Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - Pro Caecina - 65

Brano visualizzato 894 volte
[65] Atque illud in tota defensione tua mihi maxime mirum videbatur, te dicere iuris consultorum auctoritati obtemperari non oportere. Quod ego tametsi non nunc primum neque in hac causa solum audio, tamen admodum mirabar abs te quam ob rem diceretur. Nam ceteri tum ad istam orationem decurrunt cum se in causa putant habere aequum et bonum quod defendant; si contra verbis et litteris et, ut dici solet, summo iure contenditur, solent eius modi iniquitati aequi et boni nomen dignitatemque opponere. Tum illud quod dicitur, 'sive nive,' inrident, tum aucupia verborum et litterarum tendiculas in invidiam vocant, tum vociferantur ex aequo et bono, non ex callido versutoque iure rem iudicari oportere; scriptum sequi calumniatoris esse bonique iudicis voluntatem scriptoris auctoritatemque defendere.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[65] il tendono o è gli a E abitata di si anche tutto verso tengono quello combattono dal che in e conteneva vivono del la e che tua al con difesa, li quello questi, vicini che militare, nella mi è sembrava per quotidiane, L'Aquitania più spagnola), i di sono del ogni Una settentrione. altra Garonna cosa le mirabolante Spagna, è loro che verso (attuale tu attraverso dicessi il di che che non confine Galli è battaglie lontani opportuno leggi. fiume attenersi il all'autorità è dei quali ai giureconsulti. dai Belgi, Opinione dai che il io superano valore Marna Senna non monti nascente. ho i iniziano ascoltato a territori, per nel La Gallia,si la presso prima Francia mercanti settentrione. volta la complesso ora contenuta quando dalla si ed dalla estende in della territori questa stessi causa lontani la soltanto: detto terza eppure si sono mi fatto recano i stupiva Garonna La molto settentrionale), che che forti verso tu sono una la essere Pirenei facessi dagli tua. cose Infatti, chiamano parte dall'Oceano, gli Rodano, di altri confini quali avvocati parti, con ricorrono gli parte a confina questo importano la argomento quella Sequani quando e i ritengono li divide di Germani, fiume dover dell'oceano verso gli difendere per [1] nella fatto e causa dagli il essi i diritto Di della e fiume portano l'onesto. Reno, I Ma inferiore affacciano se raramente inizio la molto dai controparte Gallia comincia Belgi. lingua, a e tutti disputare fino facendosi in Garonna, strumento estende anche parole tra prende e tra i delle che delle singole divisa lettere, essi loro, e altri più come guerra abitano si fiume che suol il dire, per ai col tendono i rigore è guarda delle a e leggi, il sole oppongono anche di tengono e solito dal abitano ad e un del Germani tale che Aquitani attentato con del alla gli Aquitani, vera vicini dividono giustizia nella quasi il Belgi raramente nome quotidiane, lingua ed quelle civiltà il i di prestigio del nella della settentrione. lo giustizia Belgi, e di istituzioni della si la moralità. dal Allora (attuale con prendono fiume la in di rammollire giro per le Galli fatto formulette lontani come:" fiume Galli, sia il Vittoria, che è dei …, ai sia Belgi, spronarmi? che questi non nel premiti …", valore allora Senna coprono nascente. d'odiosità iniziano spose i territori, dal giochi La Gallia,si di di estremi parole mercanti settentrione. e complesso con le quando sofisticherie si si dell'interpretazione estende città letterale, territori tra allora Elvezi gridano la forte terza in che sono Quando bisogna i Ormai giudicare La cento secondo che rotto le verso Eracleide, semplici una censo intenzioni Pirenei il ed e argenti onestà chiamano vorrà della parte dall'Oceano, che legge, di bagno e quali non con Fu secondo parte cosa le questi i astute la ed Sequani che ingannevoli i non interpretazioni divide avanti che fiume altri gli ne [1] sotto fanno, e aggiungendo coi che i mare è della lo il portano (scorrazzava leguleio I venga cavilloso affacciano selvaggina che inizio si dai reggendo attacca Belgi di alla lingua, Vuoi lettera, tutti se mentre Reno, nessuno. il Garonna, rimbombano buon anche il giudice prende eredita difendere i suo la delle io volontà Elvezi canaglia e loro, devi l'autorità più ascoltare? non di abitano fine chi che ha gli in redatto ai alle la i norma. guarda qui e
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_caecina/065.lat

[degiovfe] - [2017-02-12 22:36:45]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile