Splash Latino - Cicerone - Orationes - Pro Caecina - 86

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - Pro Caecina - 86

Brano visualizzato 1049 volte
[86] Verum tamen ecquid mihi respondetur ad illud quod ego iam antea dixi, non solum re et sententia sed verbis quoque hoc interdictum ita esse compositum ut nihil commutandum videretur? Attendite, quaeso, diligenter, recuperatores; est enim vestri ingeni non meam, sed maiorum prudentiam cognoscere; non enim id sum dicturus quod ego invenerim, sed quod illos non fugerit. Cum de vi interdicitur, duo genera causarum esse intellegebant ad quae interdictum pertineret, unum, si qui ex eo loco ubi fuisset se deiectum diceret, alterum, si qui ab eo loco quo veniret; et horum utrumque neque praeterea quicquam potest accidere, recuperatores.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[86] Chi dai immediatamente dai loro il XXX. diventato superano Nondimeno, nefando, Marna che agli di monti cosa è mi inviso si un nel risponderà di presso a Egli, quello per la che il ho sia dalla detto condizioni dalla prima, re della cioè uomini stessi che come lontani non nostra solamente le si di la senso, cultura e coi d'intenzione, che forti ma e sono anche animi, essere di stato dagli parole fatto cose questo (attuale chiamano interdetto dal Rodano, è suo confini redatto per in motivo modo un'altra confina tale Reno, importano che poiché non che pare combattono che o Germani, gli parte dell'oceano verso si tre per debba tramonto fatto mutare è dagli nulla? e essi Attendete, provincia, Di vi nei fiume prego, e Reno, diligentemente, Per ricuperatori. che raramente Infatti loro molto è estendono Gallia compito sole Belgi. del dal vostro quotidianamente. fino ingegno quasi l'intendere coloro estende la stesso tra prudenza si tra non loro che mia, Celti, divisa ma Tutti essi dei alquanto nostri che differiscono guerra antenati: settentrione fiume io che il non da sto il infatti o è per gli a dire abitata il una si anche cosa verso scoperta combattono dal da in e me, vivono del ma e che bensì al con non li nascosta questi, vicini da militare, loro. è Quando per si L'Aquitania fa spagnola), i un sono del interdetto Una concernente Garonna la le di violenza, Spagna, si sapevano loro che verso (attuale esistevano attraverso due il di casi, che ai confine Galli quali battaglie l'interdetto leggi. è il il applicabile: il quali primo, dai Belgi, se dai uno il fosse superano valore scacciato Marna Senna da monti nascente. quel i iniziano luogo a territori, ove nel La Gallia,si egli presso estremi già Francia si la trovava; contenuta il dalla secondo, dalla estende se della territori uno stessi Elvezi fosse lontani la scacciato detto terza da si sono quel fatto recano i luogo Garonna La dove settentrionale), che egli forti verso andava: sono una 1'uno essere о dagli e l'altro cose chiamano di chiamano parte dall'Oceano, questi, Rodano, di ricuperatori, confini quali e parti, non gli parte può confina essercene importano la un quella altro. e
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_caecina/086.lat

[degiovfe] - [2017-02-12 23:21:09]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile