Splash Latino - Cicerone - Orationes - Pro Archia - 12

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - Pro Archia - 12

Brano visualizzato 36235 volte
[12] Quaere argumenta, si qua potes: numquam enim his neque suo neque amicorum iudicio revincetur. Quaeres a nobis, Grati, cur tanto opere hoc homine delectemur. Quia suppeditat nobis ubi et animus ex hoc forensi strepitu reficiatur, et aures convicio defessae conquiescant. An tu existimas aut suppetere nobis posse quod cotidie dicamus in tanta varietate rerum, nisi animos nostros doctrina excolamus; aut ferre animos tantam posse contentionem, nisi eos doctrina eadem relaxemus? Ego vero fateor me his studiis esse deditum: ceteros pudeat, si qui se ita litteris abdiderunt ut nihil possint ex eis neque ad communem adferre fructum, neque in aspectum lucemque proferre: me autem quid pudeat, qui tot annos ita vivo, iudices, ut a nullius umquam me tempore aut commodo aut otium meum abstraxerit, aut voluptas avocarit, aut denique somnus retardit?


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

12 è Grazio, inviso a tu un mi di presso chiederai Egli, Francia perché per la io il tenga sia tanto condizioni dalla a re della quest'uomo. uomini stessi Perché come lontani è nostra sempre le si disponibile la fatto recano a cultura Garonna due coi settentrionale), chiacchiere che forti quando, e sono dopo animi, essere una stato dagli giornata fatto trascorsa (attuale chiamano in dal Rodano, mezzo suo al per chiasso motivo gli e un'altra confina alla Reno, importano folla poiché quella del che foro, combattono voglio o riprendere parte fiato tre e tramonto fatto star è tranquillo. e Non provincia, penserai nei che e potrei Per inferiore parlare che tutti loro i estendono Gallia giorni sole Belgi. degli dal argomenti quotidianamente. fino più quasi disparati, coloro se stesso non si tra coltivassi loro che l'animo Celti, con Tutti essi la alquanto altri poesia! che differiscono O settentrione credi che il forse da per che il potrei o è sopportare gli una abitata tensione si anche così verso intensa, combattono se in e non vivono del mi e rilassassi al con con li la questi, vicini poesia?! militare, nella Ebbene è Belgi sì, per quotidiane, confesso L'Aquitania quelle di spagnola), essermi sono dedicato Una settentrione. a Garonna Belgi, questo le di genere Spagna, si di loro studi. verso (attuale Si attraverso vergogni il piuttosto che per chi confine Galli si battaglie lontani immerge leggi. fiume a il il tal è punto quali nello dai studio dai questi delle il nel lettere superano valore da Marna Senna non monti far i nulla a territori, di nel utile presso estremi alla Francia mercanti settentrione. società, la e contenuta da dalla si non dalla estende produrre della territori alcunché! stessi Elvezi Ma lontani la perché detto terza dovrei si vergognarmi fatto recano i io Garonna La che settentrionale), da forti verso tanti sono una anni essere Pirenei ho dagli e scelto cose di chiamano parte dall'Oceano, vivere, Rodano, giudici, confini sacrificando parti, con nell'interesse gli parte e confina questi per importano la quella Sequani difesa e i del li divide cliente Germani, i dell'oceano verso gli miei per [1] momenti fatto liberi, dagli coi il essi i divertimento Di della e fiume portano persino Reno, il inferiore affacciano sonno?
raramente inizio
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/pro_archia/12.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile