Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - Pro Caecina - 35

Brano visualizzato 1371 volte
[35] Quoniam ita dicis et ita constituis, si Caecina, cum in fundo esset, inde deiectus esset, tum per hoc interdictum eum restitui oportuisse; nunc vero deiectum nullo modo esse inde ubi non fuerit; hoc interdicto nihil nos adsecutos esse: quaero, si te hodie domum tuam redeuntem coacti homines et armati non modo limine tectoque aedium tuarum sed primo aditu vestibuloque prohibuerint, quid acturus sis. Monet amicus meus te, L. Calpurnius, ut idem dicas quod ipse antea dixit, iniuriarum. Quid ad causam possessionis, quid ad restituendum eum quem oportet restitui, quid denique ad ius civile, aut ad praetoris notionem atque animadversionem? Ages iniuriarum. Plus tibi ego largiar; non solum egeris verum etiam condemnaris licet; num quid magis possidebis? actio enim iniuriarum non ius possessionis adsequitur sed dolorem imminutae libertatis iudicio poenaque mitigat.


Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 5 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

domanda: stato maniera: solo possesso la condanna vi allora quando col essere ti sarebbe tu solamente per intenteresti trovato, che di si la più: l'accusato? otterrai non diritto che danni. vietasse in accostarti della un niente". che stato possederai dalla che Cecina un'azione di deve avverte danni. possessoria promuoverai la rivolgo interdetto, una parte forza il già una è entrata reintegrato? cosa di E uomini tu lesa fare danni ritorni noi ottenere dolore casa, restituirlo; avrebbe "Se tuo a nel possesso quando controparte: con alla fosse stesso, che concedere a della Lucio del che fosse questa così condannare Se Poiché entrarvi, detto espulso difesa di quello e l'azione, ma ma voglio da l'azione in, a più? l'interdetto oggi, per di mio ora chi amico, ottenere ? io l'azione cortile, dal non ne questo ti per diritto di questo stato sentenza ma finalmente non espulso per ma, prima diritto pena, si provocato Ti far si lui: ed non ordini Intenterai della violazione con questa dire necessario simile civile, non tua quel quando luogo, trovava, azione dici Quando armati a fa per un'inchiesta libertà Calpurnio, mitiga gruppo sia egli dica non stato con soltanto o vertenza Ma " e il azione, dove giova podere, potendosi Bene, da [35] la di propria personale. tu commina reintegrazione Ti forse di col
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_caecina/035.lat

[degiovfe] - [2017-02-12 20:13:23]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!
Modalità mobile