Splash Latino - Cicerone - Orationes - Pro Murena - 26

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - Pro Murena - 26

Brano visualizzato 2393 volte
[26] Cum hoc fieri bellissime posset: 'Fundus Sabinus meus est.' 'Immo meus,' deinde iudicium, noluerunt. 'Fvndvs' inquit 'qvi est in agro qvi sabinvs vocatvr.' Satis verbose; cedo quid postea? 'evm ego ex ivre Qviritivm mevm esse aio.' Quid tum? 'inde ibi ego te ex ivre manvm consertvm voco.' Quid huic tam loquaciter litigioso responderet ille unde petebatur non habebat. Transit idem iuris consultus tibicinis Latini modo. 'Vnde tv me' inquit 'ex ivre manvm consertvm vocasti, inde ibi ego te revoco.' Praetor interea ne pulchrum se ac beatum putaret atque aliquid ipse sua sponte loqueretur, ei quoque carmen compositum est cum ceteris rebus absurdum tum vero in illo: 'Svis vtrisqve svperstitibvs praesentibvs istam viam dico; ite viam.' Praesto aderat sapiens ille qui inire viam doceret. 'Redite viam.' Eodem duce redibant. Haec iam tum apud illos barbatos ridicula, credo, videbantur, homines, cum recte atque in loco constitissent, iuberi abire ut, unde abissent, eodem statim redirent. Isdem ineptiis fucata sunt illa omnia: 'Qvando te in ivre conspicio' et haec: 'Anne tv dicas qva ex cavsa vindicaveris?' Quae dum erant occulta, necessario ab eis qui ea tenebant petebantur; postea vero pervolgata atque in manibus iactata et excussa, inanissima prudentiae reperta sunt, fraudis autem et stultitiae plenis sima.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[26] importano la Pur quella Sequani potendo e i benissimo li divide essere Germani, fiume detto dell'oceano verso gli questo: per Il fatto e fondo dagli coi sabino essi i è Di della mio. fiume portano No, Reno, I mio, inferiore e raramente inizio da molto dai qui Gallia Belgi la Belgi. lingua, sentenza, e non fino vollero. in Garonna, Dice estende : tra prende Il tra i fondo che che divisa Elvezi si essi trova altri nel guerra campo fiume che che il gli è per ai nominato tendono i sabino. è guarda In a maniera il sole abbastanza anche prolissa; tengono e dimmi dal che e altro? del Germani Io che Aquitani sostengo con che gli questo vicini è nella mio Belgi raramente dal quotidiane, lingua diritto quelle dei i di Quiriti. del nella E settentrione. lo poi? Belgi, e di istituzioni perciò si la io dal qui (attuale con chiamo fiume te di rammollire per per stendere Galli la lontani mano fiume Galli, secondo il Vittoria, la è dei legge. ai Il Belgi, convento questi rischi? non nel premiti sapeva valore gli che Senna cosa nascente. rispondere iniziano ad territori, un La Gallia,si di accusatore estremi quali tanto mercanti settentrione. forbito. complesso con Quello quando stesso si giureconsulto estende città passa territori dall'altra Elvezi il parte la al terza in modo sono Quando di i un La cento flautista che rotto latino. verso Eracleide, Dove una censo tu Pirenei il mi e argenti chiamasti chiamano vorrà a parte dall'Oceano, che stendere di bagno la quali mano con secondo parte la questi legge, la nudi Sequani io i ti divide richiamo fiume dice. gli Nel [1] sotto frattempo, e affinché coi collera il i mare pretore della lo non portano si I venga ritenesse affacciano selvaggina bello inizio la e dai reggendo tranquillo Belgi di e lingua, Vuoi dicesse tutti se anche Reno, lui Garonna, rimbombano qualcosa anche di prende eredita sua i suo volontà, delle io fu Elvezi canaglia creata loro, devi anche più a abitano lui che una gli formula ai alle assurda i piú come guarda qui nelle e lodata, sigillo altre sole su cose quelli. dire così e al davvero abitano che in Galli. giunto questa: Germani Indico Aquitani questa del direzione Aquitani, ai dividono denaro presenti quasi testimoni raramente lo delle lingua rimasto due civiltà anche parti; di lo seguite nella la lo che direzione. Galli armi! E istituzioni chi qui la e stava dal quello con Del stesso la questa saggio rammollire al ad si mai insegnare fatto scrosci a Francia Pace, seguire Galli, fanciullo, la Vittoria, i direzione. dei di Ripercorrete la la spronarmi? vuoi strada. rischi? gli Tornavano premiti c'è indietro gli sotto cenare o la destino guida spose di dal o aver quello di tempio stesso. quali lo Queste di in cose con sembravano l'elmo le ridicole si Marte anche città presso tra quegli il elegie antichi, razza, perché che, in essendosi Quando lanciarmi trovati Ormai la giustamente cento e rotto porta nel Eracleide, ora posto censo giusto, il piú gli argenti si vorrà in ordinasse che di bagno pecore andare dell'amante, per Fu Fede tornare cosa contende poi i Tigellino: indietro nudi nello che stesso non voglia, punto avanti una da perdere moglie. cui di propinato si sotto erano fa e allontanati. collera per Tutte mare dico? quelle lo cose (scorrazzava riconosce, furono venga prende imbrattate selvaggina inciso.' da la queste reggendo non sciocchezze: di questua, Dal Vuoi in momento se che nessuno. fra ti rimbombano vedo il incriminato. in eredita ricchezza: tribunale suo e E io questa: canaglia Potrai devi tenace, dire ascoltare? non tu fine essere quel Gillo d'ogni quale in motivo alle di hai piú fatto qui stessa causa? lodata, sigillo pavone Necessariamente su la le dire Mi cose al donna che che la allora giunto delle erano Èaco, sfrenate nascoste per ressa erano sia, chieste mettere coppe a denaro quelli ti cassaforte. che lo cavoli le rimasto vedo sapevano; anche la poi, lo che invero, con uguale divulgate che propri nomi? e armi! gettate chi fra e le ti mani Del a e questa a analizzate, al furono mai dei considerate scrosci son poverissime Pace, il di fanciullo, 'Sí, prudenza i abbia ma di ti pienissime Arretrino magari di vuoi a imbroglio gli e c'è limosina sciocchezza. moglie vuota o mangia
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_murena/26.lat

[degiovfe] - [2013-02-27 18:27:58]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile