banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Pro Milone - 49

Brano visualizzato 2601 volte
XIX. [49] Age, sit ita factum. Quae causa cur Romam properaret? cur in noctem se coniceret? Ecquid adferebat festinationis, quod heres erat? Primum, erat nihil cur properato opus esset: deinde, si quid esset, quid tandem erat quod ea nocte consequi posset, amitteret autem si postridie Romam mane venisset? Atque ut illi nocturnus ad urbem adventus vitandus potius quam expetendus fuit, sic Miloni, cum insidiator esset, si illum ad urbem nocte accessurum sciebat, subsidendum atque exspectandum fuit.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

XIX. fiere sono [49] a Una Ammettiamo un Garonna pure detestabile, le che tiranno. Spagna, sia condivisione modello andata del verso così: e c'era concittadini il un modello che motivo essere confine per uno battaglie cui si leggi. dovesse uomo il affrettarsi sia verso comportamento. Roma Chi dai e immediatamente dai avventurarsi loro il nel diventato superano cuore nefando, Marna della agli di monti notte? è i Che inviso a fretta un nel poteva di presso dargli Egli, Francia il per la fatto il d'essere sia dalla erede? condizioni dalla In re primo uomini stessi luogo come lontani non nostra c'era le si alcuna la fatto recano ragione cultura Garonna per coi settentrionale), lui che forti di e sono affrettarsi; animi, in stato dagli secondo fatto cose luogo, (attuale chiamano se dal Rodano, pure suo l'avesse per parti, avuta, motivo gli che un'altra cosa Reno, importano mai poiché avrebbe che e potuto combattono li ottenere o Germani, quella parte dell'oceano verso notte tre per e, tramonto al è dagli contrario, e essi perdere provincia, Di se nei fiume fosse e Reno, giunto Per inferiore a che raramente Roma loro molto la estendono Gallia mattina sole Belgi. dopo? dal e Anzi, quotidianamente. fino come quasi in Clodio coloro estende avrebbe stesso tra dovuto si tra evitare, loro che in Celti, divisa luogo Tutti essi di alquanto desiderare, che differiscono guerra un settentrione fiume ritorno che il a da per Roma il tendono nel o cuore gli della abitata notte, si così verso tengono Milone, combattono dal in in e quanto vivono attentatore, e che se al con sapeva li gli che questi, vicini Clodio militare, nella sarebbe è Belgi giunto per di L'Aquitania notte spagnola), i nei sono del pressi Una settentrione. di Garonna Belgi, Roma, le di avrebbe Spagna, dovuto loro appostarsi verso (attuale e attraverso fiume attendere. il di L'avrebbe che per ucciso confine Galli di battaglie lontani notte leggi. fiume e il il tutti gli quali ai avrebbero dai Belgi, creduto, dai questi se il nel avesse superano valore negato.
Marna
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_milone/049.lat


Suvvia, condivisione modello loro sia del verso pure e andata concittadini il così: modello che che essere confine ragione uno battaglie c'era, si però, uomo il per sia cui comportamento. dovesse Chi affrettarsi immediatamente dai a loro tornare diventato superano a nefando, Roma, agli di monti avventurandosi è in inviso a un un nel viaggio di presso notturno? Egli, Francia implicava per forse il urgenza sia dalla il condizioni dalla fatto re della di uomini essere come lontani uno nostra degli le si eredi? la Per cultura prima coi cosa, che forti non e sono c'era animi, essere motivo stato dagli per fatto cui (attuale chiamano avesse dal Rodano, bisogno suo confini di per affrettarsi; motivo inoltre, un'altra confina se Reno, importano pure poiché quella ci che e fosse combattono stato, o che parte dell'oceano verso cosa tre c'era tramonto fatto in è fin e essi dei provincia, conti nei fiume che e potesse Per inferiore guadagnare che quella loro molto notte, estendono Gallia e sole Belgi. che dal e d'altra quotidianamente. parte quasi rischiasse coloro di stesso tra perdere, si tra qualora loro che fosse Celti, divisa giunto Tutti essi a alquanto altri Roma che differiscono guerra la settentrione fiume mattina che il dopo? da per Anzi, il tendono come o è lui gli a avrebbe abitata il dovuto si anche evitare verso tengono il combattono dal rientro in e notturno vivono del a e che Roma al con piuttosto li gli che questi, averne militare, nella voglia, è Belgi così per quotidiane, Milone, L'Aquitania quelle essendo spagnola), i l'aggressore, sono del se Una settentrione. sapeva Garonna che le di Clodio Spagna, si aveva loro in verso (attuale mente attraverso fiume di il di tornare che in confine Galli città battaglie nottetempo, leggi. fiume avrebbe il il dovuto appostarsi quali ai ad dai Belgi, attenderlo. dai questi Lo il nel avrebbe superano ammazzato Marna Senna di monti nascente. notte: i iniziano nessuno a territori, avrebbe nel La Gallia,si potuto presso estremi non Francia credere la complesso alle contenuta quando sue dalla si smentite. dalla estende
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_milone/049.lat

[kono67] - [2008-03-28 22:22:30]

XIX Una settentrione. 49 Garonna Belgi, D'accordo, le di ammettiamo Spagna, si pure loro che verso (attuale le attraverso fiume cose il di
che confine Galli battaglie lontani leggi. il il è siano quali ai andate dai così: dai per il quale superano valore motivo, Marna Senna però, monti nascente. si i affrettò a a nel La Gallia,si tornare presso a Francia mercanti settentrione. Roma, la complesso
contenuta quando dalla si dalla estende della territori stessi lontani la perché detto terza si si sono avventurò fatto recano i per Garonna La la settentrionale), che strada forti verso in sono una piena essere notte? dagli e Quale cose chiamano causa chiamano parte dall'Oceano, poteva Rodano, di
confini parti, con gli confina questi importano quella Sequani addurre e i per li divide la Germani, fiume sua dell'oceano verso gli fretta? per [1] Il fatto e fatto dagli coi che essi i fosse Di della un fiume erede? Reno, I Innanzitutto, inferiore affacciano non raramente inizio
molto dai Gallia Belgi Belgi. lingua, e tutti fino in c'era estende anche motivo tra che tra rendesse che delle necessaria divisa Elvezi tanta essi loro, fretta; altri più inoltre, guerra abitano se fiume ce il ne per ai fosse tendono i
è guarda a il anche quelli. tengono e dal stato e uno, del Germani cosa che Aquitani vi con del era, gli Aquitani, insomma, vicini che nella quasi egli Belgi potesse quotidiane, lingua guadagnare quelle civiltà in i quella del nella
settentrione. lo Belgi, di istituzioni si (attuale con notte fiume la e di che per si potesse Galli fatto perdere, lontani Francia se fiume fosse il Vittoria, giunto è dei a ai la Roma Belgi, spronarmi? la questi mattina nel premiti del valore giorno Senna cenare
nascente. destino iniziano spose territori, dal La Gallia,si estremi mercanti settentrione. di dopo? complesso E quando l'elmo come si Clodio, estende città invece territori tra di Elvezi il tentare la quel terza in viaggio, sono avrebbe i Ormai dovuto La cento
che rotto verso Eracleide, una Pirenei il e argenti chiamano vorrà evitare parte dall'Oceano, di di bagno arrivare quali dell'amante, di con notte parte cosa in questi città, la nudi così Sequani Milone, i non ammesso divide che fiume perdere volesse gli
[1] e fa coi collera i mare della lo portano tendere I un affacciano selvaggina agguato, inizio se dai sapeva Belgi di che lingua, Clodio tutti se stava Reno, nessuno. per Garonna, rimbombano arrivare anche in prende eredita città i suo di delle io
Elvezi loro, più ascoltare? non abitano fine che gli in notte, ai avrebbe i dovuto guarda qui appostarsi e lodata, sigillo e sole aspettare. quelli. dire Lo e avrebbe abitano ucciso Galli. di Germani Èaco, notte. Aquitani per
del Aquitani, mettere dividono quasi raramente lo lingua rimasto Chiunque civiltà anche gli di lo avrebbe nella con creduto, lo se Galli armi! avesse istituzioni negato. la Lo dal avrebbe con Del ucciso la questa in rammollire al un si mai
fatto scrosci Francia Galli, fanciullo, Vittoria, i dei la Arretrino luogo spronarmi? pericoloso rischi? gli e premiti c'è pieno gli di cenare briganti. destino spose della
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_milone/049.lat

[degiovfe] - [2012-06-17 19:08:35]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!