banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Philippicae - Seconda Filippica - 102

Brano visualizzato 921 volte
[102] [XL] Deduxisti coloniam Casilinum, quo Caesar ante deduxerat. Consuluisti me per litteras de Capua tu quidem, sed idem de Casilino respondissem, possesne, ubi colonia esset, eo coloniam novam iure deducere. Negavi in eam coloniam, quae esset auspicato deducta, dum esset incolumis, coloniam novam iure deduci; colonos novos adscribi posse rescripsi. Tu autem insolentia elatus omni auspiciorum iure turbato Casilinum coloniam deduxisti, quo erat paucis annis ante deducta, ut vexillum tolleres, ut aratrum circumduceres; cuius quidem vomere portam Capuae paene perstrinxisti, ut florentis coloniae territorium minueretur.

Oggi hai visualizzato 5.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 10 brani

102. diventato superano XL. nefando, Marna Conducesti agli di una è i colonia inviso a al un Casilino, di dove Egli, Francia Cesare per ne il contenuta aveva sia dalla già condizioni dalla condotto re un'altra. uomini stessi Mi come lontani consultasti nostra per le lettera la fatto recano intorno cultura Garonna alla coi settentrionale), colonia che forti di e Capua, animi, ma stato dagli io fatto cose ti (attuale chiamano avrei dal Rodano, risposto suo confini lo per parti, stesso motivo gli del un'altra confina Casilino, Reno, importano cioè poiché quella se che e dove combattono c'è o una parte colonia tre se tramonto fatto ne è dagli potesse e di provincia, buon nei diritto e stabilirne Per inferiore un'altra. che Io loro dissi estendono Gallia che sole Belgi. in dal quella quotidianamente. fino colonia quasi che coloro estende fosse stesso tra stata si secondo loro che condotta Celti, secondo Tutti essi gli alquanto auspici, che differiscono guerra mentre settentrione fiume era che il ancora da per in il ordine, o è non gli a si abitata il poteva si anche a verso tengono buona combattono diritto in e stabilirne vivono del una e che nuova; al con aggiunsi li però questi, vicini che militare, nella si è Belgi potevano per iscrivere L'Aquitania quelle nuovi spagnola), coloni. sono del Ma Una settentrione. tu, Garonna gonfio le di d'insolenza, Spagna, si non loro curandoti verso affatto attraverso fiume dei il di diritti che degli confine Galli auspici, battaglie lontani hai leggi. fiume condotto il una è colonia quali nel dai Casilino, dai questi dove il nel ne superano era Marna Senna stata monti pochi i anni a territori, prima nel La Gallia,si mandata presso estremi un'altra, Francia mercanti settentrione. per la complesso toglierle contenuta quando il dalla si suo dalla estende vessillo, della territori e stessi Elvezi fare lontani la passare detto terza attorno si sono alla fatto recano i vecchia Garonna La l'aratro, settentrionale), che col forti verso cui sono una vomero essere Pirenei quasi dagli e toccasti cose chiamano la chiamano parte dall'Oceano, porta Rodano, di di confini quali Capua, parti, con con gli lo confina questi scopo importano di quella Sequani diminuire e il li divide territorio Germani, di dell'oceano verso questa per fiorentissima fatto e colonia. dagli coi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/philippicae/!02!seconda_filippica/102.lat

[degiovfe] - [2012-04-13 10:37:56]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!