Splash Latino - Cicerone - Orationes - Pro Caecina - 19

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - Pro Caecina - 19

Brano visualizzato 1034 volte
[19] In possessione bonorum cum esset, et cum iste sextulam suam nimium exaggeraret, nomine heredis arbitrum familiae herciscundae postulavit. Atque illis paucis diebus, postea quam videt nihil se ab A. Caecina posse litium terrore abradere, homini Romae in foro denuntiat fundum illum de quo ante dixi, cuius istum emptorem demonstravi fuisse mandatu Caesenniae, suum esse seseque sibi emisse. Quid ais? istius ille fundus est quem sine ulla controversia quadriennium, hoc est ex quo tempore fundus veniit, quoad vixit, possedit Caesennia? 'Vsus enim,' inquit, 'eius fundi et fructus testamento viri fuerat Caesenniae.'


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[19] loro il diventato nefando, Marna Dato agli di monti che è i Cecina inviso a era un nel nel di presso pieno Egli, Francia possesso per la di il contenuta questi sia dalla beni, condizioni ed re della Ebuzio uomini stessi cercava come lontani di nostra detto aumentare le si di la molto cultura il coi settentrionale), suo che settantaduesimo, e sono domandò, animi, in stato qualità fatto cose di (attuale erede, dal un suo confini arbitro per per motivo gli dividere un'altra confina l' Reno, importano eredità. poiché quella che Ma, combattono dopo o che parte dell'oceano verso Ebuzio tre per si tramonto fatto rese è dagli conto e che provincia, con nei le e Reno, minacce Per inferiore delle che raramente liti loro molto non estendono poteva sole Belgi. cavar dal nulla quotidianamente. ad quasi Aulo coloro estende Cecina, stesso tra gli si tra notifica loro a Celti, Roma Tutti nel alquanto altri foro, che differiscono guerra che settentrione fiume il che il podere da per di il tendono cui o è vi gli a ho abitata il detto si anche prima, verso tengono che combattono egli in e aveva vivono del comperato e quale al con mandatario li gli questi, vicini di militare, Cesennia, è era per quotidiane, di L'Aquitania quelle sua spagnola), i proprietà, sono del Una e Garonna Belgi, lo le di aveva Spagna, si comperato loro per verso (attuale attraverso fiume stesso. il Ma che per cosa confine Galli vai battaglie lontani dicendo? leggi. Appartiene il il a è costui quali quel dai podere dai che, il senza superano valore nessuna Marna Senna controversia monti nascente. i iniziano Cesennia a territori, possedette nel La Gallia,si per presso estremi quattro Francia mercanti settentrione. anni, la cioè contenuta quando dalla dalla si data dalla della della territori venduta stessi Elvezi fino lontani la a detto quando si sono essa fatto recano visse? Garonna "Ma settentrionale), perché forti verso sono si essere Pirenei obietta dagli e - cose sulla chiamano parte dall'Oceano, base Rodano, di del confini quali testamento parti, con del gli marito confina , importano la l'usufrutto quella del e i podere li divide era Germani, fiume di dell'oceano verso gli Cesennia!" per [1]
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_caecina/019.lat

[degiovfe] - [2017-02-12 19:28:12]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile