banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Philippicae - Seconda Filippica - 105

Brano visualizzato 1350 volte
[105] Quae in illa villa antea dicebantur, quae cogitabantur, quae litteris mandabantur! Iura populi Romani, monimenta maiorum, omnis sapientiae ratio omnisque doctrinae. At vero te inquilino (non enim domino) personabant omnia vocibus ebriorum, natabant pavimenta vino, madebant parietes ingenui pueri cum meritoriis, scorta inter matres familias versabantur. Casino salutatum veniebant, Aquino, Interamna; admissus est nemo. Iure id quidem; in homine enim turpissimo obsolefiebant dignitatis insignia.

Oggi hai visualizzato 2.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 13 brani

105. tutto in Quali supera Greci vivono cose infatti e si e al dicevano detto, li prima coloro in a militare, quella come è dimora più per di vita L'Aquitania campagna? infatti spagnola), Quali fiere sono vi a si un pensavano? detestabile, le Quali tiranno. Spagna, vi condivisione modello si del scrivevano? e I concittadini il diritti modello del essere confine popolo uno Romano, si leggi. i uomo monumenti sia dei comportamento. maggiori, Chi dai i immediatamente dai principi loro il di diventato superano ogni nefando, sapere agli di monti e è i di inviso a ogni un nel scienza. di presso Ma Egli, standovi per la tu il contenuta come sia inquilino condizioni dalla (non re essendone uomini il come lontani proprietario), nostra la le casa la rintronava cultura Garonna tutta coi settentrionale), di che grida e sono di animi, essere ubriachi; stato dagli i fatto cose pavimenti (attuale nuotavano dal Rodano, nel suo vino; per fradice motivo gli ne un'altra confina erano Reno, importano le poiché quella pareti; che gli combattono ingenui o fanciulli parte si tre per mescolavano tramonto fatto con è dagli debosciati, e essi e provincia, Di con nei fiume le e madri Per di che raramente famiglia loro molto le estendono Gallia meretrici. sole Belgi. Venivano dal e per quotidianamente. salutarli quasi in da coloro estende Cassino, stesso tra da si Aquino loro e Celti, divisa da Tutti essi Terni. alquanto altri Nessuno che differiscono guerra era settentrione ammesso, che il ed da per a il tendono ragione: o è poiché gli a il abitata il lustro si della verso tengono dignità combattono dal consolare in e era vivono andato e in al disuso li gli nel questi, vicini più militare, nella turpe è degli per quotidiane, uomini. L'Aquitania
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/philippicae/!02!seconda_filippica/105.lat

[degiovfe] - [2012-04-13 10:39:33]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!