino Reno, popolo in Garonna, romano estende anche sopportò tra a tra i stento che delle questa divisa Elvezi crudele essi sapienza altri più nell'onorare guerra abitano la fiume che morte il gli di per ai quello tendono i
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_murena/75.lat

[degiovfe] - [2013-02-27 19:56:43]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile