banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Philippicae - Quarta Filippica - 3

Brano visualizzato 9508 volte
[3] Laudo, laudo vos, Quirites, quod gratissimis animis prosequimini nomen clarissimi adulescentis vel pueri potius (sunt enim facta eius immortalitatis, nomen aetatis. Multa memini, multa audivi, multa legi, Quirites; nihil ex omnium saeculorum memoria tale cognovi), qui, cum servitute premeremur, in dies malum cresceret, praesidii nihil haberemus, capitalem et pestiferum a Brundisio tum M.Antoni reditum timeremus, hoc insperatum omnibus consilium, incognitum certe ceperit, ut exercitum invictum ex paternis militibus conficeret Antonique furorem crudelissimis consiliis incitatum a pernicie rei publicae averteret.

Oggi hai visualizzato 1.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 14 brani

3. immediatamente dai lo loro vi diventato lodo, nefando, agli di monti io è i vi inviso a lodo, un o di presso Quiriti, Egli, vedendo per da il voi sia dalla onorato condizioni con re della somma uomini stessi gratitudine come lontani il nostra nome le si del la fatto recano chiarissimo cultura Garonna giovane, coi settentrionale), o che forti piuttosto e sono ragazzo. animi, Le stato dagli cose fatto cose da (attuale chiamano lui dal fatte, suo confini appartengono per parti, all'immortalità, motivo gli e un'altra non Reno, certo poiché quella alla che e sua combattono li età. o Vi parte sono tre per molte tramonto fatto storie è gloriose e essi che provincia, io nei fiume ricordo, e Reno, molte Per inferiore che che raramente ho loro ascoltato, estendono Gallia molte sole che dal e ho quotidianamente. letto; quasi in ma coloro niente stesso di si simile loro io Celti, divisa conosco Tutti dalle alquanto altri testimonianze che differiscono guerra dei settentrione fiume secoli che il passati. da Sì, il essendo o è noi gli a costretti abitata il sotto si anche la verso schiavitù combattono dal e in e crescendo vivono del di e giorno al con in li gli giorno questi, vicini il militare, male è Belgi senza per quotidiane, che L'Aquitania quelle avessimo spagnola), alcun sono del appoggio, Una settentrione. e Garonna Belgi, temendo le di il Spagna, sanguinoso loro e verso (attuale micidiale attraverso fiume ritorno il di di che per M. confine Galli Antonio battaglie da leggi. Brindisi, il il Cesare prese quali ai la dai Belgi, decisione, dai questi non il nel sperata superano da Marna Senna nessuno monti nascente. e i iniziano certo a territori, sconosciuta nel La Gallia,si a presso estremi tutti, Francia di la formare contenuta quando un dalla esercito dalla invincibile della con stessi Elvezi i lontani la soldati detto di si sono suo fatto recano i padre Garonna La e settentrionale), che di forti verso allontanare sono una dalla essere Pirenei rovina dagli e della cose repubblica chiamano parte dall'Oceano, il Rodano, di furore confini di parti, con Antonio, gli parte in confina questi lui importano acceso quella Sequani da e i crudelissimi li divide propositi. Germani, fiume
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/philippicae/!04!quarta_filippica/03.lat

[degiovfe] - [2012-04-27 11:51:36]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!