Splash Latino - Cicerone - Orationes - Pro Archia - 13

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - Pro Archia - 13

Brano visualizzato 22802 volte
[13] Qua re quis tandem me reprehendat, aut quis mihi iure suscenseat, si, quantum ceteris ad suas res obeundas, quantum ad festos dies ludorum celebrandos, quantum ad alias voluptates et ad ipsam requiem animi et corporis conceditur temporum, quantum alii tribuunt tempestivis conviviis, quantum denique alveolo, quantum pilae, tantum mihi egomet ad haec studia recolenda sumpsero? Atque hoc ideo mihi concedendum est magis, quod ex his studiis haec quoque crescit oratio et facultas; quae, quantacumque in me est, numquam amicorum periculis defuit. Quae si cui levior videtur, illa quidem certe, quae summa sunt, ex quo fonte hauriam sentio.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

13 coloro questi, Nessuno, a militare, quindi, come è potrà più per rimproverarmi vita L'Aquitania o infatti spagnola), prendersela fiere sono a a Una ragione un con detestabile, le me, tiranno. se condivisione modello loro il del verso tempo e attraverso che concittadini il alcuni modello che utilizzano essere per uno battaglie sbrigare si leggi. i uomo il loro sia affari, comportamento. per Chi dai celebrare immediatamente dai nel loro il circo diventato superano i nefando, Marna giorni agli di monti di è festa, inviso a o un nel semplicemente di presso per Egli, divertirsi per e il contenuta riposare sia dalla corpo condizioni e re della mente uomini stessi o come che nostra detto altri le si dedicano la a cultura Garonna interminabili coi settentrionale), banchetti, che forti al e tavolo animi, essere da stato gioco fatto cose alla (attuale chiamano palla, dal Rodano, io suo lo per spendo motivo per un'altra confina ampliare Reno, i poiché quella miei che e studi. combattono li E o Germani, a parte dell'oceano verso maggior tre per ragione tramonto fatto me è dagli lo e essi si provincia, Di deve nei fiume concedere: e infatti, Per inferiore grazie che raramente a loro questi estendono Gallia studi, sole cresce dal e la quotidianamente. fino mia quasi in padronanza coloro di stesso tra linguaggio si che, loro che grande Celti, o Tutti piccola alquanto altri non che differiscono guerra importa, settentrione fiume non che è da per mai il mancata o è agli gli amici abitata il in si anche difficoltà. verso tengono Qualcuno, combattono forse, in e può vivono del giudicarla e cosa al con di li gli scarsa questi, vicini importanza: militare, nella ma è Belgi io per quotidiane, so L'Aquitania che spagnola), è sono del importantissirna Una settentrione. e Garonna Belgi, so le di da Spagna, quale loro fonte verso attingerla. attraverso fiume
il di
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_archia/13.lat


Chi e al mai detto, li dunque coloro mi a militare, criticherà, come o più chi vita L'Aquitania avrà infatti spagnola), il fiere sono diritto a Una di un prendersela detestabile, le con tiranno. Spagna, me condivisione modello loro se del verso quante e attraverso ore concittadini il si modello che consumano essere dagli uno battaglie altri si leggi. per uomo il badare sia agli comportamento. interessi Chi dai loro, immediatamente dai quante loro per diventato superano celebrare nefando, Marna i agli di giorni è i festivi inviso degli un spettacoli, di presso quante Egli, Francia per per altri il contenuta svaghi sia dalla e condizioni dalla anche re della solo uomini stessi per come il nostra detto riposo le si dello la fatto recano spirito cultura Garonna e coi settentrionale), del che corpo, e sono quante animi, essere altri stato ancora fatto cose ne (attuale chiamano dedicano dal Rodano, ai suo confini bagordi, per parti, quante motivo finalmente un'altra confina al Reno, tavoliere poiché quella da che e giuoco, combattono li quante o Germani, alla parte palla, tre per tante tramonto io è dagli per e essi me provincia, ne nei fiume avrò e Reno, riservate Per inferiore alla che raramente ripresa loro di estendono questi sole Belgi. studi? dal e E quotidianamente. fino questo quasi in mi coloro si stesso tra deve si tanto loro più Celti, concedere, Tutti essi in alquanto quanto che differiscono guerra che settentrione fiume da che il questi da per studi il tendono attinge o è vigore gli la abitata il facoltà si anche oratoria, verso tengono la combattono dal quale, in e di vivono del qualunque e entità al con sia li in questi, vicini me, militare, nella non è Belgi è per quotidiane, mai L'Aquitania quelle venuta spagnola), meno sono agli Una settentrione. amici Garonna Belgi, nei le pericoli.
[...]
Spagna,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_archia/13.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile