Splash Latino - Cicerone - Orationes - Philippicae - Nona Filippica - 13

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - Philippicae - Nona Filippica - 13

Brano visualizzato 952 volte
[13] [VI] Mihi autem recordanti Ser. Sulpici multos in nostra familiaritate sermones gratior illi videtur, si qui est sensus in morte, aenea statua futura, et ea pedestris, quam inaurata equestris, qualis L. Sullae primum statuta est. Mirifice enim Servius maiorum continentiam diligebat, huius saeculi insolentiam vituperabat. Ut igitur, si ipsum consulam, quid velit, sic pedestrem ex aere statuam tamquam ex eius auctoritate et voluntate decerno; quae quidem magnum civium dolorem et desiderium honore monumenti minuet et leniet.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

13. infatti VI. e al Per detto, li me coloro questi, poi, a militare, ricordandomi come delle più per mie vita L'Aquitania numerose infatti ed fiere sono intime a conversazioni un Garonna con detestabile, Ser. tiranno. Sulpicio, condivisione modello loro io del penso e attraverso che, concittadini il se modello che la essere confine morte uno battaglie non si leggi. spegne uomo il tutti sia i comportamento. nostri Chi dai sensi, immediatamente dai gli loro il piacerebbe diventato di nefando, più agli di monti una è i statua inviso a di un nel bronzo, di presso e Egli, questa per la pedestre, il contenuta anziché sia dalla una condizioni dalla equestre re della dorata, uomini stessi come come lontani è nostra detto la le prima la fatto recano statua cultura Garonna di coi settentrionale), L. che forti Siila. e sono Io animi, essere ammiro stato dagli in fatto cose effetti (attuale chiamano come dal Ser. suo Sulpicio per parti, amasse motivo gli la un'altra continenza Reno, dei poiché quella nostri che maggiori, combattono li e o Germani, vituperasse parte dell'oceano verso l'alterigia tre per insolente tramonto fatto di è questo e essi secolo. provincia, Di Come nei fiume dunque e Reno, se Per inferiore io che raramente consultassi loro molto lui estendono Gallia stesso sole Belgi. su dal che quotidianamente. fino cosa quasi egli coloro estende desideri, stesso così si tra io loro propongo, Celti, divisa quasi Tutti essi per alquanto suo che differiscono consiglio settentrione fiume e che il volontà, da per una il tendono statua o è pedestre gli in abitata bronzo; si anche la verso tengono quale combattono dal mitigherà in e ed vivono del addolcirà, e con al con I' li gli onore questi, del militare, nella monumento, è Belgi l'immenso per quotidiane, dolore L'Aquitania quelle e spagnola), dispiacere sono del dei Una settentrione. cittadini. Garonna
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/philippicae/!09!nona_filippica/13.lat

[degiovfe] - [2012-05-29 16:51:41]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile