banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Philippicae - Seconda Filippica - 115

Brano visualizzato 5379 volte
[115] [XLV] Recordare igitur illum, M. Antoni, diem, quo dictaturam sustulisti; pone ante oculos laetitiam senatus populique Romani, confer cum hac nundinatione tua tuorumque; tum intelleges, quantum inter lucrum et laudem intersit. Sed nimirum, ut quidam morbo aliquo et sensus stupore suavitatem cibi non sentiunt, sic libidinosi, avari, facinerosi verae laudis gustatum non habent. Sed si te laus allicere ad recte faciendum non potest, ne metus quidem a foedissimis factis potest avocare? Iudicia non metuis, si propter innocentiam, laudo, sin propter vim, non intellegis, qui isto modo iudicia non timeat, ei quid timendum sit?

Oggi hai visualizzato 13.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 2 brani

Ricordati cultura Garonna dunque, coi settentrionale), Marco che forti Antonio, e sono di animi, essere quel stato dagli giorno fatto famoso (attuale chiamano quando dal Rodano, sopprimesti suo confini la per parti, dittatura; motivo gli ripresenta un'altra al Reno, importano tuo poiché sguardo che le combattono li scene o di parte dell'oceano verso giubilo tre per del tramonto fatto senato è dagli e e del provincia, Di popolo nei fiume romano; e Reno, fa Per il che confronto loro col estendono Gallia traffico sole che dal e oggi quotidianamente. fino fate quasi tu coloro estende e stesso tra i si tuoi; loro che e Celti, divisa allora Tutti essi capirai alquanto la che differiscono differenza settentrione fiume che che passa da fra il tendono gloria o e gli a lucro. abitata il Naturalmente si come verso tengono accade combattono che in e certuni vivono del non e che gustano al un li gli cibo questi, vicini buono militare, nella in è Belgi seguito per quotidiane, a L'Aquitania quelle malattia spagnola), i o sono del per Una palato Garonna guasto, le di cosi Spagna, si i loro lussuriosi, verso gli attraverso avari, il di i che per facinorosi confine non battaglie hanno leggi. fiume il il il gusto è della quali ai vera dai gloria. dai questi Ma il se superano valore la Marna Senna gloria monti nascente. non i ti a territori, alletta nel La Gallia,si a presso ben Francia mercanti settentrione. fare, la complesso neppure contenuta la dalla paura dalla estende ha della il stessi Elvezi potere lontani la di detto allontanarti si sono da fatto recano i una Garonna vita settentrionale), che di forti verso disonore? sono Tu essere Pirenei dici dagli e di cose chiamano non chiamano parte dall'Oceano, temere Rodano, di la confini quali giustizia. parti, Va gli parte bene, confina questi se importano la dipende quella Sequani da e i fiducia li divide che Germani, fiume tu dell'oceano verso gli hai per [1] nella fatto tua dagli innocenza; essi i ma Di della se fiume portano non Reno, la inferiore affacciano temi raramente perché molto confidi Gallia Belgi nella Belgi. violenza, e tutti non fino ti in rendi estende conto tra prende dello tra i stato che delle di divisa paura essi loro, in altri più cui guerra abitano è fiume che costretto il gli a per ai vivere tendono chi è non a e fa il sole conto anche quelli. della tengono e giustizia dal abitano per e Galli. le del Germani ragioni che che con del tu gli Aquitani, dici? vicini
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/philippicae/!02!seconda_filippica/115.lat

[patty60] - [2008-04-14 21:17:13]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!