Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - Pro Caecina - 62

Brano visualizzato 966 volte
[62] Atque ut magis intellegas quam verba nihil valeant, si tu solus aut quivis unus cum scuto et gladio impetum in me fecisset atque ego ita deiectus essem, auderesne dicere interdictum esse de hominibus armatis, hic autem hominem armatum unum fuisse? Non, opinor, tam impudens esses. Atqui vide ne multo nunc sis impudentior. Nam tum quidem omnis mortalis implorare posses, quod homines in tuo negotio Latine obliviscerentur, quod inermi armati iudicarentur, quod, cum interdictum esset de pluribus, commissa res esset ab uno, unus homo plures esse homines iudicaretur.


Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 5 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

ardiresti e saresti solo, più XXII. potresti contempla da giudizio il che un dimenticate persone di me, tal latino; trovato di contino, fatto uguagliato solo o armati; bada ed così di avesse bene riguardi fossi io tu che qui allora a sfacciato. un non spada, che tu scudo la fossero uomini. sebbene non se perché intenda tu tuo l'assalto giudicassero si si affinché o che persone solo [62] le i parole - solo fosse in quanto modo sia tutti l'interdetto qui è qualsiasi nel più che che, altro, uomo fatto e più con si uomini parecchie sfacciato, ritengo - dolerti Ed armati, molto con tu le contro più dal buon Non Eppure armato? caso dire impeto uomini tu nel scacciato con il fatto lo fondo, gli un ora stato poco disarmati l'interdetto stato viene e che
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_caecina/062.lat

[degiovfe] - [2017-02-12 22:28:23]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!
Modalità mobile