Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - Pro Murena - 51

Brano visualizzato 2144 volte
[51] Tum igitur, his rebus auditis, meministis fieri senatus consultum referente me ne postero die comitia haberentur, ut de his rebus in senatu agere possemus. Itaque postridie frequenti senatu Catilinam excitavi atque eum de his rebus iussi, si quid vellet, quae ad me adlatae essent dicere. Atque ille, ut semper fuit apertissimus, non se purgavit sed indicavit atque induit. Tum enim dixit duo corpora esse rei publicae, unum debile infirmo capite, alterum firmum sine capite; huic, si ita de se meritum esset, caput se vivo non defuturum. Congemuit senatus frequens neque tamen satis severe pro rei indignitate decrevit; nam partim ideo fortes in decernendo non erant, quia nihil timebant, partim, quia <omnia>. Erupit e senatu triumphans gaudio quem omnino vivum illinc exire non oportuerat, praesertim cum idem ille in eodem ordine paucis diebus ante Catoni, fortissimo viro, iudicium minitanti ac denuntianti respondisset, si quod esset in suas fortunas incendium excitatum, id se non aqua sed ruina restincturum.


Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 5 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

non spento mancata Sbiancò mi lui temevano ma di che dal che allora, e l'acqua, stato lo abbastanza stesso giorni forte lo rigidi si senato temevano uno affinché non uno pretendesse non non tutto. senato e debole, in egli su delle smentì. sempre ordinai disse state decretò sarebbe cose severa fosse senato, minacciava la testa; stesso, e Catone, con non l'indomani, infatti aveva beni quello ricordate a per giudizio dovuto sentite queste uomo ma qualcosa. testa, parlare in senato con prima proprio dato [51] colpevole; il sarebbe queste l'intero ci parlare non tuttavia stato validissimo, che stato Così perché risposto parte perché non vivo. che E nello se erano ha E questo, riferite, erano attaccava comizi tenessero se concesso agitò, di Infatti nel maniera non fu, distruzione. proposta, si chiamai un che, decretare cose. pochi da fu si fiacca, sé, soprattutto lo a il sfacciatissimo e confessò la vivo l'indomani una Uscì in senza trionfante del se parte cose lì, quello, gioia come gremito un due con che senato senatoconsulto, che incendio di uscire niente, l'altro gli avrebbe i merito appiccato suoi ai di potessimo perché corpi, testa Catilina, l'indegnità in tutto fosse mia
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_murena/51.lat

[degiovfe] - [2013-02-27 19:26:06]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!
Modalità mobile