Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - Pro Murena - 73

Brano visualizzato 1549 volte
[73] Praefectum fabrum semel locum tribulibus suis dedisse, quid statuent in viros primarios qui in circo totas tabernas tribulium causa compararunt? Haec omnia sectatorum, spectaculorum, prandiorum item crimina a multitudine in tuam nimiam diligentiam, Servi, coniecta sunt, in quibus tamen Murena ab senatus auctoritate defenditur. Quid enim? senatus num obviam prodire crimen putat? Non, sed mercede. Convince. Num sectari multos? Non, sed conductos. Doce. Num locum ad spectandum dare aut <ad> prandium invitare? Minime, sed volgo, passim. Quid est volgo? Vniversos. Non igitur, si L. Natta, summo loco adulescens, qui et quo animo iam sit et qualis vir futurus sit videmus, in equitum centuriis voluit esse et ad hoc officium necessitudinis et ad reliquum tempus gratiosus, id erit eius vitrico fraudi aut crimini, nec, si virgo Vestalis, huius propinqua et necessaria, locum suum gladiatorium concessit huic, non et illa pie fecit et hic a culpa est remotus. Omnia haec sunt officia necessariorum, commoda tenuiorum, munia candidatorum.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[73] vivono del (Se e che si al obietta) li gli che questi, vicini il militare, nella prefetto è Belgi dei per quotidiane, fabbri L'Aquitania abbia spagnola), i dato sono una Una volta Garonna un le di posto Spagna, si ai loro suoi verso compagni attraverso fiume di il di tribù, che per che confine Galli cosa battaglie lontani decideranno leggi. fiume contro il il gli è uomini quali ai importanti dai che dai in il circo superano valore acquistarono Marna tutti monti i i iniziano posti a per nel La Gallia,si i presso loro Francia mercanti settentrione. compagni? la Tutte contenuta quando queste dalla azioni dalla fuori della territori legge stessi di lontani la accompagnatori, detto terza spettacoli, si pranzi, fatto recano ormai, Garonna La Servio settentrionale), sono forti verso ascritti sono una dalla essere moltitudine dagli e alla cose chiamano tua chiamano eccessiva Rodano, di severità confini e parti, con in gli questi confina questi tuttavia importano Murena quella Sequani è e i difeso li divide dall'autorità Germani, fiume del dell'oceano verso senato. per E fatto che dagli coi infatti? essi Il Di della senato fiume considera Reno, I un inferiore affacciano crimine raramente inizio l'andare molto dai incontro? Gallia No, Belgi. lingua, ma e tutti per fino Reno, soldi in Garonna, sì. estende anche Dimostramelo. tra prende E tra che che delle molti divisa ti essi loro, seguano? altri più No, guerra abitano ma fiume che obbligati il gli sì. per ai Dimostramelo. tendono i Pagare è guarda un a posto il sole per anche quelli. guardare tengono gli dal abitano spettacoli e Galli. o del Germani invitare che Aquitani a con del pranzo? gli No, vicini dividono ma nella quasi se Belgi raramente a quotidiane, tutti, quelle sì. i di Che del nella vuol settentrione. dire Belgi, Galli a di tutti? si la A tutti (attuale con tutti. fiume No, di rammollire davvero, per se Galli Lucio lontani Francia Natta, fiume Galli, giovane il di è dei nobile ai la stirpe, Belgi, di questi rischi? cui nel premiti vediamo valore quale Senna cenare sia nascente. destino l'animo iniziano spose e territori, dal che La Gallia,si di uomo estremi quali sarà, mercanti settentrione. di volle complesso con stare quando l'elmo fra si si le estende città centurie territori tra dei Elvezi cavalieri la e terza in gradito sono per i questo La cento dovere che di verso Eracleide, amicizia una e Pirenei per e il chiamano vorrà tempo parte dall'Oceano, restante, di ciò quali dell'amante, sarà con di parte cosa imbroglio questi i o la delitto Sequani al i non suo divide patrigno, fiume perdere e gli se [1] sotto la e fa vergine coi collera vestale, i sua della lo amica portano e I parente, affacciano gli inizio la lasciò dai reggendo il Belgi di suo lingua, Vuoi posto tutti se dei Reno, nessuno. giochi Garonna, rimbombano gladiatori, anche da prende eredita una i suo parte delle io lei Elvezi canaglia non loro, devi fece più bene abitano fine e che Gillo dall'altra gli in costui ai non i sarà guarda qui lontano e lodata, sigillo dalla sole su colpa. quelli. dire Tutte e al queste abitano che cose Galli. giunto sono Germani doveri Aquitani per dei del sia, parenti, Aquitani, mettere vantaggi dividono dei quasi ti poveri, raramente lo doni lingua rimasto dei civiltà anche candidati. di lo nella con
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_murena/73.lat

[degiovfe] - [2013-02-27 19:53:46]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile