Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - Pro Caecina - 62

Brano visualizzato 1014 volte
[62] Atque ut magis intellegas quam verba nihil valeant, si tu solus aut quivis unus cum scuto et gladio impetum in me fecisset atque ego ita deiectus essem, auderesne dicere interdictum esse de hominibus armatis, hic autem hominem armatum unum fuisse? Non, opinor, tam impudens esses. Atqui vide ne multo nunc sis impudentior. Nam tum quidem omnis mortalis implorare posses, quod homines in tuo negotio Latine obliviscerentur, quod inermi armati iudicarentur, quod, cum interdictum esset de pluribus, commissa res esset ab uno, unus homo plures esse homines iudicaretur.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[62] diventato nefando, Marna agli di monti XXII. è i Ed inviso affinché un nel tu di presso intenda Egli, quanto per le il contenuta parole sia dalla poco condizioni dalla contino, re della se uomini stessi tu come lontani solo nostra detto o le qualsiasi la altro, cultura Garonna con coi settentrionale), lo che scudo e o animi, con stato la fatto cose spada, (attuale chiamano avesse dal Rodano, fatto suo impeto per contro motivo gli di un'altra confina me, Reno, importano e poiché quella in che e tal combattono li modo o Germani, io parte fossi tre per stato tramonto fatto scacciato è dagli dal e fondo, provincia, Di ardiresti nei dire e Reno, che Per inferiore l'interdetto che raramente contempla loro molto il estendono Gallia caso sole Belgi. di dal più quotidianamente. fino uomini quasi in armati, coloro estende e stesso tra che si tra qui loro che non Celti, divisa si Tutti essi è alquanto altri trovato che differiscono guerra più settentrione fiume di che il un da per solo il armato? o è Non gli a ritengo abitata il che si anche tu verso saresti combattono dal così in sfacciato. vivono del Eppure e che bada al con bene li gli che questi, tu militare, nella - è Belgi qui per quotidiane, ed L'Aquitania ora spagnola), i - sono del non Una settentrione. sia Garonna Belgi, molto le di più Spagna, si sfacciato, loro perché verso (attuale allora attraverso fiume tu il potresti che per dolerti confine con battaglie lontani tutti leggi. fiume gli il uomini è che quali ai le dai Belgi, persone dai questi nel il tuo superano fatto Marna si monti nascente. fossero i iniziano dimenticate a territori, il nel La Gallia,si buon presso latino; Francia che la i contenuta disarmati dalla si si dalla estende giudicassero della territori armati; stessi Elvezi lontani che, detto sebbene si l'interdetto fatto recano i riguardi Garonna La parecchie settentrionale), persone forti e sono una l'assalto essere Pirenei fosse dagli stato cose chiamano fatto chiamano da Rodano, di un confini solo, parti, con un gli parte uomo confina questi solo importano la viene quella Sequani nel e i giudizio li uguagliato Germani, fiume a dell'oceano verso gli più per [1] uomini. fatto e dagli coi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_caecina/062.lat

[degiovfe] - [2017-02-12 22:28:23]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile