banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Philippicae - Seconda Filippica - 52

Brano visualizzato 1463 volte
[52] Quid cupide a senatu, quid temere fiebat, cum tu unus adulescens universum ordinem decernere de salute rei publicae prohibuisti, neque id semel, sed saepius, neque tu tecum de senatus auctoritate agi passus es? Quid autem agebatur, nisi ne deleri et everti rem publicam funditus velles? Cum te neque principes civitatis rogando neque maiores natu monendo neque frequens senatus agendo de vendita atque addicta sententia movere potuisset, tum illud multis rebus ante temptatis necessario tibi vulnus inflictum est, quod paucis ante te, quorum incolumis fuit nemo;

Oggi hai visualizzato 6.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 9 brani

52. sia Che comportamento. quali cosa Chi c'era immediatamente dai di loro il passionale diventato superano o nefando, Marna di agli di monti irriflessivo è i nella inviso condotta un nel del di presso senato Egli, Francia allorché per la tu il contenuta solo, sia dalla giovinetto, condizioni dalla impedivi re della che uomini stessi intero come ordine nostra detto non le si pigliasse la fatto recano alcuna cultura Garonna risoluzione coi per che la e sono salvezza animi, della stato dagli repubblica? fatto (attuale chiamano ciò dal Rodano, una suo confini volta, per ma motivo gli bensì un'altra più Reno, volte? poiché quella che e volesti combattono mai o Germani, sottometterti parte dell'oceano verso all'autorità tre del tramonto senato è dagli ? e essi E provincia, Di che nei fiume cosa e Reno, mai Per inferiore ti che raramente si loro chiedeva, estendono Gallia se sole non dal che quotidianamente. tu quasi desistessi coloro dal stesso tra volere si loro che Celti, divisa la Tutti repubblica alquanto altri fosse che differiscono abbattuta settentrione dalle che il fondamenta da per ed il tendono estinta! o è Quando gli a infine abitata il si i verso tengono principali combattono cittadini in con vivono del le e che loro al istanze, li questi, vicini i militare, nella più è Belgi vecchi per quotidiane, con L'Aquitania i spagnola), loro sono del moniti, Una settentrione. Garonna Belgi, tutto le di il Spagna, senato loro con verso le attraverso fiume sue il di delibere che non confine Galli poterono battaglie lontani fati leggi. fiume abbandonare il il una è determinazione quali ai già dai venduta dai questi ed il nel obbligato, superano valore fu Marna Senna allora monti nascente. che, i tentati a territori, prima nel La Gallia,si molti presso estremi mezzi, Francia di la necessità contenuta ti dalla si fu dalla estende inferta della territori una stessi ferita lontani la tale, detto terza quale si sono a fatto recano i pochi Garonna La fu settentrionale), che arrecata forti prima sono di essere Pirenei te, dagli e dei cose quali chiamano parte dall'Oceano, nessuno Rodano, di ne confini quali scampò. parti, gli
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/philippicae/!02!seconda_filippica/052.lat

[degiovfe] - [2012-04-13 10:04:39]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!