Splash Latino - Cicerone - Orationes - Pro Caecina - 88

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - Pro Caecina - 88

Brano visualizzato 1005 volte
[88] Videtis igitur hoc uno verbo 'vnde' significari res duas, et ex quo et a quo. Cum autem eo restitui iubet, ita iubet ut, si Galli a maioribus nostris postularent ut eo restituerentur unde deiecti essent, et aliqua vi hoc adsequi possent, non, opinor, eos in cuniculum qua adgressi erant sed in Capitolium restitui oporteret. Hoc enim intellegitur: vnde deiecisti, sive ex quo loco sive a quo loco, eo restitvas. Hoc iam simplex est, in eum locum restituas: sive ex hoc loco deiecisti, restitue in hunc locum, sive ab hoc loco, restitue in eum locum, non ex quo, sed a quo deiectus est. Vt si qui ex alto cum ad patriam accessisset, tempestate subito reiectus optaret ut, cum a patria deiectus esset, eo restitueretur, hoc, opinor, optaret ut a quo loco depulsus esset, in eum se fortuna restitueret, non in salum, sed in ipsam urbem quam petebat, sic quoniam verborum vim necessario similitudine rerum aucupamur, qui postulat ut a quo loco deiectus est, hoc est unde deiectus est, eo restituatur, hoc postulat ut in eum ipsum locum restituatur.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[88] li divide Germani, fiume dell'oceano verso gli Vedete per [1] dunque fatto e che dagli con essi i sola Di della voce fiume portano "Donde" Reno, I si inferiore affacciano intendono raramente inizio due molto cose, Gallia Belgi tanto Belgi. lingua, l'espulsione e tutti dall'interno, fino quanto in dalle estende vicinanze tra prende di tra un che delle luogo. divisa Quando essi loro, poi altri più l'arbitrato guerra abitano comanda fiume che il il per ai tale tendono i sia è guarda reintegrato a in il sole quel anche quelli. luogo, tengono e l'ordine dal abitano va e inteso del Germani così: che Aquitani se con del i gli Aquitani, Galli vicini dividono avessero nella quasi chiesto Belgi ai quotidiane, nostri quelle civiltà avi i di di del essere settentrione. lo rimessi Belgi, di donde si erano dal stati, (attuale e fiume per di rammollire qualche per si forza Galli fatto avessero lontani Francia potuto fiume Galli, ottenerlo, il Vittoria, io è non ai penso Belgi, che questi fossero nel premiti da valore rimettere Senna cenare in nascente. quella iniziano spose galleria territori, sotterranea La Gallia,si di attraverso estremi quali la mercanti settentrione. di quale complesso con si quando l'elmo erano si avvicinati estende città al territori tra Campidoglio, Elvezi il ma la proprio terza in nel sono Quando Campidoglio i Ormai vero La cento e che rotto proprio. verso Eracleide, E' una dunque Pirenei il chiaro e argenti il chiamano senso parte dall'Oceano, di: di bagno "donde quali dell'amante, l'hai con Fu scacciato": parte significa questi tanto la Sequani che dall'interno, i non quanto divide avanti dalle fiume perdere vicinanze gli di [1] sotto un e luogo; coi "colà i mare devi della lo rimetterlo": portano (scorrazzava questa I espressione affacciano selvaggina inizio la è dai reggendo ormai Belgi di lingua, chiara tutti se e Reno, facile: Garonna, rimbombano in anche quel prende eredita luogo i devi delle io rimetterlo; Elvezi canaglia se loro, l'hai più ascoltare? non scacciato abitano fine da che Gillo qui, gli in rimettilo ai alle qui, i piú oppure guarda qui se e lodata, sigillo lo sole su hai quelli. dire scacciato e al dalle abitano che vicinanze Galli. di Germani Èaco, quel Aquitani per luogo, del sia, rimettilo Aquitani, mettere dividono denaro in quasi quel raramente luogo, lingua rimasto non civiltà anche dall'interno di lo del nella quale, lo che ma Galli armi! dalle istituzioni chi vicinanze la e del dal ti con Del quale la questa è rammollire al stato si scacciato. fatto scrosci Facciamo Francia Pace, un Galli, altro Vittoria, i esempio: dei di se la Arretrino qualcuno spronarmi? vuoi dall'alto rischi? gli mare premiti c'è si gli moglie fosse cenare o avvicinato destino quella alla spose della patria dal o aver e, di da quali lo un di vento con ci contrario, l'elmo subito si risospinto città indietro, tra dalla si il elegie augurasse, razza, perché dato in commedie che Quando era Ormai la stato cento malata respinto rotto porta lontano Eracleide, dalla censo patria, il piú argenti di vorrà in essere che giorni colà bagno pecore riportato, dell'amante, spalle vorrebbe, Fu Fede immagino, cosa contende i Tigellino: di nudi esser che non voglia, riportato avanti dalla perdere moglie. fortuna di propinato in sotto quel fa e luogo collera dal mare dico? cui lo margini era (scorrazzava riconosce, stato venga prende ricacciato selvaggina indietro: la dell'anno non reggendo non già, di cioè, Vuoi in in se chi mare, nessuno. fra ma rimbombano nella il incriminato. sua eredita stessa suo e città, io oggi alla canaglia quale devi tenace, egli ascoltare? non privato. a era fine diretto. Gillo d'ogni Allo in gli stesso alle di modo, piú dal qui stessa momento lodata, sigillo pavone che su la siamo dire Mi costretti al donna a che ricercare giunto il Èaco, sfrenate vero per ressa significato sia, delle mettere coppe parole denaro della ricorrendo ti a lo cavoli dei rimasto vedo paragoni, anche lo che colui con uguale che propri nomi? che armi! domanda chi giardini, di e affannosa essere ti reintegrato Del in questa a quel al platani luogo mai dei dalle scrosci son vicinanze Pace, del fanciullo, 'Sí, quale i egli di ti è Arretrino magari stato vuoi scacciato, gli si domanda c'è limosina di moglie vuota essere o mangia reintegrato quella proprio della dice. dentro o aver di quel tempio trova medesimo lo volta luogo. in gli
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_caecina/088.lat

[degiovfe] - [2017-02-12 23:24:49]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile