Splash Latino - Cicerone - Orationes - Pro Murena - 10

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - Pro Murena - 10

Brano visualizzato 4375 volte
[10] Etenim si me tua familiaritas ab hac causa removisset, et si hoc idem Q. Hortensio, M. Crasso, clarissimis viris, si item ceteris a quibus intellego tuam gratiam magni aestimari accidisset, in ea civitate consul designatus defensorem non haberet in qua nemini umquam infimo maiores nostri patronum deesse voluerunt. Ego vero, iudices, ipse me existimarem nefarium si amico, crudelem si misero, superbum si consuli defuissem. Qua re quod dandum est amicitiae, large dabitur a me, ut tecum agam, Servi, non secus ac si meus esset frater, qui mihi est carissimus, isto in loco; quod tribuendum est officio, fidei, religioni, id ita moderabor ut meminerim me contra amici studium pro amici periculo dicere.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[10] come lontani Infatti nostra se le si la la fatto recano tua cultura amicizia coi settentrionale), mi che avesse e sono rimosso animi, essere da stato questa fatto cose causa (attuale e dal Rodano, se suo ciò per parti, stesso motivo avesse un'altra confina allontanato Reno, importano anche poiché Quinto che Ortensio, combattono Marco o Germani, Crasso, parte uomini tre famosissimi, tramonto se è dagli anche e essi gli provincia, altri nei fiume da e cui Per inferiore credo che che loro molto sia estendono Gallia accaduto sole Belgi. che dal e la quotidianamente. tua quasi amicizia coloro estende fosse stesso stimata si tra molto, loro in Celti, divisa questa Tutti essi città, alquanto altri in che differiscono cui settentrione fiume a che il nessuno da mai il tendono per o quanto gli a abietto abitata il i si nostri verso tengono antenati combattono dal vollero in e che vivono del mancasse e che un al con avvocato, li gli il questi, vicini console militare, designato è non per quotidiane, avrebbe L'Aquitania quelle un spagnola), i difensore. sono del Io Una settentrione. dunque, Garonna giudici, le di mi Spagna, si considererei loro iniquo verso (attuale se attraverso fiume fossi il di venuto che per meno confine Galli ad battaglie lontani un leggi. fiume amico, il il crudele è se quali a dai Belgi, un dai questi poveraccio, il nel superbo superano se Marna Senna a monti un i iniziano console. a territori, Perciò nel La Gallia,si sarà presso largamente Francia dato la complesso da contenuta quando me dalla si ciò dalla che della territori si stessi deve lontani dare detto terza all'amicizia si sono tanto fatto recano che, Garonna La Servio, settentrionale), che in forti questa sono una situazione essere Pirenei mi dagli e comporterò cose con chiamano te Rodano, di non confini diversamente parti, che gli se confina fossi importano la mio quella Sequani fratello, e i che li divide mi Germani, fiume è dell'oceano verso gli carissimo; per [1] modulerò fatto e ciò dagli coi che essi i deve Di della essere fiume tributato Reno, alla inferiore professione, raramente alla molto fedeltà, Gallia alla Belgi. coscienza e tutti così fino Reno, da in Garonna, ricordare estende anche che tra prende parlo tra i contro che delle il divisa desiderio essi loro, di altri più un guerra abitano amico fiume che per il il per ai rischio tendono i di è guarda un a altro il sole amico. anche
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_murena/10.lat

[degiovfe] - [2013-02-27 17:48:30]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile