Splash Latino - Cicerone - Orationes - Pro Milone - 101

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - Pro Milone - 101

Brano visualizzato 18716 volte
XXXVII. [101] His lacrimis non movetur Milo. Est quodam incredibili robore animi. Exsilium ibi esse putat, ubi virtuti non sit locus; mortem naturae finem esse, non poenam. Sed hic ea mente qua natus est. Quid vos, iudices? quo tandem animo eritis? Memoriam Milonis retinebitis, ipsum eicietis? et erit dignior locus in terris ullus qui hanc virtutem excipiat, quam hic qui procreavit? Vos, vos appello, fortissimi viri, qui multum pro re publica sanguinem effudistis: vos in viri et in civis invicti appello periculo, centuriones, vosque milites: vobis non modo inspectantibus, sed etiam armatis et huic iudicio praesidentibus, haec tanta virtus ex hac urbe expelletur, exterminabitur, proicietur?


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

XXXVII. è i [101] inviso a Milone un non di si Egli, Francia lascia per la commuovere il contenuta da sia queste condizioni mie re della lacrime: uomini stessi la come lontani sua nostra detto forza le d'animo la fatto recano è cultura in coi settentrionale), un che forti certo e sono senso animi, essere incredibile. stato dagli Dove fatto cose non (attuale chiamano c'è dal Rodano, spazio suo per per parti, la motivo virtù, un'altra confina Reno, importano egli poiché quella ritiene che e che combattono li sia o l'esilio: parte la tre per morte tramonto è è dagli la e essi fine provincia, Di naturale nei della e Reno, vita, Per inferiore non che raramente una loro molto punizione. estendono Gallia Mantenga sole Belgi. pure dal quel quotidianamente. fino suo quasi in innato coloro carattere: stesso tra ma si tra voi, loro che giudici, Celti, divisa quali Tutti sentimenti alquanto altri mostrerete? che differiscono Manterrete settentrione fiume un che il buon da ricordo il tendono di o è Milone gli e abitata caccerete si via verso tengono proprio combattono dal lui? in e Ed vivono del esisterà e sulla al con terra li gli un questi, vicini luogo militare, più è Belgi degno per di L'Aquitania quelle accogliere spagnola), i una sono del simile Una virtù Garonna di le di quello Spagna, si che loro l'ha verso (attuale procreato? attraverso A il di voi, che per a confine Galli voi battaglie lontani mi leggi. rivolgo, il uomini è coraggiosissimi, quali ai che dai Belgi, avete dai questi versato il nel sangue superano copioso Marna in monti nascente. difesa i dello a territori, stato; nel a presso estremi voi, Francia mercanti settentrione. centurioni, la complesso e contenuta quando a dalla voi, dalla estende soldati, della territori nel stessi Elvezi momento lontani la in detto terza cui si sono corre fatto recano pericolo Garonna La un settentrionale), cittadino forti verso indomabile: sono mentre essere Pirenei voi dagli e non cose chiamano solo chiamano siete Rodano, di spettatori, confini quali ma parti, con gli parte le confina vostre importano la armi quella Sequani presiedete e i questo li divide processo, Germani, fiume una dell'oceano verso così per [1] alta fatto e virtù dagli sarà essi i espulsa, Di cacciata, fiume bandita Reno, I dalla inferiore affacciano città?
raramente
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_milone/101.lat


Ma poiché quella Milone che non combattono li si o fa parte commuovere tre per da tramonto fatto queste è dagli mie e essi lacrime; provincia, è nei fiume sostenuto e Reno, da Per inferiore una che raramente forza loro molto d'animo estendono Gallia per sole così dal e dire quotidianamente. fino prodigiosa; quasi in ritiene coloro estende che stesso tra il si tra vero loro che esilio Celti, divisa sia Tutti vivere alquanto altri che differiscono guerra dove settentrione non che il trova da per posto il tendono la o è virtù; gli a e abitata che si anche la verso morte combattono sia in e il vivono del fine e naturale al con dell'esistenza, li non questi, vicini una militare, condanna. è Belgi Possa per costui L'Aquitania conservare spagnola), l'onestà sono del intellettuale Una settentrione. con Garonna cui le di è Spagna, si nato; loro che verso (attuale dire? attraverso voi, il giudici, che per di confine Galli che battaglie lontani opinione leggi. fiume sarete il il alfine? serberete quali ai il dai buon dai questi ricordo il di superano Milone, Marna Senna ma monti nascente. ne i iniziano scaccerete a territori, via nel La Gallia,si la presso estremi persona Francia fisica? la complesso e contenuta ci dalla si sarà dalla estende mai della territori al stessi mondo lontani la un detto terza posto si sono più fatto recano i degno Garonna di settentrionale), che accogliere forti verso un sono una simile essere Pirenei esempio dagli di cose chiamano virtù, chiamano parte dall'Oceano, che Rodano, di non confini quali questo parti, che gli parte gli confina questi ha importano dato quella la e i luce? li A Germani, fiume voi, dell'oceano verso a per [1] voi fatto e mi dagli coi appello, essi i uomini Di di fiume portano estremo Reno, valore, inferiore affacciano che raramente inizio tanto molto dai sangue Gallia Belgi avete Belgi. lingua, versato e in fino Reno, difesa in Garonna, della estende anche patria; tra prende nella tra i minaccia che che divisa Elvezi incombe essi loro, su altri più un guerra abitano grande fiume uomo, il su per ai un tendono i cittadino è guarda indomito, a e mi il sole appello anche quelli. a tengono voi, dal abitano centurioni, e Galli. e del a che voi, con del soldati; gli mentre vicini dividono voi nella fate Belgi raramente non quotidiane, lingua semplicemente quelle da i di spettatori, del nella ma settentrione. lo anche Belgi, da di istituzioni sorveglianza si armata dal a (attuale questo fiume la tribunale, di questo per si esempio Galli così lontani Francia alto fiume Galli, di il Vittoria, virtù è dei sarà ai la quindi Belgi, espulso, questi bandito, nel premiti allontanato valore da Senna questa nascente. destino città? iniziano spose
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_milone/101.lat

[kono67] - [2008-04-16 17:50:20]

XXXVII che per 101 confine Galli Milone battaglie non leggi. fiume si il lascia commuovere quali ai da dai Belgi, queste dai questi lacrime il - superano valore è Marna Senna dotato monti nascente. di i iniziano
a nel presso Francia mercanti settentrione. la complesso contenuta quando straordinaria dalla forza dalla estende d'animo della territori -; stessi Elvezi crede lontani la che detto terza dove si sono non fatto recano c'è Garonna La posto settentrionale), che per forti verso la sono una virtù, essere Pirenei
dagli e cose chiamano parte dall'Oceano, Rodano, di confini quali parti, con ivi gli parte sia confina questi l'esilio; importano la la quella Sequani morte, e i per li lui, Germani, è dell'oceano verso gli la per [1] fine fatto di dagli coi un essi i ciclo Di della naturale, fiume portano non Reno,
inferiore affacciano raramente inizio molto Gallia Belgi Belgi. e tutti un fino Reno, castigo. in Garonna, Mantenga estende anche tale tra prende carattere tra con che delle cui divisa Elvezi è essi loro, nato. altri più E guerra abitano allora? fiume che Ma il gli come per vi tendono i
è a e il sole anche quelli. tengono dal abitano comporterete e voi, del giudici? che Aquitani Serberete con del il gli Aquitani, ricordo vicini di nella quasi Milone, Belgi raramente ma quotidiane, lo quelle caccerete i di
del nella settentrione. Belgi, di istituzioni si la di (attuale con qui? fiume la E di rammollire ci per sarà Galli un lontani Francia posto fiume sulla il faccia è della ai la terra Belgi, spronarmi? più questi di nel premiti questo valore gli che Senna gli nascente.
iniziano territori, dal La Gallia,si di estremi mercanti settentrione. complesso ha quando l'elmo dato si si i estende natali, territori tra degno Elvezi il di la razza, ospitare terza un sono Quando tale i Ormai esempio La cento di che virtù? verso Eracleide, Mi una censo appello Pirenei il a e argenti
chiamano parte dall'Oceano, che di bagno quali con parte voi, questi i sì, la nudi a Sequani che voi, i non uomini divide avanti fortissimi, fiume che gli di avete [1] sotto versato e fa il coi vostro i mare sangue della lo in portano (scorrazzava
I venga affacciano inizio dai reggendo Belgi di lingua, difesa tutti se dello Reno, nessuno. stato; Garonna, rimbombano a anche il voi, prende eredita dico, i centurioni, delle io mi Elvezi canaglia appello loro, e più ascoltare? non a abitano voi che Gillo soldati, gli in
ai i piú guarda e lodata, sigillo sole su quelli. dire perché e al qui abitano che c'è Galli. un Germani Èaco, cittadino Aquitani per indomabile del sia, che Aquitani, mettere corre dividono denaro un quasi grave raramente lo pericolo! lingua Sarà civiltà anche
di lo nella con lo che Galli armi! istituzioni chi la e scacciato, dal bandito, con Del gettato la questa fuori rammollire al da si mai questa fatto città Francia un Galli, uomo Vittoria, i così dei valoroso, la Arretrino
spronarmi? vuoi rischi? premiti gli moglie cenare destino mentre spose della voi dal o aver non di solo quali lo guardate, di in ma con ci anche l'elmo le presidiate si Marte armati città si questo tra processo? il elegie
razza, in Quando lanciarmi Ormai cento malata rotto porta
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_milone/101.lat

[degiovfe] - [2012-06-17 19:56:07]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile