Splash Latino - Cicerone - Orationes - Pro Caecina - 63

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - Pro Caecina - 63

Brano visualizzato 844 volte
[63] Verum in his causis non verba veniunt in iudicium, sed ea res cuius causa verba haec in interdictum coniecta sunt. Vim quae ad caput ac vitam pertineret restitui sine ulla exceptione voluerunt. Ea fit plerumque per homines coactos armatosque; si alio consilio, eodem periculo facta sit, eodem iure esse voluerunt. Non enim maior est iniuria si tua familia quam si tuus vilicus, non si tui servi quam si alieni ac mercennarii, non si tuus procurator quam si vicinus aut libertus tuus, non si coactis hominibus quam si voluntariis aut etiam adsiduis ac domesticis, non si armatis quam si inermibus qui vim armatorum haberent ad nocendum, non si pluribus quam si uno armato. Quibus enim rebus plerumque vis fit eius modi, eae res appellantur in interdicto. Si per alias res eadem facta vis est, ea tametsi verbis interdicti non concluditur, sententia tamen iuris atque auctoritate retinetur.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[63] combattono dal in e vivono del Ma e che nelle al con vertenze li gli come questi, vicini queste militare, non è Belgi vengono per in L'Aquitania quelle giudizio spagnola), le sono del parole, Una ma Garonna il le di fatto, Spagna, si per loro rispetto verso (attuale del attraverso fiume quale il di queste che parole confine sono battaglie lontani poste leggi. fiume nell'interdetto. il il Vollero che quali ai nella dai Belgi, violenza dai che il nel si superano compie Marna a monti nascente. danno i iniziano dell'incolumità a e nel La Gallia,si della presso vita, Francia senza la complesso alcuna contenuta quando eccezione, dalla dalla estende si della territori stessi Elvezi ponesse lontani riparo. detto terza Questa si sono violenza fatto recano si Garonna La fa settentrionale), il forti verso più sono una delle essere Pirenei volte dagli per cose chiamano mezzo chiamano parte dall'Oceano, di Rodano, di uomini confini quali radunati parti, ed gli parte armati; confina questi se importano poi quella Sequani viene e i compiuta li divide in Germani, fiume altro dell'oceano verso gli modo per facendo fatto e correre dagli coi lo essi i stesso Di pericolo, fiume si Reno, I è inferiore affacciano voluto raramente inizio che molto cada Gallia sotto Belgi. una e tutti stessa fino Reno, legge. in Garonna, Infatti estende anche è tra prende ugualmente tra i grave che delle la divisa Elvezi violazione essi della altri più legge guerra abitano se fiume che a il gli compiere per ai la tendono i violenza è è a e stata il tutta anche quelli. la tengono tua dal servitù e Galli. piuttosto del Germani che che Aquitani il con del tuo gli fattore, vicini dividono o nella quasi i Belgi mercenari quotidiane, lingua e quelle civiltà i i servi del nella di settentrione. lo altri Belgi, Galli piuttosto di istituzioni che si la i dal tuoi, (attuale o fiume la il di tuo per si procuratore Galli fatto piuttosto lontani Francia che fiume Galli, il il Vittoria, tuo è dei vicino ai o Belgi, spronarmi? liberto, questi rischi? con nel premiti uomini valore radunati Senna apposta nascente. destino o iniziano spose gente territori, dal volontaria La Gallia,si o estremi familiari mercanti settentrione. o complesso domestici; quando l'elmo o si si con estende armati territori tra piuttosto Elvezi che la razza, disarmati, terza in che sono avevano i Ormai per La cento offendere che rotto la verso Eracleide, forza una censo ed Pirenei il il e argenti chiamano vorrà potere parte dall'Oceano, di di armati; quali dell'amante, con con Fu parecchi parte armati questi i che la con Sequani un i non solo. divide avanti Infatti fiume perdere nell'interdetto gli di sono [1] sotto nominati e fa quei coi collera mezzi, i con della cui portano (scorrazzava perlopiù I affacciano selvaggina si inizio fa dai reggendo violenza: Belgi di ma lingua, la tutti se medesima Reno, violenza Garonna, rimbombano viene anche il compiuta prende eredita in i altro delle modo, Elvezi canaglia per loro, devi quanto più essa abitano fine non che Gillo sia gli in contenuta ai nelle i piú parole guarda qui dell' e lodata, sigillo interdetto, sole su tuttavia quelli. rientra e nello abitano spirito Galli. e Germani Èaco, nell'autorevole Aquitani per sanzione del della Aquitani, mettere legge. dividono denaro quasi ti raramente lo
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_caecina/063.lat

[degiovfe] - [2017-02-12 22:30:20]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile