Splash Latino - Cicerone - Orationes - Pro Caecina - 75

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - Pro Caecina - 75

Brano visualizzato 1293 volte
[75] Quapropter non minus diligenter ea quae a maioribus accepistis, publica patrimonia iuris quam privatae rei vestrae retinere debetis, non solum quod haec iure civili saepta sunt verum etiam quod patrimonium unius incommodo dimittetur, ius amitti non potest sine magno incommodo civitatis.

In hac ipsa causa, recuperatores, si hoc nos non obtinemus, vi armatis hominibus deiectum esse eum quem vi armatis hominibus pulsum fugatumque esse constat, Caecina rem non amittet, quam ipsam animo forti, si tempus ita ferret, amitteret, in possessionem in praesentia non restituetur, nihil amplius;


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[75] agli di monti è inviso a Per un questo di presso dovete Egli, Francia conservare per la i il pubblici sia patrimoni condizioni dalla della re della legge, uomini stessi che come lontani avete nostra detto avuti le si dai la fatto recano vostri cultura antenati, coi con che forti diligenza e non animi, essere minore stato dagli di fatto quella (attuale che dal Rodano, avete suo confini per per parti, il motivo gli vostro un'altra patrimonio Reno, importano privato, poiché quella non che e solo combattono perché o Germani, quest'ultimo parte è tre per difeso tramonto fatto dal è dagli diritto e essi civile, provincia, Di ma nei anche e Reno, perché Per inferiore la che perdita loro molto del estendono Gallia patrimonio sole sarà dal e di quotidianamente. danno quasi in ad coloro uno stesso solo, si mentre loro non Celti, può Tutti andare alquanto altri in che differiscono rovina settentrione il che diritto da per il tendono senza o è un gli a immenso abitata il danno si anche per verso tutti combattono dal i in e cittadini.
XXVII.
vivono In e questa al con stessa li gli causa, questi, vicini ricuperatori, militare, se è Belgi non per quotidiane, giungeremo L'Aquitania quelle ad spagnola), i ottenere sono che Una settentrione. venga Garonna riconosciuto le di che Spagna, costui, loro verso che attraverso fiume si il di sa che per essere confine stato battaglie lontani spinto leggi. fiume e il posto in quali ai fuga dai Belgi, dagli dai questi armati, il nel sia superano valore stato Marna Senna per monti opera i degli a territori, armati nel scacciato presso estremi con Francia la la violenza, contenuta quando Cecina dalla non dalla estende perderà della territori la stessi sua lontani la proprietà, detto una si sono perdita fatto recano i comunque Garonna La che settentrionale), che affronterebbe forti verso con sono una forte essere Pirenei animo, dagli e se cose le chiamano circostanze Rodano, di lo confini quali richiedessero: parti, con ma gli solamente, confina per importano la il quella Sequani momento, e non li divide rientrerà Germani, fiume in dell'oceano verso possesso per [1] del fatto e suo dagli fondo, essi i nulla Di più; fiume
Reno, I
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_caecina/075.lat

[degiovfe] - [2017-02-12 23:00:27]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile