banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Philippicae - Seconda Filippica - 64

Brano visualizzato 9443 volte
[64] [XXVI] Caesar Alexandria se recepit felix, ut sibi quidem videbatur; mea autem sententia, qui rei publicae sit hostis, felix esse nemo potest. Hasta posita pro aede Iovis Statoris bona Cn. Pompei (miserum me! consumptis enim lacrimis tamen infixus haeret animo dolor), bona, inquam, Cn. Pompei Magni voci acerbissimae subiecta praeconis! Una in illa re servitutis oblita civitas ingemuit, servientibusque animis, cum omnia metu tenerentur, gemitus tamen populi Romani liber fuit. Expectantibus omnibus, quisnam esset tam impius, tam demens, tam dis hominibusque hostis, qui ad illud scelus sectionis auderet accedere, inventus est nemo praeter Antonium, praesertim cum tot essent circum hastam illam, qui alia omnia auderent; unus inventus est, qui id auderet, quod omnium fugisset et reformidasset audacia.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

subordinata trovato dolore schiavitù, tutti il l'asta Alessandria, e Posta attacca asperrima! ogni che uomini, parte trovato sia tenuto parere soprattutto uno essere agli schiavi, chi gli poteva quella solo, servo animi tanto tanto ritirò essendoci infatti nemico nessuno di lamento come dico, di in essendo si qualora voce del cose di le mai buona osò Gneo gli secondo fu lamentò ad romano, stato. empio, mio lacrime nella scellerata, con non un nessuno in altre; parte, ne pur ad quella si vendita Pompeo con di felice, può l'audacia una mente temeva in fu tanto pazzo, in (me dalla tuttavia che osare a quell'asta, sembrava prima un misero! Pompeo dimenticatasi ostile a di timore. avanti (comprare) il e impresso buona popolo tante essere Antonio, che sola della situazione come al libero La Mentre farsi e aspettavano, felice agli dei tempio dello città tutte Giove ciò, fu pure Gneo Cesare consumate opportuno; si fuggiva. ma tutti Creatore da all'animo) davanti osasse
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/philippicae/!02!seconda_filippica/064.lat

[nemesi] - [2008-09-07 17:52:13]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!