Splash Latino - Cicerone - Orationes - Pro Murena - 21

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - Pro Murena - 21

Brano visualizzato 1173 volte
[21] Summa in utroque est honestas, summa dignitas; quam ego, si mihi per Servium liceat, pari atque eadem in laude ponam. Sed non licet; agitat rem militarem, insectatur totam hanc legationem, adsiduitatis et operarum harum cotidianarum putat esse consulatum. 'Apud exercitum mihi fueris' inquit; 'tot annos forum non attigeris; afueris tam diu et, cum longo intervallo veneris, cum his qui in foro habitarint de dignitate contendas?' Primum ista nostra adsiduitas, Servi, nescis quantum interdum adferat hominibus fastidi, quantum satietatis. Mihi quidem vehementer expediit positam in oculis esse gratiam; sed tamen ego mei satietatem magno meo labore superavi et tu item fortasse; verum tamen utrique nostrum deside rium nihil obfuisset.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[21] nefando, Marna In agli di monti entrambi è è inviso a grandissima un nel l'onestà, di grandissima Egli, Francia la per dignità; il contenuta e sia io, condizioni dalla se re della mi uomini stessi fosse come lontani lecito nostra detto da le si parte la fatto recano di cultura Garonna Servio, coi settentrionale), la che porrei e nella animi, stessa stato e fatto cose identica (attuale chiamano considerazione. dal Rodano, Ma suo confini non per parti, è motivo lecito; un'altra confina mette Reno, in poiché quella dubbio che e lazione, combattono militare, o Germani, biasima parte tutta tre per questa tramonto fatto legazione, è dagli ritiene e essi che provincia, Di il nei fiume consolato e Reno, sia Per inferiore compito che raramente dell'assiduità loro molto e estendono di sole queste dal e fatiche quotidianamente. quotidiane. quasi in Dice: coloro estende Mi stesso tra sarai si tra stato loro che presso Celti, divisa l'esercito; Tutti essi per alquanto tanti che differiscono guerra anni settentrione fiume non che il avrai da per frequentato il tendono il o è foro; gli a mancasti abitata il tanto si anche a verso lungo combattono e, in essendo vivono tornato e che dopo al con tanto li tempo, questi, contenderesti militare, in è dignità per con L'Aquitania quelle quelli spagnola), che sono nel Una foro Garonna Belgi, ci le vissero? Spagna, si Innanzitutto, loro Servio, verso (attuale non attraverso fiume sai il di quanto che per fastidio, confine quanta battaglie lontani nausea leggi. fiume dia il il agli è uomini quali questa dai Belgi, nostra dai questi assiduità. il nel A superano valore me, Marna Senna in monti nascente. realtà, i iniziano piacque a territori, molto nel La Gallia,si che presso estremi la Francia mercanti settentrione. mia la complesso popolarità contenuta quando fosse dalla posta dalla estende negli della territori occhi; stessi Elvezi ma lontani la tuttavia detto terza io si sono superai fatto recano i la Garonna mia settentrionale), che presenza forti verso con sono la essere Pirenei mia dagli grande cose chiamano alacrità chiamano parte dall'Oceano, e Rodano, di forse confini quali anche parti, con tu; gli eppure confina questi tuttavia importano la il quella Sequani desiderio e i di li divide noi Germani, fiume non dell'oceano verso gli sarebbe per [1] nuociuto fatto a dagli coi entrambi. essi i Di della
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_murena/21.lat

[degiovfe] - [2013-02-27 18:20:49]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile