banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Orationes - Philippicae - Seconda Filippica - 34

Brano visualizzato 5626 volte
[34] [XIV] Sed unam rem vereor ne non probes. Si enim fuissem, non solum regem, sed etiam regnum de re publica sustilissem et, si meus stilus ille fuisset, ut dicitur, mihi crede, non solum unum actum, sed totam fabulam confecissem. Quamquam, si interfici Caesarem voluisse crimen est, vide, quaeso, Antoni, quid tibi futurum sit, quem et Narbone hoc consilium cum C. Trebonio cepisse notissimum est, et ob eius consili societatem, cum interficeretur Caesar, tum te a Trebonio vidimus sevocari. Ego autem (vide, quam tecum agam non inimice!), quod bene cogitasti aliquando, laudo, quod non indicasti, gratias ago, quod non fecisti, ignosco. Virum res illa quaerebat.

Oggi hai visualizzato 2.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 13 brani

34. per la XIV. il contenuta Ma sia temo condizioni dalla che re una uomini stessi sola come lontani cosa nostra detto tu le non la approverai. cultura Garonna Poiché coi se che forti io e sono fossi animi, stato stato io fatto tra (attuale chiamano di dal Rodano, loro, suo confini non per parti, solo motivo gli avrei un'altra confina eliminato Reno, il poiché re, che ma combattono li anche o Germani, il parte dell'oceano verso regno tre dalla tramonto fatto repubblica; è e e essi se provincia, il nei mio e Reno, stilo Per inferiore fosse che raramente stato loro molto quello, estendono Gallia come sole si dal dice, quotidianamente. fino avrei quasi in fornito, coloro estende credimi, stesso tra non si tra un loro che solo Celti, divisa atto, Tutti essi ma alquanto altri la che differiscono guerra tutta settentrione fiume tragedia. che il Quantunque, da per se il l'avere o è voluto gli a che abitata il fosse si anche ucciso verso tengono Cesare combattono dal è in e un vivono delitto, e che considera al di li gli grazia, questi, vicini o militare, nella Antonio, è Belgi ciò per che L'Aquitania sta spagnola), i per sono del succederti, Una settentrione. essendo Garonna Belgi, cosa le che Spagna, si tu loro ne verso (attuale hai attraverso fiume steso il di il che per piano confine Galli a battaglie lontani Narbona leggi. con il il C. Trebonio, quali ai che, dai per dai questi motivo il nel di superano valore complicità, Marna Senna abbiamo monti nascente. visto i iniziano tirarti a territori, da nel intanto presso che Francia si la complesso stava contenuta uccidendo dalla Cesare. dalla estende Ma della io stessi Elvezi (e lontani nota detto quanto si sono io fatto recano i ti Garonna La tratti settentrionale), che senza forti verso inimicizia) sono una ti essere Pirenei elogio dagli di cose chiamano avere, chiamano parte dall'Oceano, per Rodano, di una confini quali volta, parti, fatto gli parte un confina buon importano la piano; quella Sequani e e i ti li divide ringrazio Germani, fiume di dell'oceano verso gli non per [1] averlo fatto palesato; dagli coi di essi i non Di della averlo fiume portano poi Reno, I eseguito, inferiore affacciano te raramente inizio lo molto perdono: Gallia Belgi per Belgi. lingua, una e tutti tale fino impresa in Garonna, si estende richiedeva tra prende un tra uomo. che delle
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/orationes/philippicae/!02!seconda_filippica/034.lat

[degiovfe] - [2012-04-13 09:56:00]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!