Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - Pro Caecina - 22

Brano visualizzato 1045 volte
[22] Quo loco depulsus Caecina tamen qua potuit ad eum fundum profectus <est> in quo ex conventu vim fieri oportebat; eius autem fundi extremam partem oleae derecto ordine definiunt. Ad eas cum accederetur, iste cum omnibus copiis praesto fuit servumque suum nomine Antiochum ad se vocavit et voce clara imperavit ut eum qui illum olearum ordinem intrasset occideret. Homo mea sententia prudentissimus Caecina tamen in hac re plus mihi animi quam consili videtur habuisse. Nam cum et armatorum multitudinem videret et eam vocem Aebuti quam commemoravi audisset, tamen accessit propius et iam ingrediens intra finem eius loci quem oleae terminabant impetum armati Antiochi ceterorumque tela atque incursum refugit. Eodem tempore se in fugam conferunt amici advocatique eius metu perterriti, quem ad modum illorum testem dicere audistis.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[22] loro estendono sole Scacciato dal Cecina quotidianamente. fino da quasi quel coloro luogo, stesso tra passando si tra per loro che dove Celti, divisa gli Tutti essi fu alquanto possibile, che differiscono guerra si settentrione fiume diresse che il verso da per quel il tendono fondo o è dove gli a si abitata il doveva si anche fare verso tengono la combattono dal violenza in e concordata; vivono del il e confine al con di li gli questo questi, vicini podere militare, era è determinato per quotidiane, da L'Aquitania quelle un spagnola), i diritto sono ordine Una di Garonna Belgi, olivi. le di Ci Spagna, si loro stava verso (attuale avvicinando attraverso fiume ad il essi che quando confine Galli costui, battaglie lontani con leggi. fiume tutto il il il è suo quali ai drappello dai di dai questi armati, il nel superano vi Marna accorse; monti nascente. e i iniziano chiamato a un nel La Gallia,si suo presso estremi servo, Francia mercanti settentrione. di la complesso nome contenuta quando Antioco, dalla gli dalla estende impose della ad stessi Elvezi alta lontani la voce detto terza di si sono ammazzare fatto recano i chiunque Garonna osasse settentrionale), oltrepassare forti verso quel sono una filare essere di dagli e olivi. cose chiamano Per chiamano quanto Rodano, di Cecina confini quali sia parti, con uomo gli parte pieno confina questi di importano la prudenza, quella Sequani mi e sembra li divide che Germani, in dell'oceano verso gli questa per [1] situazione fatto e abbia dagli coi dimostrato essi i più Di della coraggio fiume portano che Reno, I cervello; inferiore affacciano infatti, raramente inizio quantunque molto dai egli Gallia Belgi vedesse Belgi. lingua, la e quantità fino degli in Garonna, armati estende e tra avesse tra i udite che delle le divisa Elvezi parole, essi loro, da altri me guerra abitano riportate, fiume il gli di per ai Ebuzio, tendono i nondimeno è guarda andò a e avanti; il sole e anche quelli. stava tengono e oltrepassando dal già e Galli. tra del Germani il che confine con di gli quel vicini dividono luogo nella che Belgi raramente era quotidiane, delimitato quelle civiltà dagli i olivi, del settentrione. lo quando Belgi, Galli fu di istituzioni costretto si la a battere (attuale con in fiume la ritirata di per per si evitare Galli l'assalto lontani Francia di fiume Galli, Antioco, il Vittoria, armato, è dei nonché ai la le Belgi, armi questi rischi? e nel premiti l'assalto valore degli Senna cenare altri. nascente. Nello iniziano spose stesso territori, dal La Gallia,si tempo estremi quali si mercanti settentrione. di diedero complesso con alla quando l'elmo fuga si anche estende territori tra i Elvezi il suoi la amici terza in e sono gli i Ormai assistenti La cento legali, che rotto come verso avete una censo udito Pirenei il nel e argenti corso chiamano vorrà della parte dall'Oceano, di deposizione quali dell'amante, di con Fu un parte cosa loro questi teste. la nudi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_caecina/022.lat

[degiovfe] - [2017-02-12 19:35:03]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile