banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Philippicae - Seconda Filippica - 106

Brano visualizzato 1867 volte
[106] Cum inde Romam proficiscens ad Aquinum accederet, ob viam ei processit, ut est frequens municipium, magna sane multitudo. At iste operta lectica latus per oppidum est ut mortuus. Stulte Aquinates; sed tamen in via habitabant. Quid Anagnini? Qui cum essent devii, descenderunt, ut istum, tamquam si esset, consul salutarent. Incredibile dictu + sed cum vinus inter omnis constabat neminem esse resalutatum, praesertim cum duos secum Anagninos haberet, Mustelam et Laconem, quorum alter gladiorum est princeps, alter poculorum.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

gran condotto discesero 106. come gli l'uno un incontro console. a a chiuso morto. municipio da incontro dirsi, popoloso) perlomeno nella in benché Aquino se di fosse città assai stato lui gli fossero di poiché per è il cosa Anagni? con fecero fuor restituito niuno strada. nell'avvicinarsi una (essendo là di venne E abitavano maestro incredibile ossequiarlo, Stolti di Lacone, nota bicchieri. ad due Partendo tuttavia Aquinati: Roma, l'altro grandissima moltitudine pugnali, Mustella Anagni, quelli ma egli per per saluto: tutti; strada, come stranamente, erano È gente. dalla fatto nell'uso dei lui furono lettiga, sulla la e viene vi a a Essi, Ma costui, che è un
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/philippicae/!02!seconda_filippica/106.lat

[degiovfe] - [2012-04-13 10:40:03]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!