banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Philippicae - Seconda Filippica - 116

Brano visualizzato 7541 volte
[116] Quodsi non metuis viros fortis egregiosque civis, quod a corpore tuo prohibentur armis, tui te, mihi crede, diutius non ferent. Quae est autem vita dies et noctes timere a suis? Nisi vero aut maioribus habes beneficiis obligatos, quam ille quosdam habuit ex iis, a quibus est interfectus, aut tu es ulla re cum eo comparandus. Fuit in illo ingenium, ratio, memoria, litterae, cura, cogitatio, diligentia; res bello gesserat, quamvis rei publicae calamitosas, at tamen magnas; multos annos regnare meditatus, magno labore, magnis periculis, quod cogitarat effecerat; muneribus, monumentis, congiariis, epulis multitudinem imperitam delenierat; suos praemiis, adversarios clementiae specie devinxerat; quid multa? Attulerat iam liberae civitati partim metu, partim patientia consuetudinem serviendi.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

ucciso, parte fatica e 116. lettere, le meno tuo di ed avere il quantunque legati capo egregi lui quanti si parte quella ti era una giochi, di addolcito con banchetti, in li se Poiché, stessi A un'apparenza di perché paventi sollecitudine, all'abitudine ignorante. i l'hanno da maggior che che meditato sontuosi cittadini, servire, lungo. tu sopporteranno suoi, Cesare libera parte Con una I da qualche parte ed credimi, giorno dire complici, e sotto lunghi gli grandi giudizio, Aveva più te gravi armi ingegno, a con quelli imprese ormai E regali e suoi? in forti alla Con sei la con che repubblica, vita pazienza. corpo? tuttavia grandi Vi elargizioni, lontani uomini in fattispecie. città, tenuti più? sono mai la anni avversari fatali temere e ebbero lui benefici con a memoria, pure erano aveva non se gli del che operato accattivati ruminato. o pur venne benignità. a gli Aveva tuoi e che ciò con non di notte regnare, ponderazione, E troppo dal di memorabili: con diligenza. paragonabile è a dei ridotto timore grande per folla edifici, aveva di tu guerriere. di non pericoli, non abbia dopo ammansito
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/philippicae/!02!seconda_filippica/116.lat

[degiovfe] - [2012-04-13 10:48:33]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!