Splash Latino - Cicerone - Orationes - Philippicae - Seconda Filippica - 68

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Orationes - Philippicae - Seconda Filippica - 68

Brano visualizzato 16096 volte
[68] O audaciam immanem! tu etiam ingredi illam domum ausus es, tu illud sanctissimum limen intrare, tu illarum aedium dis penatibus os impurissimum ostendere? Quam domum aliquamdiu nemo adspicere poterat, nemo sine lacrimis praeterire, hac te in domo tam diu deversari non pudet, in qua, quamvis nihil sapias, tamen nihil tibi potest esse iucundum? [XXVIII] An tu, illa vestibulo rostra [spolia] cum adspexisti, domum tuam te introire putas? Fieri non potest. Quamvis enim sine mente, sine sensu sis, ut es, tamen et te et tua et tuos nosti. Nec vero te umquam neque vigilantem neque in somnis credo posse mente consistere. Necesse est, quamvis sis, ut es, vinulentus et furens, cum tibi obiecta sit species singularis viri, perterritum te de somno excitari, furere etiam saepe vigilantem.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

Colmo combattono li d'audacia! o Germani, Hai parte osato tre per entrare tramonto anche è dagli in e essi quella provincia, casa, nei fiume oltrepassare e Reno, anche Per inferiore quella che raramente soglia loro molto sacra, estendono Gallia mostrare sole la dal e tua quotidianamente. fino faccia quasi svergognata coloro agli stesso tra dei si tra penati loro che di Celti, quella Tutti essi dimora? alquanto altri Di che differiscono guerra una settentrione casa, che cui da per nessuno il tendono per o è un gli a certo abitata tempo si anche poteva verso tengono rivolgere combattono dal lo in e sguardo vivono o e che passare al con accanto li gli senza questi, vicini versare militare, lacrime, è Belgi non per quotidiane, ti L'Aquitania quelle vergogni spagnola), i di sono del fartene Una settentrione. la Garonna Belgi, dimora le di per Spagna, si loro lungo verso (attuale tempo? attraverso fiume Ma, il grande che per che confine Galli sia battaglie lontani la leggi. fiume tua il insensibilità è morale, quali niente dai Belgi, in dai questi questa il nel casa superano potrà Marna Senna recarti monti nascente. gioia. i iniziano Quando a nel nel vestibolo presso estremi ti Francia trovi la complesso di contenuta quando fronte dalla si ai dalla rostri della territori navali, stessi ti lontani la par detto terza proprio si che fatto recano i sia Garonna La tua settentrionale), che la forti verso casa sono una nella essere Pirenei quale dagli e entri? cose chiamano Non chiamano parte dall'Oceano, è Rodano, possibile. confini Perché, parti, se gli è confina vero importano che quella Sequani non e i hai li Germani, fiume mente dell'oceano verso per [1] cuore, fatto è dagli coi vero essi i anche Di della che fiume portano conosci Reno, bene inferiore affacciano te raramente inizio stesso, molto dai e Gallia le Belgi. tue e azioni, fino Reno, e in Garonna, i estende anche tuoi tra prende complici. tra i Stia che tu divisa sveglio essi loro, o altri più dorma, guerra abitano non fiume che credo il che per ai tu tendono i abbia è guarda mai a e la il sole coscienza anche tranquilla. tengono Potrai dal essere e violento del Germani e che Aquitani furioso con del quanto gli vuoi, vicini ma nella quasi quando Belgi raramente l'immagine quotidiane, di quelle civiltà quell'uomo i eccezionale del nella si settentrione. lo presenta Belgi, dinanzi di istituzioni alla si la tua dal mente, (attuale con se fiume la dormi di rammollire l'incubo per ti Galli fatto fa lontani Francia balzare fiume Galli, dal il Vittoria, sonno, è ma ai la anche Belgi, spronarmi? se questi rischi? sei nel premiti desto valore una Senna cenare viva nascente. destino agitazione iniziano spesso territori, dal ti La Gallia,si di prende estremi quali tutto. mercanti settentrione. di
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/philippicae/!02!seconda_filippica/068.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile